CONDIVIDI
treni della neve
Sciare (iStock)

I treni della neve per raggiungere le piste da sci: l’iniziativa di Trenord con la formula treno + autobus.

Siamo nel pieno della stagione sciistica invernale e mentre in molti sono già partiti o stanno per partire per la settimana bianca o per il weekend sulla neve, c’è chi si sta organizzando la partenza.

Se avete in programma di sciare in Lombardia, sappiate che potete raggiungere le piste senza bisogno di prendere l’automobile. Si tratta della formula treno più autobus navetta che vi permette di raggiungere comodamente ed in modo economico la località sciistica scelta. Si tratta della proposta servizio di “Treni della neve” di Trenord. Ecco tutto quello che dovete sapere.

I treni della neve di Trenord per raggiungere le piste da sci

Sulle piste da sci con il treno, la proposta da non perdere. Un ‘ottima proposta per andare a sciare in alta Lombardia, in modo pratico ed economico, è quella di prendere i “Treni della neve” di Trenord.

L’offerta prevede il viaggio di andata e ritorno in treno, con partenze da tutta la Lombardia e fermate nelle stazioni ferroviarie più vicine ai comprensori sciistici serviti. Per i clienti del treno è previsto anche il servizio integrativo di bus-navetta, disponibile solo su prenotazione, verso gli impianti di risalita, insieme ad un voucher valido per il ritiro dello skipass per uno o due giorni.Chi acquisterà il biglietto del treno della neve per raggiungere le piste da sci avrà diritto anche a sconti  su noleggio di attrezzature, scuole sci, punti di ristoro, strutture ricettive e suggestive esperienze sulla neve.

I comprensori sciistici lombardi raggiungibili con i treni della neve sono quelli di Aprica e Valmalenco, in Valtellina, Ponte di Legno-Tonale, in Valle Camonica sotto al Passo del Tonale, e Montecampione, sempre in Val Camonica e sopra il Lago d’Iseo e vicino a Boario Terme.

Raggiungere le località sciistiche della Lombardia in treno è comodo, economico e anche ecologico. I treni della neve di Trenord saranno in servizio fino al 7 aprile.

Aprica e le piste da sci (Noperation, CC BY-SA 4.0, Wikipedia)

Tra i comprensori sciistici serviti, Aprica offre agli sciatori 50 km di piste da discesa, che scendono da quota 2300 fino in paese e che sono collegate tra loro per correre sugli sci da una parte all’altra del comprensorio. Gli amanti dello lo sci da fondo possono praticarlo circondati dalla natura incontaminata della Riserva di Pian di Gembro o nel silenzio di Trivigno. Non mancano le attività alternative allo sci, come le escursioni sulla neve con le ciaspole, lungo sentieri e per boschi innevati, con diversi percorsi anche panoramici. Il “Treno della neve” arriva fino alla stazione di Tresenda-Aprica-Teglio dove gli sciatori potranno prendere il bus-navetta che conduce alla skiarea. Ricordiamo, inoltre, che Aprica è vicino a Tirano, la località dove parte il trenino rosso del Bernina.

Il biglietto del treno della neve per Aprica, con lo skipass incluso, costa 48 euro per un giorno e 73 per due giorni. Sono le stesse tariffe per raggiungere Sondrio e quindi il comprensorio sciistico della Valmalenco. Sopra Valmalenco si scia sull’Alpe Palù, raggiungibile con la moderna funivia Snow Edge, la più grande funivia d’Europa. Quasssù avete a disposizione ben 60 chilometri di piste e a parte uno snowpark attrezzato. La zona offre anche un altopiano a conca dove praticare lo sci di fondo e fare passeggiate con le ciaspole, in uno scenario incantevole, circondato dagli abeti e da cime spettacolari, intorno al Lago Palù. I più esperti potranno spingersi più in quota, fino ai ghiacciai del Pizzo Bernina, dove fare escursioni scialpinistiche.

Montecampione (Cristian Lorini, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

In Valle Camonica si scia sui 30 chilometri delle piste di Montecampione, che offrono tracciati di diversa difficoltà. Qui il treno porta gli sciatori fino a Pian Camuno, sulla linea ferroviaria Brescia-Iseo-Edolo, poi si prosegue con il bus-navetta fino al comprensorio sciistico. In questo caso, treno e skipass sono ancora più economici: 34 euro al giorno e 30 euro con lo skipass di 4 ore. Infine, l’altro comprensorio sciistico lombardo raggiungibile con il “Treno della neve” è quello di Ponte di Legno- Tonale, in alta Valle Camonica, al confine con il Trentino. Qui trovate una skiarea con oltre quaranta piste da discesa, tre piste da fondo, due itinerari per il freeride e altrettanti percorsi scialpinistici, insieme al suggestivo teatro di ghiaccio a 2.600 metri di altitudine, sul Ghiacciaio Presena, che durante tutto il periodo invernale ospita concerti con strumenti di ghiaccio. In questo caso si arriva in treno a Edolo per poi proseguire verso la skiarea con il bus-navetta. Il viaggio in treno incluso lo skipass per due giorni costa 83 euro, tre giorni 113 euro.

Per ulteriori informazioni: www.trenord.it/trenidellaneve

Altri suggerimenti per le vacanze sulla neve:

A cura di Valeria Bellagamba