Home Idee di viaggio Sciare all’alba in Val di Fiemme: esperienza magica

Sciare all’alba in Val di Fiemme: esperienza magica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:58
CONDIVIDI

Sciare all’alba in Val di Fiemme: esperienza magica da non perdere con Trentino Ski Sunrise.

Val di Fiemme all’alba, Trentino (iStock)

È iniziata la stagione delle vacanze sulla neve e delle settimane bianche. C’è chi è andato già a sciare a Natale, chi partirà nei prossimi giorni. Tante sono le proposte per trascorrere una vacanza d’inverno sulle piste più belle, circondati da panorami mozzafiato.

Che sia una vera e propria vacanza o la toccata e fuga di un weekend, le località sciistiche italiane offrono tutte numerose attività da fare sulla neve, oltre alle tradizionali discese lungo le piste. Skiresort e snowpark propongono esperienze complete, dalle attività sportive sulla neve, al relax alle escursioni, passando per la cura del corpo e della bellezza, gli eventi culturali, gli spettacoli e l’immancabile gastronomia.

Leggi anche –> Sciare low cost: 5 mete facili per l’inverno in Italia

Numerosissime sono le iniziative legate allo sci, con esperienze davvero particolari per gli appassionati delle discese. Tra queste segnaliamo la proposta di sciare all’alba in Val di Fiemme, in Trentino. Una fatica che sarà ripagata da uno spettacolo meraviglioso, con i colori rosa, azzurro e arancio dell’alba a riflettersi sulla neve candida, illuminando le vette tutto intorno.

Vengono organizzate visite all’alba sulla montagna, con colazione e poi discesa lungo le piste. Ecco tutto quello che bisogna sapere.

Sciare all’alba in Val di Fiemme

Lo spettacolo di sciare all’alba in Val di Fiemme, immersi in uno scenario di colori unici, nell’atmosfera rarefatta delle prime ore del giorno. Un’esperienza imperdibile per tutti gli amanti della montagna e dello sci, proposta con il programma Trentino Ski Sunrise. Da gennaio a marzo si organizzano salite in quota ai rifugi di diverse località della bellissima Val di Fiemme, dove si farà colazione, poi si ammirerà l’alba all’aperto, scaldandosi davanti a un falò e una volta che il sole sarà salito in cielo si scenderà con gli sci lungo le piste.

Il primo appuntamento con lo sci all’alba è il 16 gennaio sull’Alpe del Cermis di Cavalese. La salita è al rifugio Paion, con partenza alle ore 6.00 dalla cabinovia Cavalese-Doss dei Laresi. Dopo l’ascesa in cabinovia, è previsto un breve tratto in seggiovia, immersi nel crepuscolo che precede l’alba. L’arrivo in cima alla montagna è previsto per le 6.45. Una fatica che sarà ampiamente ripagata dal meraviglioso paesaggio che circonda il rifugio, con un vista a 360° sulle cime più belle delle Dolomiti: Latemar e Catinaccio alle Pale di San Martino, dalla catena del Lagorai alle Dolomiti del Brenta.

All’interno del rifugio gli ospiti saranno accolti con un’abbondante colazione a buffet, a base di golosi prodotti locali, dolci e salati: torte e pane fatto in casa, miele e marmellate, yogurt, latte, burro, formaggi, salumi e erbe di montagna. Il tutto accompagnato da caffè, tè e tisane. Dopo la colazione è prevista una sosta in terrazza per assistere allo spettacolo del sorgere del sole, seduti accanto al falò. Un’esperienza davvero emozionante.

Alle 8.30, quando il sole sarà salito in cielo, garantendo una buona visibilità, è prevista la discesa con gli sci dalla Cima del Paion fino a valle. La pista, appena battuta, sarà aperta solo per i partecipanti all’iniziativa. Le piste disponibili sono Olimpia I, II e III con possibili varianti blu e rosse. Dopo la discesa si può anche scegliere di tornare in albergo a dormire, ma il consiglio è ovviamente quello di restare sulla neve per godersi la giornata di sci.

Catena del Lagorai (Nordavind, CC BY-SA 4.0, Wikicommons)

Le altre date in programma

Un altro appuntamento da segnare in agenda è quello del 23 gennaio, con la salita al rifugio Baita Passo Feudo, sulla vetta dello Ski Center Latemar. Il ritrovo, in questo caso, sarà alle 5.50 alla partenza degli impianti Ski Center Latemar a Predazzo. Si salirà al rifugio con la telecabina, sorvolando il bosco fino a Gardonè. Poi il tragitto sarà in seggiovia, fino a Passo Feudo, avvolti dal buio della notte che comincia a rischiararsi al crepuscolo. Una volta giunti in vetta, l’arrivo è previsto vero le 7.00, si potrà ammirare uno dei panorami più spettacolari delle Alpi, con vista sulle cime più belle del mondo: dalla Marmolada alle Pale di San Martino fino alla catena del Lagorai.

Seguirà la colazione al rifugio, con un ricco e goloso buffet a base di prodotti locali. Poi è prevista l’uscita in terrazza per assistere tutti insieme allo spettacolo dell’alba, con i raggi di sole che si irradiano dietro le cime innevate, creando uno scenario veramente suggestivo, tra le sfumature dei colori del cielo. Alle 8.30, tutti in pista per sciare, con il privilegio della prima discesa della giornata, sulla pista appena battuta. Anche in questo caso, dopo la prima sciata si può decidere di tornare in albergo, ma sarebbe davvero un peccato non approfittare della giornata e delle altre piste dello Ski Center Latemar.

L’iniziativa è rivolta anche ai non sciatori, che dopo aver visto l’alba al rifugio possono decidere di tornare in hotel oppure restare per godersi il panorama, la giornata all’aperto e soprattutto il sole.

Gli altri appuntamenti con il Trentino Ski Sunrise sono il 5 marzo con ascesa al rifugio Chalet 44 Alpine Lounge di Bellamonte, sull’Alpe Lusia, e il 26 marzo al Rifugio Monte Agnello sull’Alpe Pampeago presso lo Ski Center Latemar.

In caso di condizioni meteorologiche avverse l’iniziativa sarà rinviata o annullata, con comunicazione agli iscritti.

Maggiori informazioni su: Trentino Ski Sunrise/Fiemme Valle Viva

Altri consigli su dove andare a sciare:

Dolomiti del Brenta a Madonna di Campiglio (iStock)