Guida dell’Austria: alla scoperta di città e montagne

Guida dell’Austria: alla scoperta di città e montagne. Tutte le informazioni utili per visitare il Paese.

guida austria
Guida dell’Austria: alla scoperta di città e montagne (Lago di Zell am See. Foto Adobe Stock)

Vi portiamo alla scoperta dell’Austria. Paese tanto piccolo quanto di grande importanza storica, culturale e artistica. Qui era la sede dell’ultimo impero d’Europa, da qui vengono i pittori che hanno rivoluzionato l’arte moderna e qui è nato uno dei musicisti più grandi di tutti i tempi, Mozart.

Tra creste di montagne che sembrano uscite da un quadro paesaggistico dell’Ottocento, verdi vallate, boschi rigogliosi, laghi placidi, borghi montani e città eleganti sorge l’Austria. Di seguito vi proponiamo la guida con tutte le informazioni di base per visitare il Paese.

Leggi anche –> Guida della Norvegia: alla scoperta del Paese dei fiordi

Guida dell’Austria: alla scoperta di città e montagne

Vienna (iStock)

Con una superficie di poco più di 83mila km quadrati, l’Austria si colloca tra Europa centrale e orientale. Il suo nome originale in tedesco è Österreich, che significa regno dell’Est.

Il suo territorio è quasi interamente occupato da catene montuose. Le principali sono le Alpi Venoste, e a nord le Alpi Noriche, le Alti Tauri con la cima più alta del paese, il Großglockner, e le Alpi Salisburghesi. Tra le altre vette ricordiamo il Wildspitze e il Großvenediger.

Leggi anche –> Guida di Hallstatt: l’incantevole borgo sul lago in Austria

Guida dell’Austria: cosa vedere

L’Austria offre paesaggi incantevoli grazie alle sue montagne, i paesini, le città e il fiume Danubio. E’ un Paese da scoprire lentamente, per tappe, magari con un viaggio in the road in estate. Mentre in inverno ci si diverte sulla neve, nelle sue attrezzatissime stazioni sciistiche, su tutte quella di Kitzbühel, una delle più belle delle Alpi secondo la Cnn.

Dal Tirolo alla Carinzia, l’Austria offre paesaggi stupendi, quasi da fiaba. I servizi per il turismo molti e sono diffusi su tutto il territorio, con alberghi, B&B, campeggi, case in affitto, ristoranti, bar, musei, centri culturali. In molte strutture si parla italiano, così è come sentirsi a casa. Oltre ai paesini tipici, il territorio austriaco offre l’opportunità di visitare santuari e monasteri. Tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno l’ideale è andare alla scoperta di vigneti e dolci colline, nella zona di Sud-Est tra la Stiria e il Burgenland.

Lago di Wörth (Juergen Sack iStock)
Lago di Wörth (Juergen Sack iStock)

Da visitare anche Klagenfurt, capoluogo della Carinzia. La bella cittadina, a 60 km dal confine italiano di Tarvisio, è bagnata dal lago di Wörth, in un territorio caratterizzato da diversi corsi d’acqua, tra laghi e fiumi. Sempre a proposito di laghi e fiumi, non si può non citare la splendida Hallstatt, cittadina che si specchia sull’omonimo lago, a sud di Salisburgo. Le sue foto, immagini da cartolina, sono il simbolo dell’Austria.

Salisburgo, la città natale di Mozart è un centro caratteristico ed elegante, Patrimonio dell’Umanità Unesco, con edifici in stile barocco, dominata dall’imponente fortezza di Hohensalzburg. Si trova vicino al confine con la Baviera. Una città tutta da scoprire, tra musei, botteghe tipiche, specialità gastronomiche. Per gli appassionati di musica classica imperdibile è il Festival di Salisburgo, tra luglio e agosto. Non solo musica classica, a Salisburgo si ascolta anche musica jazz, si visitano mostre di arte moderna, tra mille eventi ed iniziative.

Leggi anche –> Alla scoperta dei vigneti di Wagram, regione della Bassa Austria

guida austria
Salisburgo (Adobe Stock)

La capitale Vienna non ha bisogno di grandi presentazioni. Città affascinante e regale, è tuttavia a misura d’uomo. Imperdibile la visita al Castello di Schönbrunn, la residenza estiva dell’imperatrice Sissi, e un giro sulla Riesenrad, la celebre ruota panoramica del Wurstelprater, il parco divertimenti del Parter, il grande parco naturale sul Danubio. Vienna ha tantissimo da offrire, tra turismo culturale e divertimento. Al Leopold Museum si può scoprire l’Art Nouveau, mentre al Museo del Belvedere si trovano i capolavori di Gustav Klimt, tra cui il famosissimo “Bacio”.

