Home Enogastronomia Addio ai tour alcolici a Ibiza e Maiorca: giro di vite alle...

Addio ai tour alcolici a Ibiza e Maiorca: giro di vite alle Baleari

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:08
CONDIVIDI

Niente più tour alcolici a Ibiza e Maiorca: giro di vite alle Isole Baleari.

tour alcolici ibiza maiorca
Bar e cocktail (iStock)

Troppi ubriachi in giro per strada. Per arginare questo fenomeno, ormai una vera e propria piaga del turismo alcolico, a Ibiza e Maiorca, le mete più ambite delle Isole Baleari, hanno deciso di vietare i tour organizzati dei pub, conosciuti con il termine inglese “pub crawl” e così chiamati proprio perché i principali partecipanti sono i turisti inglesi.

La notizia non farà sicuramente piacere agli amanti della movida delle Baleari. Ecco tutto quello che bisogna sapere.

Leggi anche -> Isole Baleari, come scegliere in quale isola andare

Leggi anche -> Isole Baleari,le spiagge più belle e imperdibili delle isole

Stop a tour alcolici a Ibiza e Maiorca

Niente più tour alcolici dei locali, pub crawl, a Ibiza e Maiorca, stop a promozioni e sconti sulle bevande alcoliche, che non potranno nemmeno essere più vendute di notte nei negozi e via i distributori automatici di alcol. La notizia bomba, che nelle ultime ore sta facendo il giro dei media internazionali, viene dalle Baleari, dove il governo regionale ha deciso introdurre una legge che prevede forti limitazioni al consumo di alcol nelle sue isole più frequentate dai turisti di tutta Europa e non solo.

Si tratta della prima legge in Europa che limita la promozione e la vendita di alcol in località turistiche, afferma con orgoglio il governo delle Isole Baleari. Una legge che, sempre secondo lo stesso governo, potrà avere ripercussioni anche fuori dalla Spagna ed essere imitata in altre località turistiche.

Purtroppo gli eccessi dell’alcol e orde di turisti ubriachi, che in estate invadono Ibiza e Maiorca anche in gruppi numerosi, hanno costretto le autorità a prendere misure severe.

tour alcolici ibiza maiorca
Magaluf, Maiorca (iStock)

I nuovi divieti

Al momento, tuttavia, il divieto riguarda solo tre località di Maiorca e Ibiza: Magaluf e Arenal de Palma nella prima isola e Sant Antoni de Portmany nella seconda. Qui si trovano numerosi bar e pub che durante le vacanze estive vengono letteralmente presi d’assalto dai giovani.

In queste località saranno vietati i bar o pub crawl, ovvero i tour organizzati di bar e pub in cui i partecipanti si spostano da un locale all’altro e vengono invitati a consumare grandi quantità di alcol, offerto a prezzi scontati, con offerte 2×1 e anche con bevute gratis. Questi tour, insieme agli happy hour con alcolici in offerta, saranno illegali nelle località indicate.

Inoltre, il nuovo regolamento prevede il divieto della vendita di alcol nei negozi notturni, che dovranno chiudere dalle 21.30 alle 8.00 del mattino.

Le autorità fanno assolutamente sul serio, tanto da prevedere sanzioni pesantissime contro i trasgressori. I locali che violeranno la legge di limitazione al turismo alcolico rischiano multe dai 1.000 ai 600.000 euro e perfino la chiusura per tre anni.

La nuova legge colpisce anche le cosiddette party boats, ovvero le imbarcazioni che salpano dai porti delle Baleari per brevi crociere al largo, organizzando a bordo feste con grandi quantità di alcol. In base alle nuove regole, queste attività non potranno fare pubblicità a Magaluf, Arenal de Palma e Sant Antoni de Portmany. Località nelle quali non potranno nemmeno operare per far salire a bordo i clienti. Il governo ha anche sospeso la concessione di nuove licenze per la somministrazione di alcol alle party boats.

tour alcolici ibiza maiorca
Ibiza, tramonto da Cafè del Mar a Sant Antoni de Portmany (Café del Mar, CC BY-SA 4.0, Wikicommons)

I nuovi divieti non impediranno ai turisti di organizzare i loro tour privati dei locali, ma non potranno più fare affidamento sugli alcolici a prezzi stracciati e sulle promozioni finora offerte, soprattutto non potranno più comprare bevande alcoliche durante la notte dai negozi o dai distributori automatici.

La nuova legge, poi, vieta il cosiddetto balconing, ovvero la folle attività praticata da molti giovani turisti, spesso sotto l’effetto di alcol, di saltare da un balcone all’altro negli hotel oppure di lanciarsi dalle finestre o dai balconi a grandi altezze nelle piscine sottostanti. Queste attività negli ultimi anni sono costate la vita a molti turisti stranieri. In questo caso, il divieto si applica a tutte le Baleari e in caso di trasgressione saranno ritenuti responsabili sia i turisti che fanno balconing sia gli albergatori che lo consentono. Infatti, gli hotel saranno obbligati ad allontanare i turisti sorpresi a lanciarsi dai loro balconi.

Come hanno dichiarato al quotidiano El Pais, che ha riportato la notizia della nuova legge, le autorità del governo regionale delle Baleari puntano a realizzare un turismo sostenibile che migliori i rapporti tra turisti e residenti. Anche gli hotel, del resto, si stanno organizzando per attirare un nuovo tipo di turismo. E se i divieti al momento riguardano solo tre località di Ibiza e Maiorca, non è escluso che in futuro vengano estesi.

Informazioni turistiche su Ibiza:

Cala Comte, Ibiza (Ladislaus Hoffner, CC BY-SA 4.0, Wikicommons)

Informazioni turistiche su Maiorca:

Playa de muro, Maiorca (iStock)