CONDIVIDI
carnevale di satriano 2018
Carnevale di Satriano 2018 (Facebook @carnevaledisatriano)

Tra le feste più particolari e originali del Carnevale in Italia, ricordiamo il Carnevale di Satriano, in Basilicata. Una festa popolare che affonda le radici in tempi antichissimi, di cui ha conservato i riti propiziatori. Una manifestazione da non perdere e un’ottima occasione di viaggio alla scoperta di un territorio straordinario.

Satriano di Lucania, questo il nome completo del paese, è un piccolo centro della provincia di Potenza situato nel nord della Basilicata, vicino al confine con la Campania. Sorge sull’Appennino Meridionale e il suo borgo nacque nel Medioevo con il nome di Pietrafixa.

A Satriano si festeggia uno dei carnevali più caratteristici d’Italia, una festa popolare e folcloristica, in cui uno degli elementi più spettacolari è la “Foresta che cammina”, una tradizione che richiama riti arborei e ancestrali, antichissimi riti pagani tra gli ultimi sopravvissuti fino ai giorni nostri.

Al Carnevale di Satriano sfilano di tre maschere tradizionali: Rumit o Rumita (Romiti), Urs (Orsi) e Quaresima. I romiti o eremiti sono gli uomini alberi, che sfilano ricoperti di fogliame ed edera, con in mano un fruscio, un bastone con un ramo di pungitopo o ginestra. Questa maschera ha subito nei decenni diverse interpretazioni: dapprima raffigurava un eremita francescano; poi, in merito alle tematiche dell’emigrazione, colui che è rimasto in Basilicata; ed ora negli ultimi anni questa maschera ha assunto un forte valore simbolico legato all’ambiente: il romito lancia un messaggio ecologista, quello di ristabilire un rapporto con Madre Natura, recuperare il rispetto per la Terra per lasciare un Mondo degno agli abitanti futuri. Anche la simbologia legata all’Orso è mutata col passare degli anni. Inizialmente questa maschera veniva indossata per potersi vendicare dei torti subiti ed aveva quindi una valenza per risolvere i conflitti sociali. Poi durante il dopo guerra, nell’epoca dell’emigrazione, al contrario del romito l’orso era colui che era emigrato ed era tornato dall’estero più ricco. Negli ultimi anni si sta assistendo ad un nuovo cambiamento: l’orso si muove in branco con un pastore capo orso che li porta in giro per le vie del paese.La Quaresima è coperta di stoffa nera e porta una cesta sul capo che contiene il figlio concepito durante il Carnevale, di cui però è ignoto il padre. Una maschera interpretata sia da donne che da uomini. Alle maschere si unisce il corteo della “Zita”, la rappresentazione di una cerimonia nuziale goliardica, che gioca sullo scambio dei ruoli.

Riguardo alla storiografia del carnevale e alle origini e provenienza delle maschere restano ancora oggi molte incertezze, che fanno comunque del Carnevale di Satriano uno dei più misteriosi d’Italia.

Il Carnevale di Satriano 2018 è in programma dall’8 al 11 febbraio.

Carnevale di Satriano 2018: il programma

8 FEBBRAIO 2018
Mattina: laboratorio di costruzione della maschera del Rumita con gli ospiti del programma Erasmus plus dell’istituto comprensivo di Satriano

Ore 15:00Sfilata del Carnevale dei bambini con partenza dalla scuola secondaria di primo grado di Satriano di Lucania

Ore 17:30 – Arrivo in piazza Abbamonte, musica tradizionale e stand gastronomici

9 FEBBRAIO 2018
Apertura ufficiale del Carnevale di Satriano di Lucania
Dalle ore 19:00, sotto il parcheggio coperto di Piazza Satrianesi nel Mondo, Festa in maschera di gruppi a tema – Dj di Max Wall dei Basiliski Roots
Verrà premiato il gruppo a tema più bello e la maschera più bella

10 FEBBRAIO 2018
Ore 12:00 – Messa in scena delle celebrazione del Matrimonio sulle scale della Chiesa Vecchia. A seguire corteo nuziale fino a piazza Abbamonte dove si terrà il pranzo della Zita.

Ore 13:00 – Piazza Abbamonte, apertura stand gastronomici e di prodotti tipici

Ore 15:00 – Piazza Abbamonte, partenza sfilata maschere tipiche: Orso, Quaresime, Rumita.
‘A Zita: messa in scena del matrimonio con lo scambio dei ruoli in collaborazione l’associazione Liberamente
Carri allegorici ecologici non motorizzati e gruppi a tema

Ore 18:30 – Piazza Abbamonte, Fine del corteo e Festeggiamento della Zita con balli e canti spontanei. Stand gastronomici e di prodotti tipici
Concerto musica folk

Ore 19:00 – Corso Trieste, 63, Tabula DOT | Degustazione di origine teatrale a cura della Compagnia Teatrale Petra. Cinque tra i migliori prodotti lucani in una degustazione teatralizzata. Costo: 10€. Per info e prenotazioni: 328 7245860 – Per gruppi minimo 5 in qualsiasi orario

11 FEBBRAIO 2017
Ore 7:00 – Vicoli del paese, Rumita spontanei come da tradizione secolare

Ore 12:00 – Piazza Abbamonte, Raduno e premiazione Rumita spontanei

Ore 13:00 – Piazza Abbamonte, apertura stand gastronomici e di prodotti tipici

Ore 14:00 – Bosco Spera, Check-in vestizione dei 131 Rumita per la Foresta che cammina

Ore 15:00 – Bosco Spera, Partenza FORESTA CHE CAMMINA

Ore 18:30 – Piazza Abbamonte, Fine della Foresta che cammina attorno al falò
Canti e balli spontanei con organetti, zampogne, tamburelli e ciaramelle
Stand gastronomici e di prodotti tipici
Concerto musica folk, con la collaborazione straordinaria dei suonatori presenti nella sfilata

Ore 19:00 – Corso Trieste, 63, Tabula DOT | Degustazione di origine teatrale a cura della Compagnia Teatrale Petra. Cinque tra i migliori prodotti lucani in una degustazione teatralizzata. Costo: 10€. Per info e prenotazioni: 328 7245860 – Per gruppi minimo 5 in qualsiasi orario

Per informazioni sul Carnevale di Satriano: www.facebook.com/carnevaledisatriano
3295320026 – 3277722142, carnevaledisatriano@gmail.com

Vi ricordiamo anche gli altri eventi del Carnevale 2018 in Italia:

Se invece preferite l’Europa:

I cinque Carnevali più belli d’Italia

A cura di Valeria Bellagamba