CONDIVIDI
Norwegian Airlines

Dopo gli annunci dei mesi scorsi parte finalmente il primo volo low cost dall’Italia agli Stati Uniti. Il volo decolla oggi pomeriggio, giovedì 9 novembre, da Roma Fiumicino diretto a New York Newark, con la compagnia Norwegian Air. Un decollo per il quale c’è molta trepidazione perché inaugura l’era dei voli low cost tra Italia e Usa.

Norwegian Air, emergente compagnia aerea in Europa e terzo vettore low cost dopo Ryanair e easyJet, ha ingaggiato una lunga battaglia legale con le compagnie aeree americane che hanno strenuamente difeso il proprio business sull’Atlantico. Alla fine la piccola e combattiva compagnia aerea norvegese l’ha spuntata e oltre a portare italiani negli Usa a prezzi mai visti prima, porterà anche molti americani in Europa a tariffe stracciate. Con il volo di oggi verso gli Stati Uniti, Norwegian inaugura le rotte intercontinentali, allargandosi dal medio raggio. La compagnia ha una base all’aeroporto romano di Fiumicino

Dopo il volo inaugurale per New York del 9 novembre, decollerà già sabato 11 novembre quello da Roma a Los Angeles, mentre il 6 febbraio 2018 partirà il volo low cost per San Francisco-Oakland. Il costo medio dei collegamenti, è inferiore ai 380 euro andata e ritorno, con servizi al minimo, e minore di 890 in classe “premium”, tariffa che comprende bagagli e cibo a bordo.

I voli low cost di Norwegian Air diretti negli Usa partono dall’Irlanda, dall’Italia e dagli altri Paesi continentali.

I voli Norwegian Air in partenza da Roma:

  • 5 per gli Stati Uniti: New York (Newark e JFK), Los Angeles, Fort Lauderdale e San Francisco (Oakland).
  • due verso la Norvegia: Oslo e Bergen;
  • due per la Svezia: Stoccolma e Göteborg;
  • uno verso la Danimarca: Copenaghen;
  • uno diretto in Finlandia: Helsinki.

In complesso ci sono fino a 57 destinazioni, raggiungibili da Roma Fiumicino con Norwegian Air, non tutte a prezzi stracciati.

Oltre a Fiumicino, Norwegian ha 26 basi europee e una flotta di 143 aerei, di cui 115 Boeing 737-8 e 20 Boeing 787 Dreamliner (quasi un terzo delle parti dell’aereo nasce in Italia), a cui saranno aggiunti, nei prossimi anni, più di 200 nuovi aeromobili che costituiscono il più grande ordine di acquisto nella storia del mercato aereo europeo. L’età media degli aerei è di 3,6 anni.Nella base di Roma si trova un Dreamliner che, nel prossimo febbraio, verrà affiancato da un aeromobile gemello. Con l’entrata in servizio del secondo Boeing, il calendario voli verso gli Usa vedrà aggiungersi collegamenti 7 giorni su 7 verso New York–Newark, 3 verso Los Angeles e 2 per Oakland-San Francisco.

Recentemente la compagnia aerea norvegese ha “scippato” a Ryanair un numero considerevole di piloti, mettendo nei guai il vettore low cost irlandese, costretto alla improvvisa cancellazione di centinaia di voli. Le condizioni contrattuali ed economiche di Norwegian Air sono infatti decisamente migliori di quelli di Ryanair e i piloti ne hanno approfittato subito appena si sono aperte nuove posizioni. Norwegian ha stretto un accordo con i sindacati italiani di piloti e assistenti di volo e aderisce  alle normative sul welfare e contribuzione in vigore nel nostro Paese.

Nei primi sei mesi del 2017, Norwegian Air ha trasportato 15,28 milioni di passeggeri (+13% rispetto allo stesso periodo del 2016). Nel periodo gennaio – ottobre 2017, i passeggeri trasportati sono stati a 28,23 milioni (+13,4% sul 2017). Infine tra ottobre 2016 e ottobre 2017, il vettore ha trasportato 32,64 milioni di passeggeri con un incremento del 14% (ottobre 2016–ottobre 2017 su ottobre 2015–ottobre 2016). Il tasso di riempimento medio degli aerei è vicino al 96%. Una compagnia in forte crescita.