Guida delle Fiandre: alla scoperta della regione del Belgio

Guida delle Fiandre: alla scoperta della regione del Belgio. Tutte le informazioni utili per la visita.

guida fiandre
Guida delle Fiandre: alla scoperta della regione del Belgio (Gent. Adoobe Stock)

Nelle nostre guide alla scoperta dei luoghi più belli d’Europa, vi portiamo nelle Fiandre, la pittoresca regione del Belgio che nei secoli passati fu una vera potenza economica e che ci ha lasciato testimonianze di quel passato glorioso in città bellissime e ricche di monumenti, arte, cultura e tradizioni. Dalle chiese ai palazzi storici, dal medioevo fino all’Età dell’oro fiamminga (XVI secolo), le Fiandre hanno svolo un ruolo cruciale in Europa, contribuendo allo sviluppo della zona compresa tra l’attuale Belgio, i Paesi Bassi e la Francia.

Qui vi portiamo alla scoperta di questa straordinaria regione, con le sue città affascinanti, le campagne bucoliche, i canali romantici, le meraviglie architettoniche e una varietà incredibile di attività e iniziative. Ecco cosa bisogna sapere.

Leggi anche –> Guida di Giethoorn: alla scoperta della Venezia dei Paesi Bassi

Guida delle Fiandre: la regione del Belgio

Le Fiandre sono una regione del Belgio, situata nella parte settentrionale del Paese, al confine con l’Olanda e la Francia e bagnata dal Mare del Nord. Il territorio delle Fiandre circonda completamente la regione di Bruxelles, che è autonoma, pur appartenendo alla comunità fiamminga del Belgio. Nelle Fiandre (Vlaanderen in olandese, Flandre in francese) la lingua ufficiale è l’olandese (chiamata fiammingo dagli abitanti della regione), anche se i cittadini possono usare il francese per comunicare con le autorità. Bruxelles è ufficialmente bilingue e il 90% della sua popolazione è francofona.

guida fiandre
Gent, Fiandre, Belgio (iStock)

Nella storia le Fiandre furono a lungo contese tra Paesi Bassi e Francia, erano una regione molto ricca e influente grazie alla lavorazione della lana e dei tessuti. Il nome tessuto di Fiandra, che indica una tipo di tela di lino, viene proprio da questa regione, che storicamente occupava porzioni di territorio che oggi si trovano in Francia e nei Paesi Bassi.

Guida delle Fiandre: dove andare

Il territorio delle Fiandre è diviso in cinque province: Anversa, Brabante Fiammingo, Limburgo, Fiandre Orientali e Fiandre Occidentali. Le città principali delle Fiandre sono: Anversa, Gand (o Gent), Bruges (Brugge), Lovanio, Malines (o Mechelen), Alost, Courtrai, Ostenda.

Le Fiandre sono una delle regioni più belle d’Europa, hanno un paesaggio incredibilmente pittoresco con scorci che sembrano usciti da un quadro. Il territorio è pianeggiante, con campi coltivati soprattutto a luppolo, l’ingrediente principe della buonissima birra belga, attraversato da una fitta rete di canali e punteggiato di boschi.

Le cittadine che popolano la regione sono splendidi borghi che hanno conservato intatto il fascino medievale e rinascimentale. Tra castelli, cattedrali, casette tradizionali, torri e canali attraversati da ponti deliziosi o costeggiati da filari di alberi, troverete nelle Fiandre paesaggi che vi rapiranno il cuore.

Il Grote Markt di Anversa con la Fontana di Silvius Brabo (Frank K. CC BY 2.0, Wikipedia)

Nella parte orientale della regione trovate la famosa città di Anversa (Antwerpen), la più grande della regione, vicino al confine con l’Olanda e non lontana da Rotterdam. La città sorge sulla riva destra del fiume Schelda, a 90 km dal Mare del Nord. Grazie alla sua posizione è stata storicamente un importante centro commerciale e anche culturale d’Europa. Sempre nella parte orientale delle Fiandre, questa volta nella provincia del Brabante Fiammingo, troviamo la bella Lovanio (Leuven), vicino Bruxelles.

Nella parte occidentale delle Fiandre troviamo le meravigliose Bruges e Gand, famose città sui canali. Vicino al confine con la Francia sorge Ypres, mentre sulla costa del Mare del Nord le città principali sono Ostenda e De Haan.

Leggi anche –> Guida ai Castelli della Loira, alla scoperta della meraviglia di Francia

Cosa vedere

Nella nostra guida delle Fiandre alle città più belle della regione non possiamo non cominciare con la stupenda Bruges, simbolo per eccellenza di questa regione. Da visitare assolutamente. La città, il cui nome fiammingo è Brugge, si trova nella parte nord-est del Belgio, vicino al Mare del Nord e al confine con i Paesi Bassi. Bruges è chiamata anche la Venezia del Nord per la fitta rete di canali che attraversa il centro storico, tra case e palazzi medievali che sono rimasti intatti. Un’autentica meraviglia per gli occhi, uno scenario che sembra uscito da una favola medievale. Non a caso il centro storico della città è stato riconosciuto patrimonio dell’Umanità Unesco.

La visita ideale è vedere la città dai canali con un giro in battello e poi passeggiare per le stradine acciottolate. Il cuore di Bruges è Markt, la grande piazza del mercato, dove si svolgevano le fiere già nell’Alto Medioevo. Sulla piazza si affaccia il Beffroi, la torre civica medievale alta 83 metri che ospita un carillon di 47 campane ed è il simbolo della città. Da vedere la bella chiesa di Nostra Signora, in stile gotico, che all’interno custodisce la scultura in marmo della Madonna con bambino o Madonna di Bruges, opera di Michelangelo. Imperdibile poi il Beghinaggio (Begijnhof) di Bruges, complesso di edifici del XVI-XVIII secolo che ospitava le beghine, donne che conducevano una vita simile a quella delle monache pur non avendo preso i voti. I Beghinaggi fiamminghi sono patrimonio dell’umanità Unesco.

guida fiandre
Bruges (iStock)

Dopo Bruges, l’altra bella città delle Fiandre da vedere è Gand (o Gent). Anche qui trovate uno splendido centro storico, con edifici medievali e rinascimentali e incantevoli canali. Tra gli edifici di pregio: le chiese gotiche, su tutte la Cattedrale di San Bavone, splendido esempio di stile gotico brabantino, e i palazzi dalle facciate sontuosamente decorate, come quello del Municipio, con una facciata in gotico fiammeggiante e un’altra in stile rinascimentale, sobria e lineare, la torre trecentesca del Beffroi, con il museo delle campane. Le banchine di Graslei e Korenlei dove si affacciano gli storici edifici delle antiche corporazioni e i bellissimi castelli medievali della città, sono altre meraviglie da non perdere.

Ad Anversa è da vedere la piazza del mercato Grote Markt, “Mercato Grande”, una delle piazze più belle del Belgio e d’Europa, con al centro la famosa fontana di Brabone del 1887, dedicata al fondatore della città. Sulla piazza i affaccia il palazzo del Municipio di Anversa, splendido esempio di architettura rinascimentale nelle Fiandre. Anche Lovanio è da visitare, per il meraviglioso palazzo del Municipio in stile gotico-brabantino. Anche qui, poi, c’è una piazza del Mercato Grande (Grote Markt).

Da vedere anche la bella città di Lovanio (Leuven), capoluogo della provincia del Brabante Fiammingo, situata al centro delle Fiandre e del Belgio, a circa 30 km da Bruxelles. Il cuore della città è il Grote Markt, la piazza del Mercato Grande, dove si affaccia lo spettacolare edificio del municipio, lo Stadhuis (1448-1559), autentico capolavoro del gotico brabantino. Nella stessa piazza sorge anche la Collegiata di San Pietro, Patrimonio Unesco.

Lovanio, la piazza di Grote Markt con il Palazzo del municipio (Adobe Stock)

Infine, vicino alla città di Halle, poco più a sud di Bruxelles, dovete visitare la magica foresta di Hallerbos , una meraviglia della natura che in primavera si riempie di campanule azzurre, che creano un tappeto di fiori viola-blu nel suo sottobosco.

Una bella città portuale è Ostenda, anche qui si trovano numerosi edifici di pregio e una grande spiaggia dove in estate prendono il sole i meno freddolosi, visto che siamo sul Mare del Nord.

Cosa fare

Oltre alle visite ai musei e ai monumenti, in Belgio si possono fare tante attività: escursioni nel territorio, lungo i canali, attraverso i sentieri di campagna e alla scoperta dei castelli della regione. Gli itinerari più belli sono quelli in bici o in battello sui canali navigabili. Imperdibili i tour gastronomici dedicati alle specialità belghe: la birra e il cioccolato. La regione, poi, ha tanto da offrire in termini di shopping, tra negozi alla moda e mercatini tradizionali.

Imperdibili le tappe agli storici birrifici, luoghi affascinanti da visitare e golosi per gli appassionati di birra, con tante degustazioni. Vicino a Lovanio, visitate la cittadina di Hoegaarden, dove viene prodotta una storica birra bianca.

guida fiandre
Hallerbos, Belgio (David Edgar. Wikicommmons. Licenza CC BY-SA 3.0)

Guida delle Fiandre: informazioni pratiche

Vi lasciamo alcune informazioni utili sulla visita alle Fiandre. I periodi migliori per visitare la regione e come raggiungerla.

Quando andare

Le Fiandre si possono visitare in ogni stagione dell’anno, anche se il periodo ideale, per questioni climatiche, è senza dubbio la primavera estate.

Come arrivare

La regione delle Fiandre è raggiungibile arrivando all’aeroporto di Bruxelles Zaventem. Da qui c’è una diffusa rete di trasporti pubblici, tra treni e autobus, per viaggiare agilmente e in breve tempo tra le principali città della regione.

Documentazione necessaria

Il Belgio fa parte dell’Unione Europea, dell’area Schengen e della zona euro. La documentazione richiesta per entrare e spostarsi nel Paese è la carta di identità valida per l’espatrio o il passaporto.

Leggi anche –> Guida di Hallstatt: l’incantevole borgo sul lago in Austria

Bruges, Fiandre – VIDEO