CONDIVIDI
10 isole bellissime
Kabira Bay, Ishigaki, Isole Yaeyama, Giappone (By 663highland – Own work, CC BY 2.5, Wikicommons)

Le 10 isole bellissime e poco conosciute nel mondo: ecco dove andare per scoprire delle autentiche meraviglie

Il mondo è pieno di isole fantastiche, grandi e piccole, in mari calmi o in oceani agitati, calde e fredde, tropicali o antartiche, continentali, mediterranee, lacustri. Isole accanto alle coste o in mezzo all’Oceano protette da atolli. In ogni caso luoghi fantastici, assolutamente da visitare. Vi abbiamo proposto diverse guide su bellissime isole greche, altre isole del Mar Mediterraneo e così via. Oltre a quelle più famose, tuttavia, esistono tante isole meravigliose, ma poco conosciute. Arcipelaghi fuori dalle grandi rotte turistiche, piccole isole poco frequentate o irraggiungibili perché sperdute. Qui ve ne segnaliamo alcune.

Isole Yaeyama, Mar Cinese, Giappone

10 isole bellissime
Kabira Bay, Isola di Ishigaki, Giappone (iStock)

Un paradiso tropicale, o quasi, in Giappone. Sono le sorprendenti Isole Yaeyama, situate nel sud del Paese, nel Mar Cinese Orientale, non lontano dall’isola di Taiwan. Offrono vegetazione rigogliosa, mare turchese e spiagge bianche, protette da barriere coralline. Sono un paradiso naturale incontaminato. Non sono facilissime da raggiungere, per via della zona appartata in cui sorgono, ma non sono nemmeno impossibili da raggiungere e meritano una visita. Comunque, sono state segnalate mete emergenti del 2018 dalla “Travelers Choice destination on the Rise 2018” di TripAdvisor. Da non perdere l’isola di Ishigaki, con la magnifica Kabira Bay che sembra un paradiso caribico.

Pitcairn, Oceano Pacifico, Regno Unito

Pitcairn Island, St. Pauls Point (Makemake, CC BY-SA 3.0, Wikipedia)

Più che un’isola poco conosciuta è proprio un’isola sperduta, ma d fascino assoluto. Pitcairn, infatti, è l’isola degli ammutinati del Bounty. I suoi abitanti discendono dai marinai del famoso vascello che si ribellarono al loro comandante, nel 1789, per fermarsi a Tahiti. Pitcairn appartiene all’omonimo arcipelago situato al centro dell’Oceano Pacifico Meridionale, a circa metà strada tra Cile e Nuova Zelanda. Un luogo remoto, circondato da vaste distese di acqua, dove le terre più vicine sono l’Isola di Pasqua e gli arcipelaghi di Tuamotou e Gambier della Polinesia francese. Tahiti sorge a 2.200 km a Nord-est di Pitcairn. Le isole dell’arcipelago sono quattro: Pitcairn, Henderson, Oeno e Ducie e appartengono al Regno Unito, nell’ambito dei territori britannici d’oltremare. Per arrivare qui il viaggio è molto lungo: da Tahiti si prende un volo interno per l’isola di Mangareva, nell’arcipelago di Gambier, quindi a Mangareva raggiungere il villaggio Rikitea, dove prendere la nave Claymore II che parte per Pitcairn una volta ogni tre mesi. Buona avventura.

Westray e Papa Westray, Mare del Nord, Scozia

Isola di Westray, Orcadi, Scozia (Isla17, CC BY-SA 2.0, Wikicommons)

Nel Mare del Nord, al largo delle coste settentrionali della Scozia, sorge l’affascinante arcipelago delle Orcadi. L’arcipelago comprende anche due selvagge isolette collegate tra loro dal volo più corto del mondo. Sono le isole di Westray e Papa Westray, distanti meno di 3 km e collegate dal volo di un piccolo aereo postale della durata di 90 secondi. Westray è l’isola più nord-occidentale delle Orcadi, chiamata anche la “regina delle isole”. Il suo territorio è ricoperto di prato verdissimo, con scogliere scure e ripide a picco sul mare, ma anche tratti di sabbia. Da vedere anche per le rovine del Nortland Castle e per il faro di Noup Head. Davanti alla costa settentrionale sorge l’isola più piccola di Papa Westray, anch’essa verde e selvaggia, con i resti di un importante insediamento del Neolitico denominato Knap of Howar.

Sylt, Mare del Nord, Germania

Isola di Sylt, Mare del Nord, Germania (Otto Domes, CC BY-SA 4.0, Wikicommons)

Sempre nel Mare del Nord, ma in Germania, troviamo al largo delle coste dello Schleswig-Holstein., vicino al confine con la Danimarca, l’isola di Sylt, che insieme a Föhr, Amrum, Nordstrand e Pellworm, appartiene allla parte tedesca delle isole Frisone Settentrionali. Sylt un tempo faceva parte della terraferma, ma a causa dell’erosione del Mare del Nord, che continua, è diventata un’isola. Sylt, con le sue spiagge di sabbia bianca, è chiamata anche la Costa Azzurra della Germania; grazie alla Corrente del Golfo gode di un microclima caldo.

Isola di Ré, Oceano Atlantico, Francia

Isole di Ré, Francia (Jebulon, Wikicommons)

Un gioiellino di isola, poco conosciuta, al largo della costa francese atlantica, davanti alla città di La Rochelle, è l’Isola di Ré. Poco conosciuta da noi, ma molto frequentata dai francesi. Si caratterizza per le sue ampie spiagge sabbiose, interessate dal fenomeno della bassa e alta marea, tanto che la sua larghezza varia tra i 7 m e i 5 km. Caratteristici i villaggi di pescatori che la popolano con le casette bianche dalle persiane verdi e blu e i tetti in terracotta. La specialità gastronomica dell’isola sono le ostriche. il centro principale è Saint-Martin-de-Ré, patrimonio Unesco per le fortificazioni. L’isola del Ré è collegata alla terraferma da un ponte lungo 3 km.

Linosa, Mar Mediterraneo, Italia

Isola di Linosa (fab. – linosa_4Uploaded by Markos90, CC BY 2.0, Wikicommons)

Non proprio sconosciuta, almeno per noi italiani, ma sicuramente trascurata per altre isole più famose del Canale di Sicilia, come Lampedusa e Pantelleria. L’isola di Linosa è una meta tutta da scoprire. È un’isola vulcanica che sorge al centro del Mediterraneo tra le coste della Sicilia e della Tunisia. Ha una superficie di 6 kmq e insieme a Lampedusa e Lampione appartiene all’arcipelago delle Pelagie. Linosa è un piccolo paradiso in terra, con una natura imponente e selvaggia e un mare di straordinaria bellezza, dall’acqua blu e smeraldo. L’isola è collegata via mare da Porto Empedocle.

Schinoussa, Mar Egeo, Isole Cicladi

Schoinoussa, Piccole Cicladi (Zde, CC BY-SA 3.0, Wikicommmons)

Le Isole Cicladi, nel Mar Egeo, sono famosissime e meta di vacanza di tanti turisti da tutto il mondo. Le più famose su tutte sono Mykonos e Santorini, poi ci sono Naxos, Paros e Ios. Tra queste si trovano anche isole più piccole e meno note ma che rappresentano delle autentiche meraviglie, isole dove trovare pace e tranquillità, immergendosi in una natura spettacolare. Caratteristica che appartiene all’arcipelago delle Piccole Cicladi, nelle quali segnaliamo la graziosa Schinoussa, vicina a Iraklia. Qui trovate la Grecia più autentica e una delle mete più ambite dai velisti, grazie al vento.

Isola de Providencia, Mar dei Caraibi, Colombia

Isola de Providencia, Mar dei Caraibi, Colombia (Felviper, CC BY-SA 4.0, Wikicommons)

Piccola e bellissima isola del Mar dei Caraibi, Isola de Providencia appartiene all’arcipelago di San Andrés, della Colombia, seppure sia più vicina alle coste del Nicaragua. Più isola caraibica che sudamericana, dove si parla spagnolo, inglese e creolo. Isola de Providencia è protetta da una meravigliosa barriera corallina dall’acqua turchese brillante che fa da contrasto con il verde intenso della rigogliosa vegetazione sulla terraferma. Un angolo di paradiso.

Lissa, Mare Adriatico, Croazia

Vis (Croazia)

Lissa o Vis è un’isola dell’arcipelago dalmata, in Croazia, conosciuta me meno frequentata di altre isole più famose come Lesina (Hvar) e Brac. È l’isola più esterna dell’arcipelago e offre ancora una natura incontaminata, circondata dal blu e smeraldo del mare e ricoperta di vegetazione rigogliosa. Caratteristico il villaggio di pescatori di Komiža o Comisa, dove fermarsi a mangiare pesce fresco e ammirare il Monastero di San Nicolò. L’isola si raggunge con il traghetto da Spalato.

La Graciosa, Oceano Atlantico, Spagna

Playa de las Conchas, La Graciosa, Canarie (iStock)

La piccola isola di La Graciosa, si trova nell’arcipelago delle Canarie, ma è meno conosciuta delle altre isole più famose. Si trova al largo della punta settentrionale della costa di Lanzarote, della cui amministrazione fa parte, ed è abitata da poco più di 658 persone. La Graciosa è visitabile con escursioni da Lanzarote e negli anni sta diventando una meta turistica importante. Il centro con i servizi turistici principali è La Caleta del Sebo. L’isola offre grandi spiagge di sabbia battute dall’Oceano e dai venti. Una di queste spiagge, Playa de las Conchas, stata inclusa nella lista delle 21 spiagge più belle del mondo.

Leggi anche –> Le isole più belle del mondo: la top 15 dei sogni

A cura di Valeria Bellagamba