CONDIVIDI
cosa fare vienna primavera
Vienna, palazzo di Schönbrunn (iStock)

Cosa fare a Vienna in primavera: gli eventi più belli da non perdere

La primavera è la stagione ideale per i viaggi: visitare capitali, città d’arte, borghi storici, parchi naturali, località di mare, colline e campagne caratteristiche è perfetto. Le lunghe giornate e il clima mite invogliano a stare all’aperto, passeggiare per viali e piazze delle città, fare trekking, escursioni in bicicletta o a cavallo, godersi il bel tempo in una bella località balneare, a prendere il primo sole in anticipo sull’estate. Tante sono le cose che si possono fare e la visita di una bella città, con le rassegne all’aperto, i festival e gli eventi di stagione, è un’occasione da non perdere per nulla al mondo.

Passeggiare per il centro storico di una bella capitale europea, sedere all’aperto ai tavoli di un caffè alla moda, partecipare ad un festival di primavera e a tanto altro sono le attività da fare in questa stagione. Vi abbiamo già proposto cosa fare a primavera in alcune grandi capitali europee, qui vi portiamo nella splendida Vienna. Città straordinaria, ricca di storia, arte, cultura e nuove tendenze.

Cosa fare a Vienna in primavera: gli eventi

cosa fare vienna primavera
Vienna (iStock)

Vienna è una città piena di storia, arte, vita e colore. I suoi monumenti simbolo sono famosi in tutto il mondo, insieme ai suoi prestigiosi festival musicali. Mostre, eventi culturali e vernissage soddisferanno anche i più esigenti appassionati di arte e cultura. La città ha tanto da offrire, anche in termini di divertimento e la primavera è la stagione ideale per visitare la capitale d’Austria.

La città, situata nel cuore della Mitteleuropa è perfetta per ogni tipo di viaggio, vacanza, weekend e citybreak. Che siate alla ricerca di bellezze architettoniche, eventi artistici, gastronomia o sport troverete tutto quello che desiderate. Vienna, inoltre, ha appena confermato, per il decimo anno consecutivo, il suo primo posto come città più vivibile al mondo nella classifica della società di consulenza Mercer. Un’ottima conferma e un motivo in più per andare in questa bellissima città anche “solo” per turismo.

Se non l’avete mai visitata, Vienna vi sorprenderà con la sua magnificenza architettonica: i palazzi storici e gli edifici reali, le chiese, i parchi, i musei. Imperdibile la visita al Palazzo o Castello di Schönbrunn, al caratteristico Duomo di Santo Stefano, al Palazzo dell’Hofburg, al Palazzo del Belvedere. Sulla Ringstrasse fermatevi ad ammirare il Rathaus, il Municipio della città, un imponente edificio neogotico, circondato da spettacolari giardini ornati da aiuole, statue e fontane. Tappa obbligata il Parco del Prater, mentre per i musei avete solo l’imbarazzo della scelta, molti li trovate nel MuseumsQuartier, chiamato semplicemente MQ, uno dei quartieri culturali più importanti al mondo, che raccoglie una decina di istituzioni. Il MuseumsQuartier occupa lo spazio dedicato un tempo alle scuderie imperiali, dietro ai musei di Storia dell’Arte e di Storia Naturale. Il museo più importante del complesso è il Leopold, che conserva la più vasta collezione di opere di Egon Schiele.

Vi ricordiamo anche i caffè storici di Vienna, dove gustare Sacher Torte e strudel.

Vienna, Cattedrale di Santo Stefano (iStock)

Oltre alle bellezze architettoniche, ai parchi e ai musei, ecco tutte le iniziative e gli eventi da non perdere questa primavera 2019 a Vienna:

Foto Wien. Nuovo festival dedicato all’arte, allestito dal Kunst Haus Wien, in programma dal 20 marzo al 20 aprile 2019. Il suo obiettivo è quello di focalizzare l’attenzione sul linguaggio della fotografia e di dare visibilità alla diversità e alle potenzialità del mondo locale della fotografia. Sono coinvolte nel festival 120 istituzioni, musei, sale espositive, gallerie, archivi, centri dedicati alla fotografia, università di belle arti, iniziative artistiche e off spaces rivolgono lo sguardo alle tendenze nazionali ed internazionali della fotografia. La sede centrale del festival è situata in Postsparkasse, nel centro storico di Vienna. L’edificio, realizzato da Otto Wagner, ospiterà diverse produzioni realizzate appositamente per il festival, nonché workshop, dibattiti ed un simposio. Nella rassegna Zones Urbaines / Urbane Zonen artisti austriaci e francesi affrontano il fenomeno “città”.

Art Austria. Al Palazzo in Villa Liechtenstein, dal 4 al 7 aprile 2019, la mostra propone diverse espressioni dell’arte austriaca. Vi si possono ammirare i lavori di artisti che vivono e operano in Austria.

Festival internazionale della fisarmonica 2019. Giunto alla 20^ edizione, il festival iniziato a fine febbraio terminerà il 24 marzo. Riunisce i migliori fisarmonicisti, con musica trascinante, innovativa, briosa o dai toni delicati. Ogni anno il Festival internazionale della fisarmonica di Vienna aiuta a comprendere, ascoltare e godere la musica poliedrica, ricca di coloriture e anche esotica che si nasconde in questo strumento estroso.

Wes Anderson e la bara del topo (Spitzmaus Mummy in a Coffin and other Treasures). Al Kunsthistorisches Museum – KHM (Museo di storia dell’arte), mostra in corso fino al 28 aprile 2019. La mostra è curata dal pluripremiato regista americano Wes Anderson e dalla sua compagna Juman Malouf. Il regista e la compagna hanno cercato tra le collezioni e i depositi del museo i loro oggetti preferiti e il risultato è l’esposizione di oltre 400 opere eccezionali, molte delle quali mostrate al pubblico per la prima volta. Tra queste, oltre alla bara del topo che dà il titolo alla mostra, vi sono antichità egizie, greche e romane, dipinti degli antichi Maestri, una selezione di oggetti della Camera dell’arte e del tesoro, del Museo austriaco del Teatro e del Castello di Ambras presso Innsbruck. L’accostamento e l’allestimento di questi tesori così eterogenei tra loro permette di intuire l’incredibile ricchezza delle collezioni del KHM e la storia che c’è dietro.

Donne coraggiose a Vienna intorno al 1900. Al Belvedere inferiore, Orangerie (Belvedere – Unteres Belvedere & Orangerie), mostra aperta fino al 19 maggio 2019. Una esposizione dedicata alle artiste che ai tempi del Modernismo viennese e della Prima Repubblica in Austria hanno contribuito con la loro opera in maniera fondamentale alla produzione artistica. La vita e le opere di alcune artiste al tempo famose sono state sottovalutate nella loro importanza, quindi rimaste quasi non percepite. Questa mostra vuole ampliare la visione sul Modernismo viennese e sul periodo tra le due guerre, concentrandosi sulle artiste che hanno dato un importante contributo all’arte di questo periodo.

Per ulteriori informazioni: www.wien.info

Le altre proposte di viaggio per la primavera:

A cura di Valeria Bellagamba