Home Mete Top Meta top d’Europa 2020: Colmar è European Best Destination

Meta top d’Europa 2020: Colmar è European Best Destination

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:53
CONDIVIDI

Meta top d’Europa 2020: è Colmar, in Alsazia, la European Best Destination da visitare quest’anno.

meta top europa 2020
Colmar, Alsazia (iStock)

Come ogni anno è uscita la selezione delle migliori mete d’Europa da visitare durante l’anno. Si tratta della European Best Destination 2020 e ad aggiudicarsi il primo posto in questa edizione è la meravigliosa città di Colmar, la Petite Venise dell’Alsazia.

Lo scorso anno era Budapest, mentre la splendida Monte Isola, l’isola montuosa del Lago d’Iseo, si era classificata terza. Scopriamo le altre località presenti nella classifica European Best Destination 2020 e come si piazza l’Italia. Il riconoscimento viene assegnato alle località con la migliore promozione della propria immagine.

Meta top d’Europa 2020: Colmar è European Best Destination

Il titolo di European Best Destination (EBD) è molto ambito dalle località turstiche del Vecchio Continente perché è un riconoscimento importante che da visibilità ma soprattutto è un premio che viene direttamente dal pubblico. Sono i turisti, infatti, a scegliere con un voto online le migliori destinazioni di viaggio in Europa. Ad essere premiate sono le località che oltre all’offerta turistica hanno saputo promuoversi meglio, soprattutto attraverso i social media. Il fatto che quest’anno nella top 10 non ci sia nessuna località italiana deve far riflettere sulla promozione turistica nel nostro Paese. Evidentemente va fatto molto più.

Nelle 15 località selezionate per la European Best Destination 2020 troviamo Roma all’undicesimo posto. Ecco la classifica.

1. Colmar, Francia

meta top europa 2020
Colmar, Alsazia (iStock)

È l’incantevole cittadina medievale di Colmar, in Alsazia, ad aggiudicarsi il titolo di European Best Destination 2020. La meta top d’Europa da visitare quest’anno, secondo un sondaggio condotto tra i turisti del Vecchio Continente. Nel 2018 era arrivata terza. Chiamata anche la Petite Venise, la Piccola Venezia, per i canali che l’attraversano, Colmar è la cittadina più caratteristica, con le stradine acciottolate sulle quali si affacciano le tipiche case medievali a graticcio, tutte colorate. Da non perdere nel periodo natalizio, quando le sue vie si animano delle bancarelle di pittoreschi mercatini. Colmar sorge ai piedi del Massiccio del Vosgi ed è capoluogo del dipartimento dell’Alto Reno, nella regione Grand Est.

Tra gli edifici di pregio del suo centro storico, segnaliamo la Maison Pfister, risalente alla prima metà del 1500, con affreschi e balconi in legno e la Maison des Tetes, sulla cui facciata sono raffigurati oltre 106 animali. Da vedere anche l’Ancienne Douane, l’Antica Dogana, palazzo del 1480, Monumento Nazionale di Francia, esempio di arte rinascimentale e antico centro economico della città. La Collegiata di San Martino, detta anche Cattedrale di San Martino, è uno splendido esempio di arte gotica, costruita intorno alla metà del 1200.

2. Atene, Grecia

Atene, l’acropoli con il Partenone (iStock)

Al secondo posto, grande rinvincita per Atene. La capitale della Grecia, che negli ultimi anni non è mai mancata dalla classifica European Best Destination, conquista finalmente il podio. Una rinascita assolutamente meritata, dopo gli anni più duri della crisi greca. Atene è un incredibile museo a cielo aperto, dall’Acropoli alle aree archeologiche che la circondano, ma è anche diventata il centro di una nuova scena artistica, in pieno rinnovamento. Città sospesa tra mondo antico e futuro, Atene è celebre per la sua ospitalità, nota come “xenia“, un concetto inventato proprio dagli ateniesi. Lasciatevi travolgere dall’atmosfera contagiosa del quartiere di Plaka.

Leggi anche –> Weekend ad Atene: le attrazioni che non potete perdervi

3. Tbilisi, Georgia

meta top europa 2020
Tbilisi, Georgia (iStock)

Meno conosciuta, ma da qualche tempo meta di grande tendenza è la capitale della Georgia, Tbilisi, che si piazza sul terzo gradino del podio di mete top d’Europa 2020. Come Atene è una città dalle origini antichissime, risalenti addirittura a seimila anni fa. Dal 1991 con la Georgia è diventata indipendente dalla vecchia Unione Sovietica e da qualche anno sta cercando di rinnovare la propria immagine, rilanciando la sua cultura, anctica e contemporanea. Il suo fascino è dato dall’essere una città sospesa tra Oriente e Occidente, tra Asia ed Europa.

A Tbilisi si trovano chiese cattoliche, sinagoghe e moschee, insieme a palazzi storici, torri, castelli e teatri con un cartellone ricchissimo di eventi, in un concentrato di sitili medievale, neoclassico, razionalista, sovietico e moderno. Dall’antica Chiesa di Metekhi allo spettacolare e avveniristico Ponte della Pace sul fiume Mtkvari, passando per le terme e la maestosa statua di Kartlis Deda, protettore della città, che domina il centro storico da un colle. Da non perdere la sua varia e golosa cucina che ha preso il meglio di tutte le influenze culturali.

Le altre mete top d’Europa

4. Vienna. Austria

Vienna
Vienna (iStock)

Al quarto posto della classifica troviamo la bellissima e intramontabile Vienna. La capitale austriaca, sempre più collegata all’Italia dai voli low cost, ha tantissimo da offrire, dai suoi viali eleganti, ai caffè storici e un vastissimo patrimonio storico artistico, tra palazzi antichi, musei pieni di capolavori, residenze reali, teatri e chiese, nella città più vivibile d’Europa. Da vedere assolutamente il sontuoso Castello di Schönbrunn, con lo zoo più antico del mondo.

Leggi anche –> Guida di Vienna: le cose da vedere e fare in due giorni

5. Cascais, Portogallo

Cascais, Portogallo (iStock)

Affacciata sull’Oceano Atlantico, Cascais, in Portogallo, è una delle località balneari più occidentali d’Europa. È stata residenza estiva della casa reale portoghese, circondata da una natura selvaggia, è popolata da case e palazzi eleganti, come il palazo di Mafra, una piccola reggia. Da vedere il Faro di Santa Marta, oggi un museo, al Casa das Histórias-Paula Rego (museo di arte contemporanea), il Museum Quarter e il palazzo fonfo gotico Condes de Castro Guimarães. Tutto intorno trovate aree naturali protette e il Parco di Sintra che è Patrimonio Unesco, poi boschi, lagune, dune e baie, fino allo spettacolare Cabo de Roca, il punto più a Ovest d’Europa.

6. Sibiu, Romania

Sibiu, Transilvania, Romania (iStock)

Tra le mete top dell’anno si piazza tra le prime dieci destinazioni anche l’affascinante città romena di Sibiu. Un’altra antica città europea, che in passato fu un importante centro commerciale dell’impero austro-ungarico e ospitò l’ospedale più antico della Romania, la prima scuola romena documentata, il primo teatro nazionalee anche il primo museo ancora attivo della Romania moderna, il Museo Brukenthal, risalente al 1817. Nel 2007, non a caso, è stata Capitale Europea della Cultura. La sua parte più caratteristica è la Città alta, dove si trovano gli edifici storici, come il Palazzo del Consiglio, con la Torre fortificata, la Casa Blu e la Chiesa dei Gesuiti.

7. Namur, Belgio

Namur, Belgio (iStock)

In classifica torna ancora il Belgio, quest’anno con la città di Namur, dopo la vicina Dinant lo scorso anno. Situata in Vallonia, sulla confluenza dei fiumi Sambre e Mosa, a pochi chilometri da Charleroi, Namur è il centro amministrativo della regione. Città di origini militari, è famosa per la sua Cittadella, una fortezza d’origine romana modificata pe le esigenze di difesa dei merovingi, proprio quest’anno sarà inaugurata una funivia che la collegherà alla Namur moderna. Da vedere anche il Belfort, la torre campanaria, tipica del Belgio, inserita nel circuito dei campanili di Francia e Belgioriconosciuto Patrimonio Unesco.

8.Rijeka (Fiume), Croazia

Rijeka (Fiume), Croazia (iStock)

All’ottavo posto troviamo la croata Rijeka, Fiume, città sull’alltra sponda dell’Adriatico da visitare quest’anno perché scelta come Capitale Europea della Cultura 2020 insieme all’irlandese Galway. La città è ricca di storia e monumenti e affacciata sul Golfo del Quarnaro. Il suo cuore è il Korso, Corso, dal quale si snodano le stradine e viuzze che salgono sulle alture alle spalle del centro. Fiume è caratteristica per i suoi edifici in stile veneziano.

9. Parigi, Francia

Torre Eiffel
Parigi (Foto di Pete Linforth via Pixabay)

Al nono posto delle migliori detinazioni europee per il 2020 troviamo l’immancabile Parigi. La Ville Lumière non ha bisogno di presentazioni, la sua grandeur è intramontabile, nonostante i problemi dell’ultimo anno dovuti alle manifestazioni di protesta che l’hanno messa a dura prova. Parigi, però, vale sempre un viaggio, che sia una settimana di vacanza o anche solo un weekend. Per una passeggiata lungo la Senna o un giro in bateaux mouche sulle sue acque, una visita alla Tour Eiffel, la tappa in uno dei suoi pittoreschi bistrot o in una golosa creperie. Infine, il giro dei musei, a cominciare dal Louvre e lo shopping tra boutique e mercatini.

Leggi anche –> Parigi: come visitare la città in un modo unico e insolito

10. Bydgoszcz, Polonia

Bydgoszcz, Polonia (iStock)

Chiude la top 10 delle migliori destinazioni europee del 2020, la città poacca di Bydgoszcz, dal nome impronunciabile, ma tanto affascinante e vivace da meritare assolutamente una visita. Si triva tra Danzica e Poznan ed è attraversata dal fiume Brda. Come altre città della Polonia, il suo centro si sviluppa attorno al Rynek, la piazza del mercato. Caratterirsitici sono i suoi antichi edifici con le pareti a graticcio, ma Bydgoszcz è anche una città moderna e innovativa. La vita si svolge lungo il fiume, tra gare di nuoto e canottaggio e un Festival acquatico. La città è anche un importante centro in Europa per la musica jazz.

11.Roma, Italia

Roma, il Colosseo (iStock)

Finalmente, anche se fuori dalla top 10, troviamo una città italiana nella clasifica delle migliori destinazioni turistiche europee del 2020. Quest’anno tocca a Roma. La Città Eterna, si sa, è una meta ambitissima e amatissima dai viaggiatori di tutto il mondo e nonostante gli annosi problemi, continua ad essere desiderata e visitata. La promozione, grazie anche alle tante iniziative dei musei e alle mostre, è stata premiata. Sono tante le attività in programma a Roma quest’anno, a cominciare dalla grande mostra su Raffaello Sanzio alle Scuderie del Quirinale in apertura ai primi di marzo.

12. Hévíz, Ungheria

Lago di Heviz (Ungheria)
Lago di Heviz (Ungheria)

La piccola e graziosa Heviz, in Ungheria, si affaccia sull’omonimo lago situato a pochissimi chilometri dal suggestivo Lago Balaton, nei pressi della sua sponda sudoccidentale, e dal suo Parco Nazionale. Il Lago di Hévíz è il lago termale naturale più grande al mondo, corcondato da una foresta fiabesca. Lo stabilimento termale è al centro del suo bacino e immersi in un paesaggio ricco di fascino ci si potrà rilassare nelle acque fumanti dalle proprietà benefiche. Hévíz non a caso significa “acqua calda” ed è la destinazione più visitata dell’Ungheria dopo Budapest.

13. Cork, Irlanda

Cork, Irlanda (iStock)

Piccola ma ricca di storia e con un paesaggio pittoresco che la rende una meta incantevole, per andare alla scoperta delle radici e della bellezza autentica dell’Irlanda. Stiamo parlando di Cork, la seconda città della Repubblica d’Irlanda e la terza dell’isola, dopo Belfast. Sorge all’estremità meridionale dell’Irlanda, sulla foce del fiume Lee ed è la città natale dell’eroe nazionale Michael Collins. La sua strada principale si chiama St. Patrick Street, dove trovare la birra e il whisky migliore. Mentre sulla Grand Parade si trova la zona dei negozi. Caratteristica è la torre campanaria di Shandon, in pietra arenaria rossa e in calcare bianco, chiamata “The four-faced liar”, Il bugiardo dalle quattro facce, perché ha quattro orologi settati su altrettanti fusi orari differenti. Da vedere la catterdale neogotica di San Finbar.

14. Rochefort Océan, Francia

Saint-Martin-de-Ré, Charente Marittima, Rochefort Océan (Rundvald, CC BY-SA 4.0, Wikicommons)

Tornando sulle sponde dell’Oceano Atlantico, ma più a nord, una delle destinazioni europee da visitare quest’anno è la regione di Rochefort Océan, un’area nel dipartimento della Charente Marittima che comprende diverse località affacciate sulla costa e le isole dirimpettaie. Sull’estuario del fiume Charente sorge la cittadina di Rochefort, nata nel XVII secolo con funzioni miliari, quando qui fu realizzato l’arsenale marittimo più grande di Francia, sede di scuole navali e della Marina francese. Accanto agli antichi edifici miliatri e i baluardi si staglia in tutta la sua imponenza la costa oceanica della Francia, con el sue straordinarie bellezze naturali e le isole d’Oléron, de Re, d’Aix. L’ultima un’isolotto, le altre, più grandi, collegate alla terraferma dalla strada. Le spiagge si alternano a zone paludose, dove vivono diverse specie di uccelli, ideali per gli amanti del bird-watching e per il turismo ambientale, tanto da essere indicata dalla Commissione Europea come meta ecosostenibile.

15. Minorca, Spagna
spiagge minorca

Chiude la top 15 della classifica Best Europea Destination 2020 l’isola di Minorca, nell’arcipelago delle Baleari. La seconda isola dell’arcipelago dopo Maiorca. Minorca è un piccolo paradiso naturale, tra spiagge bianchissime, macchia mediterranea, calette rocciose e un mare color turchese e smeraldo. La meta ideale se cercate bellezza paesaggistica e tranquillità, lontano dalle più caotiche Maiorca e Ibiza. Il capoluogo, Mahón, sorge al termine di una lunga insenatura, sul versante orientale, ai margini del Parc Natural de s’Albufera des Grau. È un’isola selvaggia, con poche strade. Gli altri centri sono Sant Lluís, con l’antico villaggio di Binibeca, Es Castel, com il pittoresco porticciolo, Alaior, con la spiaggia bianca di Son Bou, Es Mercada e la Ciutadella nel centro dell’ominima città di Minorca. Dal Monte Toro, a 357 metri, si ammira tutta l’isola nella sua estensione.

Leggi anche –> Guida delle Isole Baleari: dove andare e cosa fare

Per ulteriori informazioni: www.europeanbestdestinations.com/european-best-destinations-2020

Colmar (iStock)