CONDIVIDI

Pasqua 2018 a Torino: dove andare e cosa fare nel capoluogo piemontese e nei suoi dintorni. 

Pasqua 2018 a Torino
Piazza San Carlo (iStock)

Torino è una città che offre molto ai suoi visitatori. Musei di altissimo livello come quello egizio e quello del cinema, parchi cittadini in cui immergersi nella natura, eventi e iniziative dedicate ad adulti e bambini. Insomma non manca nulla per trascorrere qui la vostra Pasqua 2018 con la vostra famiglia.

VIDEO NEWSLETTER

Pasqua 2018 a Torino: i musei aperti in città

Torino si presenta come una delle città più culturali d’Italia con una grande storia e tradizione alle spalle. A Pasqua sono molti i musei che potrete trovare aperti. Non avrete altro che l’imbarazzo della scelta. Iniziamo dal Museo Egizio dove troverete una delle collezioni più grandi e più fornite al mondo dopo quella del Museo del Cairo. Poi c’è il Museo Nazionale del Cinema presso la Mole Antonelliana che oltre ad una straordinaria collezione di materiale che vi farà rivivere la storia del cinema italiano e mondiale nel giorno di Pasqua proporrà anche la mostra “Soundframes” che indaga il rapporto tra musica e immagini in maniera innovativa e totalmente immersiva. La Gam – Galleria d’arte moderna e contemporanea vi permetterà di assistere ad una mostra unica dedicata al pittore Renato Guttuso intitolata “L’arte rivoluzionaria nel cinquantenario del ’68”, mentre se siete interessati a forme d’arte “alternative” che incuriosiranno molto anche i vostri bambini potete recarvi alla Promotrice delle Belle Arti dove godrete della mostra The Art of the Brick, interamente dedicata a sculture ed opere d’arte realizzate con i Lego dal celebre artista americano Nathan Sawaya, il primo ad utilizzare i famosi mattoncini per creare opere d’arteDa non perdere per gli appassionati anche il Museo dell’automobile di Torino e per i tifosi di calcio il museo dello Juventus Stadium.

Pasqua 2018 a Torino: i musei da visitare nei dintorni

Per chi fosse in cerca di un’escursione a pochi Km da Torino segnaliamo che il giorno di Pasqua 2018 è aperta la maestosa Reggia di Venaria Reale che tra le altre cose propone una indimenticabile visita al suo interno, ma anche ai suoi immensi giardini e alle tenute attigue come Il castello della Mandria e la Regia Scuderia. Al suo interno troverete capolavori inestimabili di architettura, scultura e arte pittorica. Inoltre in quei giorni ci saranno diverse mostre interessanti come “La fragilità della bellezza” con 200 capolavori completamente restaurati e la mostra dedicata a Sebastião Salgado. Da non perdere se sceglierete la gita fuori porta anche la Palazzina di Caccia di Stupinigi, la straordinaria residenza Sabauda costruita nel ‘700  proclamata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 1997. Di particolare fascino al suo interno l’appartamento della regina e l’appartamento del Re suddiviso in tre zone: sala degli scudieri, anticamera e camera del re e Cappella di Sant’Uberto. Da non perdere poi il giardino della reggia e l’attigua tenuta di caccia. Da segnalare infine nella splendida cornice del Castello di Pralormo la manifestazione Messer Tulipano. L’appuntamento, ormai diventato un must, annuncia di fatto l’arrivo della primavera con la fioritura e l’esposizione di oltre 90.000 tulipani e narcisi.

Pasqua 2018 a Torino: visitare la città

Tra un museo e l’altro potrete approfittarne per passeggiare in una delle più belle città italiane, visitare le tante chiese o semplicemente camminare per le sue affascinanti strade senza perdervi ovviamente la splendida Piazza San CarloPiazza Castello e la Mole Antonelliana. Ma se siete alla ricerca di qualcosa di più particolare vi segnaliamo tre tour speciali che potrete fare. Il primo (da fare però il sabato sera, ideale per chi ha scelto di trascorrere tutto il ponte di Pasqua in zona) è quello della Torino sotterranea. Si tratta di una visita guidata a 15 metri di profondità alla scoperta di luoghi misteriosi e magici, con tanti aneddoti e curiosità su come veniva utilizzata un tempo la parte sotterranea della città. Tra le altre cose vi imbatterete in catacombe, ghiacciaie regie e  gli infernotti dei palazzi barocchi. In alternativa, dato che anche questo si svolge il sabato sera, potrete affidarvi ad un tour simile per l’alone del mistero che si chiama Torino magica. Scoprirete le zone più misteriose della città legate in particolar modo all’esoterismo e alla massoneria alla ricerca di conferme in merito alla leggenda che vuole Torino come uno dei vertici del triangolo della magia bianca con Lione e Praga e della magia nera con San Francisco e Londra.

Se invece cercate ristoro in una delle tante zone verdi della città potrete andare nei Giardini Reali di Torino  che si trovano in pieno centro, tra la Piazza Castello e Corso San Maurizio. Oppure al Parco della Colletta che si trova proprio vicino alle sponde del Po o ancora al Parco della tesoreria di Corso Francia, ideale per il relax e per i bambini grazie al parco giochi presente.

A cura di Francesco Baglio