ViaggiNews

Guida della Puglia: 10 cose da fare e vedere

sabato, 29 aprile 2017

Puglia, Polignano a Mare (IStock)

Vi proponiamo la guida della Puglia alle sue 10 bellezze imperdibili. Luoghi d’arte e natura che vi lasceranno pieni di meraviglia. Nella bella regione meridionale, tacco d’Italia, trovate una straordinaria ricchezza di paesaggi naturali, tra coste bagnate da un mare cristallino e dalle mille sfumature dell’azzurro, campagne popolate di ulivi centenari, borghi di casette bianche affacciate sul mare, isole e promontori rocciosi. Poi centri storici sontuosi che racchiudono una storia millenaria con le loro chiese medievali di pietra bianchissima, antichi castelli, chiese barocche, santuari preziosi. La Puglia offre incredibili spettacoli naturali e luoghi della spiritualità. Senza dimenticare ovviamente l’ottima e varia cucina, con piatti tipici a base di pesce e carne, un’offerta ricchissima di verdure, formaggi e ovviamente le paste: orecchiette con le cime di rapa, il pane di Altamura, la focaccia pugliese e i pasticciotti leccesi.

Cosa ne dite di scoprire anche: In Italia c’è una delle spiagge più belle del mondo intero: ecco dove 

La natura offre gli scenari da favola delle coste del Gargano e del Salento, con tante spiagge e calette caratteristiche ognuna con una sua particolarità. Coste rocciose a picco sul mare o basse e sabbiose da fare invidia ai paradisi tropicali. L’arte e la religione ci regalano capolavori come la stupenda cattedrale romanica di Trani, sospesa tra mare e cielo, e il suggestivo Santuario San Michele Arcangelo, Patrimonio dell’Umanità Unesco. Non dimentichiamo poi la magnifica campagna, dove sulla terra rossa si ergono come sentinelle gli ulivi monumentali, vero e proprio patrimonio della regione. Insieme alle storiche masserie della regione, antichi edifici in pietra usati nell’attività agricola che ospitano agriturismi e alberghi.

I 10 luoghi imperdibili della Puglia

In una guida della Puglia, tante sono le bellezze da citare che l’elenco è infinito. Dovendo fare una selezione, ecco una lista di 10 luoghi imperdibili della regione. Meraviglie simbolo da visitare assolutamente.

Castel del Monte

Castel del Monte (Luca Lombardi, CC BY-SA 4.0, Wikipedia)

Castel del Monte è la celeberrima fortezza medievale che si staglia su un’altura dell’Altopiano delle Murge, nel comune di Andria. È un castello molto originale che rappresenta uno dei monumenti più belli non solo della Puglia ma d’Italia. Per questo è stato inserito nella lista dei monumenti nazionali italiani più di ottant’anni fa ed è raffigurato sulle monete da 2 centesimo di euro coniate in Italia. Dal 1996 è Patrimonio dell’Umanità Unesco. Il castello fu fatto costruire intorno alla metà del XIII secolo dall’imperatore Federico II di Svevia. È in pietra calcarea, breccia corallina rossa e marmo. La sua caratteristica è la pianta ottagonale, di circa 10 metri di diametro, con una torretta, a sua volta ottagonale, in ogni spigolo. Una struttura imponente, che si staglia sul suggestivo paesaggio circostante dominato dalla macchia mediterranea.

Bari

Basilica di San Nicola, Bari (Wikipedia)

Il capoluogo di regione, Bari, è una grande città di origini antichissime, Porta d’Oriente storicamente rivolta ad est e importante centro di traffici commerciali. Il grande porto sul Mare Adriatico oggi ha collegamenti con la Croazia, l’Albania e la Grecia. La sua Fiera del Levante è un importante evento espositivo di portata nazionale. Bari è una città ricca di storia e d’arte, con numerosi monumenti e musei, chiese stupende come la Cattedrale di San Sabino e la Basilica di San Nicola, simbolo della città, teatri storici come il Petruzzelli, l’antica cinta muraria del XII secolo e il Castello Normanno Svevo. Da non perdere la passeggiata sulle mura e l’affaccio sulla terrazza del Fortino di Sant’Antonio, da dove ammirare una spettacolare vista sul mare. Così come è da percorrere il bel lungomare.

Lecce

Lecce (Thinkstock)

La città di Lecce, capoluogo del Salento, ha un centro storico delle meraviglie. È una delle città d’arte più famose d’Italia e conosciuta con il soprannome di “Signora del Barocco“. Qui si possono ammirare capolavori architettonici da lasciare senza fiato. Come il ricchissimo Duomo di Santissima Maria Assunta, la Basilica di Santa Croce, la chiesa di Santa Irene e una infinità di altre chiese ed edifici religiosi. Suggestiva la facciata di Palazzo dei Celestini, antico convento oggi sede della Prefettura. Da visitare il Castello di Lecce e le monumentali porte della Città Vecchia e le torri a difesa della città. Lecce ha anche un ricco patrimonio archeologico, con l’anfiteatro e il teatro romani, in pieno centro città. Lecce sorge nel cuore della penisola salentina, a pochi chilometri dalla costa adriatica ma non lontano da quella ionica. Una città da visitare anche in estate, quando si va al mare sulle spiagge del Salento.

Otranto

Otranto (Foto di Freddyballo. CC BY-SA 3.0 via Wikimedia Commons)

Con la sua spettacolare terrazza sul mare, Otranto è una delle città più belle della Puglia e una delle città sul mare più belle d’Italia. Il suo centro storico è considerato uno dei borghi più belli d’Italia. Otranto è un porto importante e anche una splendida località balneare. La sua spiaggia cittadina è bagnata da un mare limpido e azzurro, circondata da un costone roccioso dove si affacciano gli edifici bianchissimi. Imperdibile la passeggiata sul Lungomare degli Eroi, da visitare il Castello Aragonese e la Cattedrale di Santa Maria Assunta, insieme a tante altre chiese ed edifici storici. La zona rurale intorno alla città è disseminata di monasteri, chiese rupestri e cripte bizantine. Così come di numerosissime e antiche masserie. Perdetevi tra le vie del suggestivo centro storico di Otranto, visitate il suo entroterra ricco di uliveti e tenute agricole, esplorate la costa con il famoso Faro di Capo Otranto o Punta Palascìa, il punto più orientale d’Italia, dove vedere la prima alba.

Gargano

Baia delle Zagare, Gargano

Il Gargano è un’altra meraviglia della natura tutta pugliese. Il promontorio più grande sulla costa italiana del Mare Adriatico, lo “sperone” d’Italia, da dove  si può vedere sia l’alba sia il tramonto sul mare. Il Gargano è Parco Nazionale e un paradiso tra montagna mediterranea e mare. Qui troviamo una suggestiva costa frastagliata di falesia bianchissima, ricoperta di pini, ginestre, fiori e arbusti mediterranei, affacciata sul mare azzurro e blu intenso. Spiagge sabbiose fanno capolino tra le calette della riviera o si aprono su litorali più lunghi. Paesi presepe, dalle caratteristiche casette bianche dominano tra il verde della vegetazione e il blu del mare. Vieste, Peschici, Rodi Garganico e Pugnochiuso sono le località più famose, che richiamano la Grecia. Borghi marinari, un tempo abitati solo da pescatori e oggi piccoli gioielli turistici. Da esplorare anche il bellissimo entroterra con la fitta e incontaminata Foresta Umbra. Il Promontorio del Gargano ospita anche il Santuario di San Michele Arcangelo. Da visitare anche le oasi selvagge dei laghi di Lesina e Varano.

Isole Tremiti

Baia di San Domino, Isole Tremiti (maury3001, CC BY 3.0, Wikicommons)

Al Parco del Gargano appartengono anche le Isole Tremiti, arcipelago al largo della costa settentrionale pugliese e di quella del Molise. Arcipelago formato da cinque piccole isole e uno scoglio, compresi nella Riserva naturale marina Isole Tremiti. Le isole maggiori sono San Domino, la più grande e più popolata, San Nicola, sede comunale, Capraia, la seconda più grande ma disabitata, Pianosa, anch’essa disabitata e la più lontana dall’arcipelago. Infine ci sono gli scogli del Cretaccio, tra San Domino e San Nicola, e La Vecchia. Nell’insieme, l’arcipelago delle Tremiti è molto piccolo, con un superficie complessiva di tutte le isole di poco più di 3,1 km². Abitate fin dall’antichità e a lungo luogo di confino, le Isole Tremiti sono oggi una meta turistica prestigiosa per il turismo balneare e da diporto. Sono raggiungibili in traghetto e aliscafo dai porti del Gargano e da quello di Termoli, in Molise.

Alberobello

guida di alberobello

Alberobello

Alberobello è uno dei luoghi più suggestivi della Puglia. Famoso in tutto il mondo per i suoi trulli, le curiose casette bianche a pianta circolare e tetto a cupola conica con pietre esposte. I trulli sono costruzioni uniche, nate con questa forma particolare per uno scopo tanto curioso quanto pratico: evitare il pagamento di nuovi tributi da parte del signore locale, il conte di Conversano, al Viceré spagnolo. Tributi che dovevano essere versati per la costruzione di nuove case, mentre i trulli erano da considerare costruzioni provvisorie. Realizzati nel XVI secolo soni giunti fino a noi e oggi rappresentano un patrimonio della Puglia e anche dell’umanità, grazie al riconoscimento dell’Unesco. Oggi ospitano prevalentemente piccoli musei, come il Trullo Sovrano a due piani, negozi di souvenir, bar e ristorantini.

Grotte di Castellana

Grotte di Castellana (Thinkstock)

Le spettacolari Grotte di Castellana sorgono nel comune di Castellana Grotte, vicino a Putignano, nella provincia di Bari, nell’entroterra a sud-ovest di Polignano a Mare. Scoperte nel 1939, sono visitate ogni anno da migliaia di turisti, da tutto il mondo. Il percorso all’interno delle grotte si addentra a oltre 60 metri di profondità per circa 3 km, attraversando uno scenario sorprendente formato da stalattiti, stalagmiti, fossili, canyon, caverne e calcificazioni di forme e colori unici. La temperatura interna è di circa 17°. La caverna principale, La Grave, ha un’apertura sul soffitto dalla quale filtra la luce esterna. Le zone più spettacolari sono quelle del Laghetto di Cristalli e la stupefacente Grotta Bianca, interamente ricoperta di stalattiti.

Gallipoli

Gallipoli, Città Vecchia (Colar, CC BY-SA 3.0, Wikipedia)

Affacciata dal un promontorio sul Mar Ionio, Gallipoli significa in greco “città bella” (Kallí Pólis). Con la sua città vecchia, chiusa dai bastioni sul mare, non è difficile capire il perché di questo nome. Gallipoli è città antichissima, con i primi insediamenti risalenti al neolitico e importante centro della Magna Grecia. Soggetta a conquiste, assedi, distruzioni e ricostruzioni nel Medioevo, fu occupata nel XI secolo dai Normanni e seguì le sorti dei Regni di Napoli e delle Due Sicilie. Nel  Settecento divenne il più porto più importante del Mediterraneo per il commercio dell’olio per lampade. La città è ricchissima di edifici storici, chiese e palazzi di pregio, concentrati nella parte vecchia, dove sono da visitare il Castello angioino del XIII secolo, circondato quasi interamente dall’acqua, la cattedrale barocca di Sant’Agata, le chiese del SS Crocifisso e di San Francesco, affacciate sul mare. Vicino Gallipoli ci sono diverse spiagge prestigiose.

Costa ionica salentina

Torre Pali, Salento (iStock)

Infine, la meravigliosa costa ionica del Salento, sopra e sotto Gallipoli. Qui, in località bellissime come Porto Cesareo, Marina di Mancaversa, Marina di Ugento e Pescoluse si trovano alcune delle spiagge più belle e imperdibili del Salento e d’Italia. Ricordiamo Punta Prosciutto, Torre Lapillo, Torre San Giovanni, Le Maldive del Salento, Torre Suda. Spiagge formate da lunghe distese di sabbia soffice e bianca, contornate da dune naturali coperte di vegetazione mediterranea e bagnate da un mare limpido e cristallino, come quello dei tropici, dalle acque color turchese, azzurro e cobalto. Una meraviglia da vedere almeno una volta nella vita, e dove tuffarsi.

VIDEO: bellezze della Puglia

Tags:

Altri Articoli Interessanti: