Home Destinazioni e Guide turistiche Sciare nelle Marche: dove andare, le località più belle

Sciare nelle Marche: dove andare, le località più belle

CONDIVIDI
sciare nelle marche
Paesaggio innevato delle Marche (iStock)

Sciare nelle Marche: i posti bellissimi dove andare.

Le Marche in inverno sono bellissime, con montagne e colline innevate sulle quali spuntano borghi storici che sembrano piccoli presepi. Un territorio ricco di storia, cultura, buona cucina ma anche sport e divertimento. E dove in inverno si può anche sciare, circondati da panorami montani mozzafiato.

Qui vogliamo segnalarvi proprio le migliori località dove andare a sciare nelle Marche. Luoghi facilmente raggiungibili dal Centro Italia, anche per andare sciare una giornata.

Sciare nelle Marche: dove andare

Chi l’ha detto che per sciare ci sono solo le Alpi o le località più famose dell’Appenino, come l’Abetone o il Gran Sasso? Anche la regione Marche offre località bellissime e attrezzate per fare sport sulla neve, facilmente raggiungibili dalle altre città del Centro Italia e non lontane dalla costa adriatica. Ecco dove andare.

Sarnano, in provincia di Macerata, è una delle più importanti stazioni sciistiche dell’Appennino Umbro-Marchigiano, situata sulla catena dei Monti Sibillini, nell’omonimo Parco Nazionale. Il paese è uno splendido borgo storico, arroccato su un’altura e con piste da sci sulle montagne vicine, dove si può sciare anche dopo il tramonto. Subito sopra il paese, la zona di Sassotetto La Maddalena offre impianti di risalita e piste di media difficoltà, mentre lo snow park Sassotetto-Maddalena è stato realizzato per gli amanti dello snow board ed è suddiviso in aree di diversa difficoltà per dare la possibilità di divertirsi sia a principianti che ai più esperti.

Gli impianti sciistici della zona sono: Snow park Maddalena con 5 piste da discesa (di cui 1 pista nera, 3 piste rosse ed una blu) per un totale di 11,5 km di tracciato. Le piste si estendono dalla quota minima di 1.300 metri sul mare a quella massima di 1.680 metri. Poi ci sono 9 impianti di risalita, skilift, piste-baby e annessi campi scuola, oltre a ben due Scuole di sci. La caratteristica imperdibile di Sarnano sta anche nella possibilità di sciare in notturna, grazie all’impianto di illuminazione che offre un’ulteriore occasione di divertimento agli amanti di questo sport invernale. Da non perdere, poi, il laboratorio Skiman, con la preparazione di lamine e sciolinatura immediata.

sciare nelle marche
Pista da sci a Bolognola (Foto: Bolognola Ski / www.facebook.com/bolognolaski)

Salendo ancora sulla montagna, troviamo Bolognola, uno dei più piccoli e più elevati comuni delle Marche, a 1.070 metri sul mare, di origine medievale. Sotto la vetta più alta nel suo territorio, il Monte Rotondo, troviamo la cascata naturale dell’Acquasanta. È una meta di viaggio bellissima tutto l’anno e una località importante per praticare gli sport invernali, attrezzata con diversi impianti di risalita e con piste di varia difficoltà. Sono 8 gli impianti sciistici con 6,5 km di piste (3 blu, 3 rosse e 2 nere), ad un’altitudine che varia da 1.050 m a 1.590 m. Per i bambini c’è un campo scuola, con ski lift e area dedicata per bob. A Bolognola è possibile noleggiare sci e snow-board, mentre i più esperti possono lanciarsi nelle piste omologate Fisi per gare di gigante, super G e slalom. Oltre allo sci, qui si possono praticare diverse attività invernali, a cominciare dalle escursioni con le ciaspole. La spettacolare stazione sciistica Bolognola Ski si trova in località Pintura di Bolognola.

Sempre nella zona montana sopra Sarnano, e sopra Bolognola, l’altra località dove sciare e praticare altri sport invernali è Acquacanina, frazione del comune di Fiastra, che dà il nome anche all’omonimo lago sul quale si affaccia, un bacino artificiale ma molto bello, circondato da un paesaggio suggestivo, che con la neve in inverno è ancora più spettacolare. Acquacanina con i Piani di Ragnolo offre l’unica pista da fondo permanente dell’Appennino Umbro-Marchigiano. La località, che sorge sul Monte Ragnolo, è un rinomato centro turistico che offre cinque anelli di piste da fondo, di cui uno panoramico di km 7-9 chilometri, pr un totale di 25 km di tracciato, che vanno dai 1.450 ai 1.520 metri di quota. Inoltre, per la particolare esposizione al vento, questo è il posto ideale per gli appassionati di snowkite, oltre che per le slitte con cani. Le piste sono sempre battute, sia per la tecnica classica sia per la tecnica moderna. Grazie alla sua posizione, alla bellezza e alla tranquillità, Acquacanina è da visitare tutto l’anno, luogo ideale per gli amanti delle passeggiate e delle escursioni.

Un’altra importante località sciistica della provincia di Macerata, e una delle principali località sciistiche marchigiane dei Monti Sibillini, è Frontignano, frazione del comune di Ussita, dal quale dista circa 9 km. Il paese sorge alle pendici del Monte Bove, dove si trovano le piste da sci. Questa località va visitata per un motivo speciale, perché ha riaperto il 12 gennaio scorso, dopo essere rimasta chiusa a seguito del terribile terremoto del 2016 che ha colpito duramente queste zone al confine con l’Umbria. Quindi venire a sciare qui è un modo per dare un contributo a risollevare l’economia della zona e aiutare concretamente i terremotati.

La pista battuta dal gatto delle nevi è la “Starna Ginepro” e si raggiunge con i bus navetta skibu, con i seguenti orari: 10.00-15.30. La navetta parte dal Piazzale Saliere e ogni bus può trasportare al massimo 35/40 passeggeri ogni ora, a bordo sono vietati bob e slittini.

sciare nelle marche
La cima del Monte Catria (iStock)

Nella parte settentrionale delle Marche, la più importante località sciistica è quella di Monte Catria – Frontone, un vero e proprio comprensorio sciistico situato nel cuore dell’Appennino Umbro-Marchigiano, nel comune di Frontone, paese che nella parte alta, arrampicata su una rupe offre un incantevole borgo-castello. Nelle vicinanze si trova il bellissimo eremo di Fonte Avellana. Mentre le cittadine di Cagli e Pergola sono a pochi chilometri di distanza. Il piccolo comprensorio sciistico del Monte Catria (1.701 metri)offre neve per gran parte della stagione invernale ed è l’ideale per le famiglie e gli appassionati di ogni età. Qui trovate un’area sciabile di circa 9 km servita da skilifit, manovia e nastri trasportatori per il Campo Scuola. La stazione sciistica si trova a 1.400 metri di altitudine e si raggiunge in funivia dalla località Caprile di Frontone. Alla partenza della funivia ci sono un parcheggio auto e il noleggio sci. Da non perdere la visita al rifugio La Cupa delle Cotaline, dal quale ammirare un paesaggio mozzafiato e dove gustare le migliori specialità locali, oltre che pernottare.

Gli amanti dei fuoripista possono attraversare percorsi sia in quota che lungo i 6 km del fondovalle, con tanti sentieri percorribili con gli sci larghi ai piedi.

Tra gli altri servizi segnaliamo: l’attrezzato Catria Bike Park, per gli amanti della bicicletta, lo snow park e, nei festivi, ciaspolate per tutti. Al momento in corso dei lavori di ammodernamento della funivia per l’installazione delle cabinette chiuse, pertanto la stazione sciistica aprirà a febbraio.

Segnaliamo, poi, la stazione sciistica di Piobbico sull’area del Monte Nerone (1525 metri sul mare), tra le vette più alte dell’Appennino Umbro-Marchigiano, costituita dalla Sciovia del Mandrione. La staizone offre 5 piste da sci, per un totale di oltre 6 km di tracciato, di cui 2 piste blu e 3 rosse. Qui trovate, oltre alla sciovia, uno skilift, uno snowpark per gli appassionati dello snowboard, nell’area adiacente le piste da sci, un campo scuola vicino al Rifugio Corsini, una pista da bob e diversi impianti di innevamento artificiale.

Infine, sul Monte Carpegna, nel comune di Montecopiolo, si trovano due località sciistiche: Eremo Monte Carpegna e Villagrande, che offrono tre moderne sciovie con vaste piste da sci. La località è anche meta dei deltaplanisti e degli amanti del parapendio. Gli impianti hanno 11 piste da sci, facili o di media difficoltà, ad una quota minima di 915 metri sul mare ed una massima 1.400 metri. Inoltre, trovate: uno snow park, due anelli per lo sci di fondo, una pista bob e slitte, un campo scuola per sci e snowboard a Villagrande, innevato artificialmente; 3 sciovie, una seggiovia sul Monte Carpegna, 2 tappeti mobili, un impianto di innevamento artificiale, una pista seggiovia illuminata, 5 battipista e una Scuola Italiana di Sci Alto Montefeltro.

L’area del Monte Carpegna e fa parte del Parco Regionale Sasso Simone e Simoncello.

Per ulteriori informazioni: Dove sciare nelle Marche?

Altri suggerimenti per le vacanze sulla neve:

A cura di Valeria Bellagamba