ViaggiNews

Vienna: guida pratica al meglio della città

lunedì, 21 novembre 2011

 

GUIDA VIENNA COSA VEDERE MANGIARE DORMIRE INFORMAZIONI CONSIGLI/Roma-Capitale per secoli dell’Impero Asburgico, Vienna è oggi una città raffinata che riesce a miscelare il ricordo del passato a una vitalità  davvero unica nel suo genere. Chi sceglie di visitare la città in inverno può godere dell’atmosfera incantata della neve e dei mercatini; nella stagione calda, invece, Vienna si trasforma e diventa una dei centri mondiali del divertimento e della vita all’aperto. Ecco una guida pratica con le informazioni su attrazioni, trasporti, cibo, alloggi e divertimento in città:

 

 

 


COSA VEDERE: La città è di dimensioni ridotte, inoltre i mezzi di trasporto sono puntuali ed efficienti. Per apprezzare lo spirito imperiale di Vienna, la visita può iniziare dall’Hofburg Palace (qui il sito in italiano); costruito come fortezza alla fine del 1200, venne sviluppato nei secoli a venire fino a raggiungere numerosissime stanze e, secondo la leggenda, lì si aggira ancora il fantasma della principessa Sissi. Le sale dell’enorme residenza asburgica, il cui stile varia dal gotico al liberty, oggi sono state trasformate in museo; oltre ai raffinati appartamenti imperiali, si possono visitare il Museo del Mobile, il Tesoro Imperiale e il Museo di Sissi. Uno degli edifici più significativi del centro della città è il Duomo di Santo Stefano (qui il sito); riconoscibile da lontano per l’imponente campanile gotico, all’interno conserva un magnifico pulpito marmoreo che raffigura i Padri della Chiesa e degli animali malefici scacciati da un cane. Gli appassionati di musica conoscono il legame tra Vienna e Mozart; al 5 di Dogmasse, vicino al Duomo, si trova la Mozarthaus (oggi è un museo, clicca qui), dove il grande compositore scrisse ‘Le nozze di Figaro’. Un’altra personalità che ha saputo incarnare appieno lo spirito viennese è Hundertwasser; oltre alla KunstHaus (qui), che raccoglie la maggior parte dei suoi lavori, è possibile visitare l’HundertwasserHaus (qui), progettata dal fantasioso artista in piena sintonia con la natura tra pavimenti a onda, finestre irregolari e alberi sui tetti. Per una passeggiata nel verde, il luogo perfetto è Schloss Schonbrunn (qui), la residenza estiva della principessa Sissi; oltre ai sontuosi appartamenti, si possono visitare il bellissimo parco che raccoglie un labirinto, un giardino zoologico, una serra di palme e, nel periodo natalizio, ricchissimi mercatini. Una delle ragioni che rende Vienna una delle mete preferite del turismo europeo è il numero di musei; il MuseumsQuartier (clicca qui), chiamato semplicemente MQ, è uno dei quartieri culturali più importanti al mondo e raccoglie una decina di istituzioni. Gli amanti dell’arte possono trovare presso il Leopold Museum (qui) una delle raccolte più complete per quanto riguarda Liberty Viennese, Wiender Werkstatte e Espressionismo; in alternativa, per l’arte contemporanea è immancabile una visita al nuovissimo MUMOK (lì si trovano di Warhol, Nitsch e Duchamp, vedi qui) o alla Kunsthalle (qui), che ospita alcune tra le esposizioni più d’avanguardia di oggi. Oltre a queste strutture, nel MQ si trovano un centro culturale per l’architettura, uno per la danza contemporanea e uno dedicato ai bambini. Altri musei di estremo interesse sono l’Albertina (qui), che raccoglie opere d’arte dal Rinascimento ad oggi, il Lichtenstein Museum (qui), ospitato in una splendida villa nobiliare, il Belvedere (qui), conosciuto soprattutto per le opere di Klimt e Segantini e infine il Museo di Storia Naturale (qui), dove si trova la Venere di Willendforf.

 

TRASPORTI: Le maggiori compagnie low cost (Ryanair, Easyjet) collegano Vienna con gran parte degli aeroporti italiani. In alternativa, è possibile viaggiare in treno approfittando delle offerte delle ferrovie austriache. Le dimensioni della città sono piuttosto ridotte, tuttavia per muoversi è disponibile un’eccellente rete di metropolitane e bus ( cliccando qui si può pianificare il viaggio) . Quando il tempo lo permette, è possibile affittare una bicicletta e pedalare nelle strade del centro (il servizio è pubblico e costa circa 1 euro all’ora, clicca qui).

 

MANGIARE E DORMIRE: La cucina viennese è da molti considerata la migliore di tutta l’Austria e i piatti più comuni sono le zuppe (una delle più famose è il gulash, a base di carne) e gli stufati di carne (come il Tafelspitz, un bollito di manzo) accompagnati da patate e spatzle, simili agli gnocchi. Tra i dessert, è immancabile una fetta di Sacher Torte, il famoso dolce al cioccolato e albicocche inventato nel 1832 dall’omonimo pasticcere. Per assaggiare queste bontà si consigliano Figlmuller, che vanta alcune tra le wiener Schnitzel (cotolette viennesi, un’altra specialità) migliori della città e Gasthaus Pöschl (al 17 di Weihburggasse, non ha sito), allestito in un antico beisl (una sorta di birreria/vineria dove viene servito cibo). Per le migliori torte, oltre all’originale pasticceria Sacher si consiglia Hawelka, che prepara anche fragranti buchteln, focaccine dolci. Per dormire, la città offre ampie possibilità per tutti i gusti; per budget consistenti, una scelta davvero raffinata è l’Imperial Hotel (camere da 400 euro), dove hanno alloggiato compositori come Beethoven, Schubert e Strauss. Chi ama i boutique hotel di design può invece puntare su The Levante Parliament (da 70 euro a testa); per scelte low cost ma di charme l’indirizzo giusto è Pension Vitis (camere e appartamenti da 30 euro a testa).

 

 

DIVERTIMENTI: Le zone più animate di sera di Vienna si trovano nei quartieri di Spittelberg (in zona QM) e accanto ai mercati di Naschmakt e Freihausviertel. Numerosi bar si trovano anche a Freihasviertel e attorno a piazza Yppenplatz; un’alternativa sicura è inoltre  Hirtel, dove le arcate sotto la metropolitana sopraelevate ospitano da anni locali e discoteche. Vienna è la capitale della musica classica; per ascoltare i migliori concerti si può prenotare un biglietto a teatro (i migliori sono Wiener Musikverein e Konzerthaus) o recarsi in uno dei numerosi caffè che offrono spettacoli serali (clicca qui per una lista).


 

 

 

Altri Articoli Interessanti: