ViaggiNews

San Paolo del Brasile: guida alla città

martedì, 14 febbraio 2017

San Paolo del Brasile (iStock)

San Paolo del Brasile: la guida. Una delle metropoli più sorprendenti al mondo è San Paolo del Brasile. Con oltre 11 milioni di abitanti è la città la città più popolosa del Paese e quella la più grande comunità italiana all’estero, per via dei numerosi immigrati che si stabilirono qui tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento. Agli inizi del XX secolo a San Paolo la lingua italiana era parlata perfino di più del portoghese e l’influenza della cultura italiana sulla città è evidente. Le testimonianze e la storia dell’immigrazione nella città brasiliana sono documentate nel Memoriale dell’immigrato.

La città di San Paolo (São Paulo, in portoghese) è la capitale dello stato omonimo e si trova nella parte meridionale del Brasile, nella regione del Sud-est, ed è situata nell’emisfero australe all’altezza del Tropico del Capricorno. Oltre ad essere la città più popolosa del Brasile lo è anche dell’intero emisfero australe e, in generale, è una delle città più popolose al mondo. San Paolo si trova su un altopiano appartenente alla catena Serra do Mar (Catena del mare), a circa 800 metri sul mare e 70 km di distanza dall’Oceano Atlantico.

San Paolo fu fondata dai missionari gesuiti Manuel da Nóbrega e san José de Anchieta il 25 gennaio 1554 quando crearono il villaggio di São Paulo de Piratininga e poi la missione Colégio de São Paulo de Piratininga, con l’obiettivo di convertire al cattolocesimo la tribù indigena dei Tupi-Guarani. Il nucleo di San paolo si sviluppò con i colonizzatori venuti in seguito e in particolare con gli esploratori noti come i Bandeirantes arrivati nella zona di San Paolo tra il XVII e XVIII secolo per cercare oro e diamanti. In città sorge un importante monumento a loro dedicato il Monumento às Bandeiras.

Nel 1711 San Paolo diventò ufficialmente una città. Nel XIX secolo, San Paolo ebbe un importante sviluppo economico grazie alle esportazioni di caffè, che diedero prosperità e ricchezza alla città. Alla fine del secolo, a partire dal 1881 iniziarono ad arrivare massicce ondate migratorie, soprattutto dall’Italia, ma anche dal Giappone e da altri Paesi. Gli immigrati lavoravano soprattutto nelle infinite piantagioni di caffè. Nel XX secolo, con la crisi del commercio del caffè, la città si convertì allo sviluppo industriale.

San Paolo del Brasile, veduta aerea (Wikicommons, pubblico dominio)

Guida di San Paolo del Brasile: cosa vedere

San Paolo è una grande metropoli nella quale si perde un infinito skyline di palazzi e grattacieli. Il colpo d’occhio è eccezionale e mozzafiato. La città ospita soprattutto monumenti ed edifici moderni. Uno dei più spettacolari è sicuramente il Teatro Municipal, imponente edificio realizzato tra la fine del XIX secolo e i primi del XX secolo in stile eclettico e ispirato all’Opera di Parigi. La chiesa principale della città è la Cattedrale metropolitana di San Paolo, nel centro della città, costruita nel 1913 al posto della vecchia chiesa barocca che fu demolita. Si tratta di un edificio enorme, in grado di ospitare fino a 8.000 persone. All’interno della cattedrale si trova un enorme organo formato da cinque tastiere e 12.000 canne. Un altro edificio storico importante è il Monastero di San Benedetto (Mosteiro de São Bento), fondato dai primi monoaci benedettini che arrivarono a San Paolo nel 1598. L’edificio attuale fu costruito tra il 1910 e il 1922.

Simbolo della città è l’Obelisco di San Paolo o della rivoluzione costituzionale del 1932, opera dello scultore italiano Galileo Emendabili. Si trova nel Parco Ibirapuera e fu costruito per commemorare la Rivoluzione Costituzionalista del 1932, il più importante evento storico della città nel corso del XX secolo. L’obelisco è alto 72 metri e realizzato in travertino. Un altro monumento di Galileo Emendabili è il Monumento a Ramos de Azevedo, chiamato anche “Monumento al Progresso”, un complesso scultoreo di bronzo e granito.

Da vedere anche il Parco da Luz e la grande stazione in stile vittoriano (Estação e jardim de la Luz). La stazione, di cui alcune parti furono portate dall’Inghilterra, è anche la sede del Museo della Lingua Portoghese, uno dei primi al mondo ad essere interamente dedicato a una lingua.

L’Edificio Martinelli è stato il primo grande grattacielo costruito in città tra gli anni ’20 e ’30 del Novecento. Fu realizzato da Giuseppe Martinelli, un immigrato italiano arrivato povero a San Paolo e poi diventato ricchissimo. Una delle tante storie di immigrazione italiana, della quale è conservata la documentazione storica nel Memoriale dell’immigrato, museo situato a Bras, quartiere a forte presenza di immigrati italiani. Da vedere, poi, il Museo d’arte di San Paolo. Gli altri quartieri di San Paolo dove si concentrò la presenza di italiani sono Bixiga e Mooca, che ancora oggi mantengono un’influenza italiana. La presenza di nostri connazionali fu comunque distribuita in tutta la città. Quello di Libertade, invece, è il quartiere degli immigrati giapponesi, passeggiare qui vi farà sentire fuori dal Brasile, catapultati in una città giapponese.

Una nuova attrattiva turistica di costruzione recente è il Tempio di Salomone della confessione religiosa Chiesa universale del regno di Dio, terminato nel 2014.

Il centro di San Paolo è Praça da Sé, la piazza dove si svolgono i principali eventi cittadini, un grande giardino con sculture e fontane. Si trova vicino alla cattedrale.

Teatro Municipal di San Paolo del Brasile (Pedro Angelini, CC BY 2.0, Wikicommons)

Guida di San Paolo del Brasile: cosa fare

San Paolo è una città estremamente vitale, con molti eventi culturali, manifestazioni, mostre e spettacoli. Gli eventi principali si svolgono nei teatri, musei, gallerie e istituzioni culturali della città.

Locali e shopping

San Paolo ha molti locali per il divertimento. Ristoranti, bar, discoteche. Soprattutto è lo shopping che la fa da padrone, con il pittoresco e caratteristico Mercado Municipal de São Paulo, il Mercato coperto, tra le principali attrazioni turistiche della città. Sui suoi banchi si trova una incredibile varietà di prodotti, tra carne, cereali, frutti tropicali e verdure esotiche. Il mercato coperto è situato nella zona centrale di Várzea do Carmo, la struttura che lo ospita fu costruita tra il 1928 e il 1933 su disegno dell’architetto Felisberto Ranzini. Infine, in città si trovano tantissimi altri mercati, centri commeciali e shopping center.

Guida di San Paolo del Brasile: informazioni pratiche

Quando andare

San Paolo del Brasile ha un clima subtropicale e umido temperato. Piove molto e le temperature non sono mai troppo elevate. Comunque la temperatura è mite, in estate raramente vengono superati i 30°, mentre in inverno (che coincide con la nostra estate) le temperature non scendono mai sotto zero. I mesi più caldi, da ottobre a marzo, sono anche quelli più piovosi. Quindi il periodo più asciutto e migliore per visitare la città è luglio e agosto.  Il clima è fresco, ma mai troppo freddo.

Come arrivare

San Paolo si raggiunge in aereo, con i voli delle principali compagnie aree intercontinentali. I voli internazionali atterrano all’Aeroporto internazionale di Guarulhos, a 50 km dal centro.

In città ci si sposta con i treni della capillare rete metropolitana, sicura ed efficiente. Per altri punti più periferici di San Paolo e le città vicine c’è sistema ferroviario urbano.

Guida di San Paolo del Brasile: video

Tags:

Altri Articoli Interessanti: