Luca Sacchi, Paolo Pirino ‘scarica’ il complice: “Non sapevo fosse armato”

Luca Sacchi, Paolo Pirino ‘scarica’ il complice Valerio Del Grosso e spiega: “Non sapevo fosse armato”, il ruolo della madre di uno dei killer.

(Facebook)

Ci sarebbero novità per il delitto di Luca Sacchi, il ragazzo di 25 anni ferito alla testa dopo aver provato a sventare una rapina e difeso la sua fidanzata. Per l’omicidio, sono stati arrestati Valerio Del Grosso e Paolo Pirino. Si sarebbe rivelata decisiva la testimonianza della mamma di uno dei due 21enni, Valerio. La donna, preoccupata dagli atteggiamenti del figlio, si è recata in un commissariato accompagnata dall’altro figlio e ha sporto denuncia.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Paolo Pirino si autoassolve per l’omicidio di Luca Sacchi

Valerio Del Grosso, papà di un figlio piccolo, dunque si trova nei guai proprio grazie al coraggio di sporgere denuncia della mamma. Sicuramente quella della donna non è stata una scelta semplice, ma la signora avrebbe affermato che preferisce sapere suo figlio in carcere, piuttosto che tra i pusher. D’altra parte, l’accaduto è di particolare gravità e la coscienza della donna non poteva restare in silenzio.

Il figlio ha premuto il grilletto e ha ucciso un ragazzo di qualche anno più grande: un gesto terribile e senza giustificazioni. Ora la posizione di Valerio Del Grosso, incensurato, viene complicata da quelle che sarebbero le dichiarazioni del suo complice. Infatti, Paolo Pirino avrebbe spiegato di essere andato a fare una rapina. Avrebbe negato anche di essere a conoscenza che il complice fosse armato. A riferirlo, è l’Adnkronos, che lo apprende da ambienti investigativi.