ViaggiNews

Guida di Firenze: alla scoperta della capitale del Rinascimento

venerdì, 21 ottobre 2016

Guida di Firenze

Cupola del Duomo di Firenze (iStock)

Guida di Firenze. Vi portiamo nella meravigliosa Firenze. Città d’arte ricchissima di storia, culla del Rinascimento, capoluogo della Toscana, meta amatissima dai turisti di tutto il mondo. Una tappa obbligata per tutti gli amanti del bello, per gli appassionati di arte e di storia. Firenze è una città che a distanza di secoli porta ancora la viva testimonianza dei fasti del passato, del potere politico dei Medici, i signori che hanno governato la città dal XV al XVIII secolo, pur con vicende alterne, raggiungendo l’apice del potere e il massimo splendore per la città tra ‘400 e ‘500. Firenze è una meraviglia che lascia a bocca aperta per la sua magnificenza qualunque viaggiatore. Non è un caso che gli stranieri desiderino di vederla almeno una volta nella vita.

La città sorge al centro di una conca, nella pianura formata dal fiume Arno ed è circondata da belle colline disposte ad anfiteatro. La zona era abitata fin dall’antichità, come testimoniano ritrovamenti archeologici che risalgono alla Preistoria. I primi insediamenti di civiltà villanoviana risalgono all’XI secolo a. C. mentre attorno all’anno 150 a. C. su quella che oggi è la collina di Fiesole gli Etruschi fondarono la prima città, chiamata Visul. La pianura sottostante, dove scorreva l’Arno era già chiamata Florentia, in latino, per la sua fertilità. Nel 59 a. C. i Romani conquistarono Visul, cambiandole nome in Faesule e la pianura di Florentia, dove fondarono un castrum. L’antica città di Firenze fu poi collegata a Roma con la via Cassia. Con la caduta dell’Impero romano, la città passò sotto i bizantini e sotto varie dominazioni barbariche fin quando verso l’anno Mille tornò a svilupparsi, per assumere lo status di Comune nel 1115.  Il XIII secolo fu il periodo delle aspre lotte tra Guelfi e Ghibellini, la città comunque continuò a crescere e svilupparsi, grazie ai commerci e alla nascita delle prime banche moderne, fino a diventare uno dei centri commerciali più ricchi d’Europa. Governata da ricche famiglie mercantili, passò agli inizi del ‘400 sotto il dominio dei Medici, potente famiglia di banchieri che contribuì ad aumentare il potere della città  e a farla risplendere di opere d’arte e capolavori dell’architettura, facendo di Firenze la culla del Rinascimento.

Guida di Firenze Ponte Vecchio

Ponte Vecchio, Firenze (iStock)

Guida di Firenze: cosa vedere e cosa fare

Firenze è una città piena di meraviglie, di capolavori architettonici e scorci panoramici suggestivi. Una visita non basta per vedere tutto e vederlo bene. Ci sono però alcuni luoghi assolutamente imperdibili. Ecco gli itinerari che vi consigliamo.

Le piazze e le vie

Piazza della Signoria – Il cuore di Firenze è Piazza della Signoria, con l’imponente Palazzo Vecchio, oggi sede del Comune, con il David di Michelangelo (una copia) all’ingresso, la Loggia dei Lanzi, la fontana del Nettuno, la statua equestre di Cosimo I de’ Medici e diversi palazzi storici come il Tribunale della Mercanzia, Palazzo Uguccioni e il Palazzo delle Assicurazioni Generali. La piazza è il simbolo del potere civile ed economico, con la maggior parte degli edifici risalenti al XIV secolo. A fianco della piazza, vicino a Palazzo Vecchio, sorge la Galleria degli Uffizi.

Piazza del Duomo – L’altro punto centrale della città, luogo di incomparabile bellezza, è la piazza del Duomo, dove sorge la magnifica Cattedrale di Santa Maria del Fiore, splendido esempio di gotico rinascimentale, con la imponente Cupola del Brunelleschi, il Campanile di Giotto e il Battistero di San Giovanni. La parte della piazza dove è si trova il battistero, di fronte all’ingresso del Duomo, prende il nome di Piazza San Giovanni. Piazza del Duomo è circondata da diversi edifici storici, come il Palazzo Arcivescovile, il Museo dell’Opera del Duomo, la Loggia del Bigallo e il palazzo dei Canonici.

Piazza Santa Croce – E’ la sede dell’altra importante chiesa di Firenze, la Basilica di Santa Croce, dove sono sepolti molti personaggi importanti, da Michelangelo a Machiavelli, e davanti alla quale si trova la statua di Dante Alighieri. Altri edifici importanti che si affacciano sulla piazza sono la Chiesa Chivacci, Palazzo dell’Antella, Palazzo di Maffeo Barberini, Casa Galilei, Casa del Diluvio e molti altri.