Vi consigliamo di visitare anche il Duomo di Santo Stefano. Immancabile la tappa in uno dei caffè storici della città, dove sorseggiare il tipico caffè viennese e assaggiare la buonissima pasticceria, su tutte la famosa Sacher Torte. Vienna è anche sinonimo di musica, da ascoltare nelle sale concerto tradizionali e nei tanti locali della città, veri e propri caffè concerto. Da non perdere, poi, i palazzi colorati di Hunterwasser.

Caffè Schwarzenberg a Vienna (Foto di Andreas Poeschek. Licenza CC BY-SA 2.0 via Wikimedia Commons)
Caffè Schwarzenberg a Vienna (Foto di Andreas Poeschek. Licenza CC BY-SA 2.0 via Wikimedia Commons)

Innsbruck è il capoluogo del Tirolo austriaco, meta per appassionati di sport, dallo sci all’escursionismo, ma non solo. Anche il turismo culturale, tra chiese e musei, ha la sua parte importante. Il centro storico della città poi è tutto da esplorare, con i suoi edifici storici e caratteristici, come il vecchio municipio, il Goldenes Dachl, il tettuccio d’oro, e la Hofburg, la corte. Innsbruck è poi una tappa fondamentale per i mercatini di Natale.

Informazioni pratiche

Di seguito vi proponiamo alcune indicazioni utili su quando visitare l’Austria e come raggiungerla.

Quando andare

L’Austria è una meta ottimale per tutto l’anno. Il periodo ideale di viaggio cambia solo a seconda delle attività che avete in programma. Se volte sciare la stagione della neve va da metà dicembre a fine marzo. Durante le vacanze natalizie e a febbraio è alta stagione e i prezzi sono più alti. Si può però sciare anche in estate, sui ghiacciai del Tirolo. In estate l’alta stagione è a luglio e agosto, con maggior affollamento e prezzi più alti. In primavera e autunno, lontano dai periodi festivi, città e mete turistiche sono meno affollate e i prezzi più economici.

Leggi anche –> Sciare in Austria a Dorfgastein, un paradiso nella neve

Innsbruck, Austria (iStock)

Come arrivare spostarsi

Si arriva in Austria in aereo a Vienna, Linz, Graz, Salisburgo, Innsbruck e Klagenfurt. Le principali vie stradali di accesso dall’Italia sono l’autostrada del Brennero e la SS 13 che passa per Tarvisio. Ottimii collegamenti ferroviari da tutte le città europee. Ci sono poi i collegamenti in aliscafo sul Danubio, tra Vienna, Budapest e Bratislava, funzionanti in primavera e in estate. Mentre tra Vienna e la città tedesca di Passau viaggiano sul Danubio i piroscafi, da maggio a settembre.

Le città interne dell’Austria sono servite con voli interni della Tyrolean Airways. Ci sono poi i collegamenti ferroviari e via autobus, con la rete di autobus federali Bundesbus. Le località di montagna si raggiungono solo in autobus. Le biciclette si possono noleggiare agevolmente presso le stazioni ferroviarie. Il Paese ospita molti piste ciclabili in ottimo stato, sia cittadine che nelle campagne. Quella più spettacolare è la pista ciclabile lungo il Danubio, che parte dalla Foresta Nera, in Germania, arriva a Vienna e segue il fiume.

Leggi anche –> Guida delle Fiandre: alla scoperta della regione del Belgio

Documentazione necessaria

Come gli altri cittadini europei, gli italiani possono entrare in Austria con la carta di identità valida per l’espatrio o con il passaporto. Essendo compresa nell’area Schengen gli italiani che entrano in Austria non dovrebbero essere sottoposti a controlli alle frontiere, tuttavia a causa dell’emergenza dei migranti potrebbero esserci posti di blocco di polizia e controlli, in particolar modo alla confine del Brennero.

Per ulteriori informazioni, il sito dell’ente turismo austriaco: www.austria.info/it

Hallstatt, Austria (Thinkstock)
Hallstatt, Austria (Thinkstock)

Di Valeria Bellagamba