ViaggiNews

Pasquetta in Toscana: dove andare e cosa fare

giovedì, 13 aprile 2017

Siena, panorama (iStock)

Vi segnaliamo alcune idee per trascorrere la Pasquetta in Toscana. Che sia una gita o un vero e proprio viaggio, la Toscana ha un’offerta incredibile di paesaggi naturali meravigliosi, città e centri storici da lasciare senza fiato, paesini e borghi che sembrano usciti da un quadro antico, chiese, campanili, castelli, torri e fortificazioni. Ma anche riserve naturali selvagge, grandi spiagge e isole stupende. Un territorio ricchissimo, dove l’enogastronomia la fa da padrone.

Vi abbiamo già proposto alcuni itinerari di primavera in Toscana, qui vi indichiamo nello specifico i percorsi per il giorno di Pasquetta.

Pasquetta in Toscana: dove andare e cosa fare

Dopo le proposte per trascorrere il Lunedì dell’Angelo in Sicilia, Sardegna, Puglia, Basilicata e Molise, ecco le nostre proposte per trascorrere il giorno di Pasquetta in Toscana.

Visita alle città d’arte

Guida di Firenze

Cupola del Duomo di Firenze (iStock)

Per una gita di Pasquetta in Toscana c’è solo l’imbarazzo della scelta. Le cose da vedere e da fare sono veramente un’infinità. Partendo dalle città d’arte, meta di molti turisti per Pasqua, non possiamo non menzionare le bellissime Firenze, Pisa, Siena, Arezzo, Lucca. I monumenti e i paesaggi urbani di queste città sono famosi in tutto il mondo. Riprodotti i centinaia di migliaia di immagini e cartoline. Luoghi simbolo di un passato glorioso della Toscana e dell’Italia. Potete decidere di visitare questi centri storici senza meta, vagando per strade, vicoli e piazze alla scoperta di chiese e palazzi antichi, rimanendo a bocca aperte davanti a scorci incantevoli. A Firenze, diversi musei e monumenti rimarranno aperti a Pasqua e Pasquetta. Il Lunedì dell’Angelo si potranno visitare Palazzo Vecchio, il complesso dell’Opera del Duomo, Santa Maria Novella e il giardino di Boboli.

Visita ai borghi storici

Montemerano (Foto di Hurricane353. Licenza CC BY-SA 4.0 via Wikimedia Commons)

Un appuntamento immancabile delle gite di primavera, e dunque anche di quelle di Pasquetta, è la visita ai borghi storici che si stagliano sulle colline del paesaggio toscano. Veri e propri scrigni di arte, storia e cultura. Armoniosi agglomerati di case in pietra, dominati da torri, castelli e campanili, in uno scenario davvero suggestivo. All’interno potete perdervi tra le stradine e i vicoli, adornati dai fiori alle finestre e dove si affacciano le botteghe di artigiani e antiquari. Per non parlare delle osterie dove gustare gli ottimi vini locali e i piatti della tradizione. Vi abbiamo più volte segnalato i bellissimi borghi della Toscana da visitare. Ricordiamo i più famosi di San Gimignano, Anghiari, Pitigliano, il suggestivo Bagno Vignoni, frazione dell’altrettanto bello San Quirico d’Orcia; il pittoresco Montemerano, con le sue case in pietra, vicino alle Cascate del Mulino, le terme libere e all’aperto di Saturnia. Poi San Casciano dei Bagni, Collodi, Barga, Cetona, ma anche centri più grandi come Colle Val d’Elsa, Montepulciano e Pienza.

Escursioni nella natura

Parco Nazionale Foreste Casentinesi (Gianni Careddu, CC BY-SA 4.0, Wicikicommons)

La Toscana, poi, offre tantissime occasioni di escursioni in una natura ricca e incontaminata, con diversi parchi e aree naturali protette. Dalla montagna, alle colline al mare c’è solo l’imbarazzo della scelta tra i percorsi escursionistici da fare, dal trekking alla mountain bike, alle passeggiate a cavallo. Da non perdere i boschi monumentali delle Foreste Casentinesi, sull’Appennino al confine con la Romagna. Qui potete seguire diversi sentieri addentrandovi in una natura spettacolare, dove veniva in ritiro spirituale San Francesco d’Assisi, nel Bosco de La Verna, e dove anche Dante Alighieri si fermò a meditare. L’altro scenario naturale bellissimo è quello del Parco della Maremma, tra campagne e coste selvagge; da visitare anche la vicina Laguna di Orbetello, oasi naturale, con il promontorio dell’Argentario. Da non perdere le escursioni nelle incantevoli Val d’Orcia e Val di Chianti e sulle colline intorno a Firenze.

Passeggiate al mare

Castiglione della Pescaia, Punta Ala (trolvag, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

Pasquetta in Toscana è anche l’occasione per un bel giro al mare, a passeggiare sulla spiaggia, in attesa della stagione estiva. Tante sono le località e le riviere da visitare. La Versilia con la sua lunghissima costa pianeggiante e sabbiosa è l’ideale per una gita primaverile al mare. Passeggiare per il bel lungomare di Viareggio e Forte dei Marmi, mentre riaprono le attività e i locali sul mare vi regalerà un anticipo d’estate. Da visitare anche la bella spiaggia di Castiglione della Pescaia, in Maremma, con il bel borgo arrampicato sulla collina rocciosa sul mare.

Escursioni alle isole

Isola del Giglio. Toscana. (Istock)

Infine, Pasquetta può essere anche l’occasione per una bella escursione alle isole dell’Arcipelago Toscano. Le più famose sono l’Isola d’Elba e del Giglio, da visitare anche con una gita di un giorno, soprattutto quest’ultima più piccola. L’Elba richiederebbe una visita più lunga, ma anche una toccata e fuga a Portoferraio e dintorni  va bene per chi non è mai stato qui. Vengono anche organizzate escursioni in barca alle altre isole più piccole, come Pianosa e Montecristo, da vedere dal mare, ma anche con possibilità di visite a piedi.

Video: Toscana

Tags:

Altri Articoli Interessanti: