ViaggiNews

Pasquetta in Puglia: dove andare e cosa fare

lunedì, 10 aprile 2017

Vieste (CC BY-SA 3.0, Wikipedia)

Tra le tante proposte di gite per Pasquetta, vogliamo segnalarvi specifici itinerari regionali. Dopo quelli sulla Sicilia, passiamo ad un’altra bellissima e ricca regione del Sud Italia, la Puglia. Qui trovate una eccezionale ricchezza di monumenti e opere d’arte. Città con splendide chiese affacciate sul mare. Borghi caratteristici e una natura spettacolare, dove protagonisti sono gli ulivi e la macchia mediterranea. Poi coste lunghissime di sabbia e rocce, con acque trasparenti e scenari incantevoli che non hanno nulla da invidiare ai paradisi caraibici. Se le temperature lo consentono si possono già azzardare i primi bagni in mare. Senza dimenticare le prelibatezze gastronomiche. Insomma se a Pasqua sarete in vacanza in Puglia o abitate abbastanza vicino da potervi concedere una gita di un giorno nella regione, qui trovate i luoghi da visitare e le cose da fare nel giorno di Pasquetta.

Pasquetta in Puglia: dove andare e cosa fare

Ecco cosa fare a Pasquetta in Puglia: le città da visitare, i monumenti da vedere, i paesaggi da non perdere. Un ricco itinerario per tutti i gusti.

Visita alle città e ai monumenti

Trani, la Cattedrale (iStock)

La Puglia ha una vastissima offerta di monumenti. Splendide città d’arte piene di capolavori, dove il romanico si alterna al barocco, con chiese e palazzi di un bianco abbacinante che si riflette nel blu del mare. Ricordiamo Bari e Trani con le loro cattedrali e fortificazioni sul mare, la “Signora del barocco” Lecce con i suoi edifici sontuosi. Ma anche Gallipoli, Lucera, Bitonto, Altamura, i monumenti di Taranto e Foggia. Da non perdere lo spettacolare Castel del Monte, l’imponente fortezza del XIII secolo fatta costruire da Federico II, monumento nazionale.

Giro delle campagne e masserie

Masseria San Michele a Polignano a Mare (Tanzaganica, CC BY-SA 3.0, Wikipedia)

La campagna è una delle grandi bellezze della Puglia. In un territorio arso dove l’acqua è scarsa e preziosa, si stagliano sulla terra rossa gli ulivi monumentali, vero e proprio patrimonio della regione. Questi alberi hanno conosciuto secoli di storia e di dominazione, sono i veri guardiani della Puglia. Minacciati purtroppo da inquinamento, malattie e speculazione edilizia, gli ulivi rappresentano una bellezza fragile che va preservata. L’ideale per una gita di Pasquetta è un giro delle campagne pugliesi per ammirare queste vere e proprie sculture della natura, simbolo di pace e della Pasqua. Una visita da accompagnare a quella delle masserie storiche, altro patrimonio pugliese, antichi edifici in pietra usati nell’attività agricola. Oggi ospitano agriturismi e alberghi.

Visita a borghi e santuari

Santuario di San Michele Arcangelo, Monte Sant’Angelo (Nikater, CC BY-SA 3.0, Wikipedia)

La Puglia ospita anche numerosi borghi storici e santuari di pregio. Tra i borghi ricordiamo su tutti quello di Alberobello, ma anche Ostuni con le sue case bianchissime, Otranto, Cisternino, Locorotondo. Tra i santuari, oltre al famoso complesso religioso di San Giovanni Rotondo dedicato a Padre Pio realizzato dall’architetto Renzo Piano, troviamo numerosi monasteri, conventi e abbazie di pregio artistico e architettonico. Da vedere il maestoso Santuario di San Michele Arcangelo, in stile romanico, situato a Monte Sant’Angelo, grazioso borgo in provincia di Foggia, sul Gargano. Il Santuario risale alle fine del V secolo d.C. e dalla sua consacrazione è una importante meta di pellegrinaggi. Nel 2011 è stato riconosciuto Patrimonio dell’Umanità Unesco.

Giro del Gargano

Gargano (iStock)

Una considerazione a sé merita il Gargano, il promontorio “sperone” dello stivale Italia. Il più grande sull’Adriatico e luogo dove è possibile vedere sia l’alba che il tramonto sul mare. Una meraviglia della natura, dove la montagna finisce nel mare blu con le sue bianchissime falesie, creando baie e calette, circondate da una rigogliosa vegetazione mediterranea. Per la sua bellezza paesaggistica e la ricchezza naturalistica, il Gargano è meta ideale anche in primavera, oltre che in estate per il mare. Una gita di Pasquetta può essere l’occasione giusta per visitare le sue coste, dove tra costoni rocciosi si aprono baie sabbiose e imponenti faraglioni fanno da sentinelle alla costa. Da visitare le cittadine e borghi marinari di Vieste, Peschici, Pugnochiuso e Rodi Garganico. Ma anche l’entroterra con la bellissima Foresta Umbra. La zona è protetta dal Parco Nazionale del Gargano.

Escursione alle Isole Tremiti

Baia di San Domino, Isole Tremiti (maury3001, CC BY 3.0, Wikicommons)

Un’altra interessante proposta di gita di Pasquetta è una bella escursione in barca alle Isole Tremiti, il piccolo e incantevole arcipelago che sorge al largo del Gargano ed è compreso nell’omonimo parco. Le Tremiti incluse anche in una riserva marina dedicata e offrono uno scenario magnifico di isolotti rocciosi e scogli circondati da un mare color azzurro e smeraldo. Numerose sono le calette e le grotte da esplorare in barca. Il porto più vicino per imbarcarsi alla volta delle isole e da dove partono più traghetti è quello di Termoli, in Molise. Ricordatevi, però, di prenotare in anticipo.

Giro del Salento

Galatina (foto Wikipedia)

Infine, un’occasione da non perdere per una gita di Pasquetta è un bel giro del Salento, la meravigliosa regione storica e culturale della Puglia, tacco d’Italia, affacciata sui Mari Adriatico e Ionio. Il Lunedì dell’Angelo può esser l’occasione per coast to coast dalle Marine di Melendugno (San Foca, Rocca Vecchia, Torre dell’Orso), sull’Adriatico, fino a Porto Cesareo, sul versante ionico. Stupende località di mare, come Capo d’Otranto, punto più a est d’Italia, e Santa Maria di Leuca, alla quale dedicare una visita specifica. Gli amanti della natura e dell’arte possono perdersi in un giro dell’entroterra, tra campagne di ulivi e cittadine ricche d’arte e storia, come Galatina e Galatone.

VIDEO: bellezze della Puglia

Tags:

Altri Articoli Interessanti: