ViaggiNews

Guida di Creta: le spiagge più belle dell’isola greca

giovedì, 1 giugno 2017

guida di creta

Guida di Creta: Spiaggia di Balos (iStock)

Vi abbiamo proposto la nostra guida generale alla Grecia e quella della stupenda isola di Creta. Ora vi portiamo sulle spiagge più belle e imperdibili della più grande isola greca. Ecco dove andare per la vostra indimenticabile vacanza di mare.

Guida di Creta: le spiagge più belle

Ecco le spiagge più belle e imperdibili di Creta.

Laguna di Balos

Balos Lagoon, Chania, Creta (iStock)

La spiaggia della Laguna di Balos è una delle più belle e spettacolari della Grecia e dell’intero Mediterraneo. Si trova nella parte più occidentale dell’isola di Creta, sulla penisola di Gramvousa, tra Capo Gramvousa e Capo Tigani. Una spiaggia meravigliosa, con sabbia finissima bianca e rosa, dune ricoperte di vegetazione e un mare limpido color turchese acceso con fondale bassissimo. La spiaggia si affaccia davanti all’isolotto di Tigani sul quale sorge il rudere di una chiesetta. L’isolotto è collegato alla penisola di Gramvousa da una sottile striscia rocciosa e dalla spiaggia che chiudono un tratto di mare formando la laguna. L’isolotto vicino alla riva e raggiungibile a piedi attraverso la striscia di sabbia o il basso fondale marino ricorda la spiaggia dei Conigli di Lampedusa. Il basso fondale rende la spiaggia di Balos ideale per bambini, tuttavia non è così agevolmente accessibile. Si arriva qui via mare, con trasporto organizzato in barca in partenza da Kissamos oppure percorrendo un lungo sentiero sterrato dissestato, a picco sul mare, sulla penisola di Gramvousa, e poi una lunga discesa a piedi dal parcheggio per le auto, che al ritorno è una ripida salita. Le escursioni in barca, poi, comprendono anche una sosta all’isolotto di Gramvousa, più a nord, dove si trovano i resti di una spettacolare fortezza veneziana.

Elafonissi

Spiaggia di Elafonissi, Creta (iStock)

La spiaggia di Elafonissi è un’altra meraviglia del Mediterraneo. Sorge lungo la costa sud-occidentale dell’isola di Creta e anche qui troviamo una spiaggia dal fondale basso, collegata da una lunga striscia di sabbia e rocce all’omonimo isolotto che le sorge davanti e sul quale si trova la chiesetta di Agia Irini. La particolarità di Elafonissi, oltre alla stupefacente bellezza paesaggistica, sta nella sabbia finissima bianca e rosa, per la presenza di foraminifere, microorganismi che le conferiscono questa suggestiva colorazione. Tutto intorno alla spiaggia e sull’isola di Elafonissi spuntano arbusti della macchia mediterranea. L’isola è riserva naturale. La spiaggia è servita da strutture ricettive e raggiungibile con una strada asfaltata.

Falasarna

Spiaggia di Falasarna, Creta (Jimzoun, CC BY-SA 4.0, Wikicommons)

Sempre sulla costa occidentale di Creta, appena più a sud della penisola di Gramvousa  troviamo la bella spiaggia di Falasarna o Falassarna. Situata in prossimità di un’area protetta e chiusa a nord da un promontorio roccioso, Falasarna è una lunga striscia di sabbia soffice, bianca e dorata, circondata dalla vegetazione mediterranea e delimitata dalle rocce che affiorano dall’acqua cristallina e dal terreno. Il mare è color turchese, ma subito profondo, con onde che attirano anche i surfisti. Ci sono ampi tratti di spiaggia libera. Falasarna è selvaggia e mondana al tempo stesso, grazie alla presenza di due bar che organizzano feste imperdibili per la sera. Un luogo perfetto per ammirare il tramonto.

Damnoni

Spiaggia di Ammoudaki, Damnoni, Creta (Wolfgang Staudt, CC BY 2.0, Wikicommons)

La spiaggia di Damnoni sorge sulla  costa meridionale dell’isola di Creta, nella provincia di Rethymno, in un tratto particolarmente frastagliato, caratterizzato da alti costoni dove si aprono baie e calette suggestive. La spiaggia di Damnoni offre un ampio e lungo arenile di sabbia bianca, bagnato da un mare turchese, servito da diversi stabilimenti balneari, ristoranti, bar, resort e strutture ricettive, c’è anche una piscina. Adiacente alla spiaggia di Damnoni, al di là di un piccolo promontorio roccioso, si apre la deliziosa caletta di Ammoudaki, con sabbia bianca e mare turchese, incastonata tra le rocce. Anche qui troviamo stabilimenti balneari, con un tratto libero sulla riva, frequentato anche da naturisti.

Preveli

Spiaggia di Preveli, Creta (imzoun, CC BY-SA 4.0, Wikicommons)

Sempre lungo la costa meridionale, troviamo la sorprendente spiaggia di Preveli, un arenile sabbioso circondato da alberi di palma, insieme alle tipiche piante mediterranee, chiuso da un’alta montagna a picco sul mare. La spiaggia sorge sulla foce del fiume Megas Potamos ed è compresa nella riserva naturale della Gola di Preveli. Un luogo di bellezza paesaggistica mozzafiato, con sentieri e terrazze panoramiche che si affacciano sulla spiaggia dai vicini costoni rocciosi. La presenza del palmeto autoctono che caratterizza il luogo è valso alla spiaggia il nome inglese di Palm Beach. E’ una delle spiagge più particolari e incantevoli di Creta, tuttavia non è comodissima da raggiungere. Si arriva qui in autobus o in auto, scendendo al parcheggio sovrastante la spiaggia, alla quale si arriva scendendo per un sentiero con 500 scalini tra la roccia. Oppure si arriva qui dal mare. La bellezza del luogo merita comunque la fatica di arrivare qui via terra.

Frangokastello

Spiaggia di Frangokastello, Creta (Marc Ryckaert, CC BY 3.0, Wikicommons)

Molto particolare è anche la spiaggia di Frangokastello, una baia sabbiosa bagnata da un mare trasparente e dal basso fondale, dominata dal suggestivo castello veneziano, perfettamente conservato, che sorge a due passi dall’arenile. Bellezza naturale e architettonica si fondono insieme. Davanti al castello si apre la spiaggia sabbiosa, ampia e dotata di stabilimenti balneari e altri servizi, adatta alle famiglie con bambini. A circa 300 metri si trova un’altra caratteristica spiaggia, Orthi Ammos (che significa scalata di sabbia), più selvaggia e formata da ripide dune che scendono al mare.  La zona è circondata da alte montagne ed è più facile da raggiungere da Rethymno.

Plakias

Plakias, Creta (Olaf Tausch, CC BY 3.0, Wikicommons)

Un’altra spiaggia imperdibile della costa meridionale di Creta è Plakias. Affacciata sull’omonima baia riparata, Plakias una un lungo arenile sabbioso, servito da stabilimenti balneari, hotel, taverne e altre strutture ricettive. Tuttavia, la spiaggia ha ampi tratti liberi e mantiene un paesaggio selvaggio, circondata dalle montagne si apre in fondo ad una valle ricoperta di Ulivi. Si trova vicino alla spiaggia di Damnoni ed è una località molto frequentata. Il mare è azzurro e smeraldo.

Matala

Spiaggia di Matala, Creta (Nikater, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

Imperdibile, sempre sulla costa meridionale di Creta, la baia di Matala, nella provincia di Iraklio. Accanto alla spiaggia di sabbia e ciottoli sorge un’alta scogliera con evidenti segni di erosione, dove si aprono diverse grotte, molto caratteristiche, come buchi nella roccia. La spiaggia non è grandissima, ma molto graziosa e ben servita, con stabilimenti balneari, bar, taverne, ristoranti, alberghi e un camping nelle immediate vicinanze. Nonostante i servizi, ci sono anche alcuni tratti di spiaggia libera, che permettono di godere in libertà di questo spettacolo della natura.

Vai

Spiaggia di Vai, Creta (Konstantin737, CC BY-SA 4.0, Wikicommons)

Sull’estremità nor-orientale dell’isola di Creta, si affaccia la baia e spiaggia di Vai, altra località balneare molto famosa e frequentata. Si trova nella provincia di Lasithi e alle sue spalle sorge un palmeto che forma la foresta di palme più grande d’Europa. L’arenile è composto da sabbia bianca e qualche ciottolo, bagnato da un mare di colore azzurro e blu intenso e limpido. Al largo sorge l’isolotto roccioso di Peristerovrachi. La spiaggia è servita da stabilimenti balneari. Appena più a sud di Vai sorge la caratteristica spiaggia di Psili Ammos, una lunga striscia di sabbia perpendicolare rispetto al mare, che parte da un promontorio roccioso e scende in acqua.

Kato Zakros

Kato Zakros, Creta (Olaf Tausch , CC BY 3.0, Wikicommons)

Più a sud sulla costa orientale di Creta, sorge la spiaggia di Kato Zakros. Una spiaggia selvaggia, di sabbia e sassolini, circondata dalla vegetazione mediterranea e bagnata dal mare blu. Alle sue spalle si erge imponente la montagna. Una zona non molto frequentata per la balneazione, pur essendo servita da stabilimenti balneari, perché molto battuta dal vento. Un motivo che rende Kato Zakros una meta di riferimento per i surfisti. La zona, comunque, è ricca di bellezze paesaggistiche e archeologiche. A pochi passi dalla spiaggia è da visitare l’area archeologica del Palazzo di Zakros, testimonianza della civiltà minoica. L’entroterra è poi offre suggestivi percorsi escursionistici tra montagne aspre e lungo lo spettacolare Canyon dei Morti, così chiamato per la presenza di diverse tombe minoiche. Da vedere anche le grotte di Pelekita  e Spiliara.

VIDEO: guida di Creta, le spiagge

Tags:

Altri Articoli Interessanti: