CONDIVIDI
New York City (iStock)

Voli low cost Usa: nuove occasioni per partire dall’Italia. Le tratte da tenere d’occhio.

Continuano a crescere le offerte di voli low cost per gli Stati Uniti e il Nord America. Voli in partenza non solo dalle principali città europee, ma anche dall’Italia. La prima ad inaugurare le rotte low cost per gli Usa era stata la Norwegian Air, con il primo volo da Roma a New York decollato a novembre 2017.

L’offerta è subito cresciuta con l’arrivo di nuove compagnie e nuove tratte low cost, anche per la California, Los Angeles e San Francisco, e con partenze anche da Milano.

A questi si aggiungono i nuovi voli low cost per i paradisi tropicali, come Papeete a Tahiti e Punta Cana in Repubblica Dominicana, in partenza dall’aeroporto di Parigi Orly. Ricordiamo anche la nuova tariffa low cost di British Airways su tratte a lungo raggio per viaggiare da Londra in tutto il mondo: Austin, Boston, Denver, Oakland e Philadelphia negli Stati Uniti, Punta Cana nella Repubblica Dominicana e poi Delhi, Hong Kong, Dubai e Singapore in Asia.

Ora nuove occasioni di volare low cost per gli Stati Uniti arrivano dalla compagnia tedesca Lufthansa. Dalla prossima estate Lufthansa introdurrà la tariffa Economy Light nelle tratte tra Europa e Nord America operate dal gruppo, incluse quindi le compagnie Swiss, Austrian Airlines e Brussels Airlines.

Lo ha comunicato Lufthansa in un comunicato. La tariffa Light era stata già testata da ottobre 2017 su alcune rotte selezionate tra i Paesi scandinavi (Svezia, Danimarca, Norvegia) e il Nord America. La tariffa Economy Light è già in vigore sulle rotte europee dal 2015.

Lufthansa non ha ancora svelato il prezzo base della nuova tariffa Economy Light per il Nord America (che sulle rotte europee parte da un minino di 89 euro), ma dovrà fare i conti con i circa 169 euro proposti da Norwegian e i 179 di Wow Air, la compagnia islandese altra competitor sui voli low cost per gli Usa.

La tariffa Economy Light è la più bassa disponibile e prevede solo il bagaglio a mano, senza alcuna flessibilità. L’aggiunta del bagaglio da imbarcare a stiva e la scelta del posto a sedere si pagano a parte. Pare comunque che la nuova tariffa low cost di Lufthansa per il Nord America includerà anche il servizio di pasti e bevande a bordo senza costi aggiuntivi.

La tariffa Economy Light o Basic è prevista anche da altre compagnie, come Delta Air Lines, Air France-Klm, Alitalia, British Airways, Virgin Atlantic, American Airlines. Si paga di meno rispetto a un posto ordinario in Economy, ma a differenza di questa si potrà salire a bordo soltanto con un trolley (di massimo 8 chilogrammi). Tutto il resto bisognerà pagarlo a parte.

Non si conosce ancora nemmeno il costo dei servizi che si pagano a parte, ma ad esempio all’interno dell’alleanza transatlantica Delta-Air France/Klm-Alitalia la valigia in stiva costa una spesa extra di 100 euro, mentre la scelta/modifica del posto 40 euro. Costi extra impegnativi, sui quali le compagnie puntano per fare profitti e coprire le spese di viaggio, non coperte dal solo prezzo del biglietto.

Nonostante i limiti e alcuni inevitabili costi extra, viaggiare con le nuove traiffe low cost per gli Usa sarà comunque conveniente per i passeggeri

Ricordiamo, infine, gli altri voli low cost in partenza dall’Italia:

A cura di Valeria Bellagamba