Piazza San Lorenzo – Qui sorge la Basilica di San Lorenzo, dietro alla quale sorge la grande cupola della Cappella dei Principi con le tombe Medicee. Nella piazza si trova la statua di Giovanni delle Bande Nere e il palazzo della Biblioteca Medicea Laurenziana.

Piazza Santa Maria Novella – Prende il nome dalla Basilica di Santa Maria Novella ed è adiacente all’omonima stazione centrale di Firenze. E’ una grande piazza dove si affaccia anche la loggia dell’antico Ospedale di San Paolo oggi sede del Museo nazionale Alinari della fotografia, al momento chiuso per ristrutturazione.

Piazza della Santissima Annunziata – Si tratta di un’altra piazza storica di Firenze dove sorge l’omonima Basilica della Santissima Annunziata e si affaccia lo Spedale degli Innocenti, edificio rinascimentale realizzato dal Brunelleschi. Sulla piazza si affacciano la Loggia dei Servi di Maria, Palazzo Budini Gattai e il Museo archeologico nazionale.

Piazza della Repubblica – Si distingue dalle altre piazze storiche di Firenze, perché Piazza della Repubblica è in stile ottocentesco ed è molto grande, frutto di interventi architettonici quando Firenze divenne la capitale d’Italia. La piazza è il centro della città fin dall’epoca romana, punto di incontro del Cardo e del Decumano segnato dalla Colonna dell’Abbondanza. Sulla piazza sorgono i portici ed edifici ottocenteschi, ci sono numerosi caffè storici e grandi alberghi.

Piazzale Michelangelo – Appena si arriva a Firenze, il luogo dove tutti si fermano è Piazzale Michelangelo, il punto di osservazione per eccellenza della città, una terrazza panoramica situata su un colle appena al di là della riva sinistra del fiume Arno. Le classiche immagini da cartolina di Firenze sono immortalate da qui.

Lungarni e ponti – I Lungarni sono i lunghi viali che costeggiano il fiume Arno nel tratto cittadino. Quelli del centro storico sulla riva destra del fiume sono: Lungarno degli Acciaiuoli, tra Ponte Santa Trinità e Ponte Vecchio; il Lungarno Diaz, tra Ponte Vecchio e Ponte alle Grazie, dove si affacciano gli Uffizi e dove passa il Corridoio Vasariano; il Lungarno Corsini, più a nord, tra Ponte Santa trinità e Ponte della Carraia. Sulla riva sinistra del fiume, Oltrarno, i Lungarni centrali sono il Guicciardini e il Torrigiani.

Il fiume è attraversato da numerosi ponti. Ponte Vecchio è il più antico di Firenze, qui sorgono le storiche botteghe dei gioiellieri, anticamente botteghe di macellai, edifici che si sono sviluppati disordinatamente sul ponte, creando un effetto particolare di casette sovrapposte. Ponte Vecchio è attraversato dal Corridoio Vasariano, il lungo percorso sopraelevato e coperto che va Palazzo Vecchio a Palazzo Pitti, realizzato nel 1565 da Giorgio Vasari. Gli altri ponti storici della centro sono Ponte Santa Trinita, Ponte alle Grazie e Ponte alla Carraia.

Vie del centro storico – Le vie principali del centro, che collegano le piazze storiche e dove si affacciano palazzi antichi, musei, negozi e locali sono: Via de’ Calzaiuoli (da Piazza della Signoria a Piazza Duomo), Via degli Speziali ce prosegue su Via del Corso, Via Strozzi, Via d’ Cerretani, vicino al Duomo, Via Roma, che dal Duomo continua verso Via Calimala e Via Por Santa Maria fino a Ponte Vecchio, Via Cavour, dove si affaccia Palazzo Medici-Riccardi, Via Borgo San Lorenzo, Via de’ Tornabuoni, Via Ghibellina.

Guida di Firenze SanGuida di Firenzeta Croce

Firenze: Santa Croce e la statua di Dante Alighieri (FilippoBacci, iStock)

Le chiese

Le chiese imperdibili di Firenze: oltre al complesso del Duomo, con la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, la Cupola del Brunelleschi, il Battistero di San Giovanni, con la splendida Porta del Paradiso, e il Campanile di Giotto; la Basilica di Santa Croce, la Basilica di Santa Maria Novella, la Basilica di San Lorenzo, la chiesa di Santa Maria Maggiore, la Basilica di Santo Spirito, la Basilica di Santa Trinita, la Chiesa di Orsanmichele, la chiesa della Santissima Annunziata, il Carmine, Badia Fiorentina; infine l’abbazia di San Miniato al Monte che si trova sopra Piazzale Michelangelo.

Gli altri monumenti

Palazzo Vecchio, edificato nel XIV secolo, anticamente era chiamato Palazzo dei Priori e poi della Signoria nel XV secolo. Fu chiamato Vecchio dopo che a metà del XVI secolo la residenza dei Medici fu spostata a Palazzo Pitti (XV secolo), che si trova Oltrarno e dietro al quale sorge l’ampio Giardino di Boboli. Palazzo Medici-Riccardi è un’altra storica sede dei Medici che raggiunse il massimo splendore con Lorenzo il Magnifico, oggi è sede del Consiglio della città metropolitana. Palazzo Strozzi, in via de’ Tornabuoni, uno dei migliori esempi di architettura fiorentina rinascimentale. Sulla stessa via si trova Palazzo Spini Feroni, esempio invece di architettura residenziale medievale. Palazzo Rucellai, progettato da Leon Battista Alberti è un altro capolavoro di architettura del ‘400.

Guida di Firenze

Firenze: Palazzo della Signoria e Loggia dei Lanzi (Giorgio Magini, iStock)

I musei

Il principale museo di Firenze è la Galleria degli Uffizi, dove sono custodite le più importanti opere d’arte italiane, come i capolavori di Botticelli la Nascita di Venere e la Primavera. Dentro gli Uffizi passa il Corridoio Vasariano, che parte da Palazzo Vecchio e arriva a Palazzo Pitti. Informazioni sugli Uffizi: a questa pagina.
Da vedere sono i musei che si trovano all’interno di Palazzo Pitti: gli appartamenti monumentali,  la Galleria Palatina, la Galleria d’arte moderna, la Galleria del Costume, il Museo degli argenti, quello delle porcellane e quello delle carrozze. All’esterno si trova il grande parco del Giardino di Boboli, con ingresso a pagamento. Info sui musei di Palazzo Pitti: qui.
L’altro museo importante di Firenze è il Museo nazionale del Bargello dedicato alla scultura e ospitato nel Palazzo del Bargello, edificato tra il XIII e il XIV secolo.
Da visitare anche la Galleria Dell’Accademia, dove si trova la statua originale del David di Michelangelo. Il Museo dell’Opera del Duomo si trova dietro alla Cattedrale, qui è conservata la Pietà Bandini di Michelangelo.
Da vedere il Museo Casa di Dante, il Museo Galileo, la Casa Buonarroti, poi il Museo archeologico nazionale e il Museo di Storia Naturale.

Shopping, locali e vita notturna

Firenze è il regno dello shopping. Se avete denaro da spendere potete acquistare capi di abbigliamento nelle boutique più chic del centro,  produzioni locali nelle botteghe artigiane, soprattutto borse, cinture e pellame, e, perché no, anche catenine, anelli e monili in oro dagli orafi e gioiellieri di Ponte Vecchio. Da non perdere poi è il Mercato di San Lorenzo, coperto e scoperto, vicino alla Basilica di San Lorenzo, dove trovare una infinità di prodotti alimentari, abbigliamento, gadget e oggetti regalo.

Il centro di Firenze è pieno di locali, bar, caffè, ristoranti, pizzerie, gelaterie, pasticcerie. Da quelli più turistici a quelli più raffinati, alla moda e tipici, c’è l’imbarazzo della scelta. I migliori si trovano nella zona di Piazza della Signoria. Per la vita notturna, invece, sono consigliati i locali Oltrarno.

Guida di Firenze

Firenze di notte (iStock)

Guida di Firenze: informazioni pratiche

Quando andare

Per la sua posizione all’interno di una conca, Firenze è una città dove in estate fa molto caldo, con temperature torride e aria quasi irrespirabile. Camminare per le strade pietrose tra i monumenti non è l’ideale sotto il solleone. E’ dunque preferibile visitare la città in primavera o in autunno, quando il clima è decisamente migliore. Se volete ammirare la città fiorita e piena di luce, la tarda primavera è il momento migliore, anche se la troverete affollata di turisti. Difficile però che Firenze sia deserta.

Come arrivare e muoversi

Firenze è collegata al nord e al sud Italia dall’Autostrada del Sole A1, una arteria nazionale molto trafficata.
La via migliore per arrivare in città è il treno. La Stazione di Santa Maria Novella è in centro, a pochi passi dai principali monumenti, e a Firenze fermano numerosi treni, sia dell’alta velocità che regionali. L’altra grande stazione ferroviaria, non lontana dal centro, è quella di Campo di Marte.
L’aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze si trova a nord della città nella frazione di Peretola.

Ulteriori informazioni turistiche sulla città le trovate qui: www.firenzeturismo.it

Firenze dall’alto – VIDEO

Tags:

Altri Articoli Interessanti: