Il nuovo sciopero di Lufthansa ad agosto rischia di bloccare i voli in Europa

Le ultime brutte notizie sul traffico aereo: il nuovo sciopero di Lufthansa ad agosto rischia di bloccare i voli in Europa. Tutto quello che bisogna sapere.

Anche il mese di agosto sarà molto difficile per chi viaggia in aereo. Non solo per le cancellazioni di voli già programmate dalle compagnie aeree che non riescono a gestire un numero troppo elevato di passeggeri, per mancanza di personale, ma anche per i nuovi scioperi in arrivo.

sciopero lufthansa agosto europa
Il nuovo sciopero di Lufthansa ad agosto rischia di bloccare i voli in Europa (Foto: eqroy – stock.adobe.com)

A preoccupare gli operatori del settore è in particolare il nuovo sciopero di Lufthansa indetto per il mese di agosto dai piloti della compagnia aerea. Un nuovo sciopero che arriverà a breve distanza da quello del personale di terra della compagnia lo scorso 27 luglio, che ha portato alla cancellazione di oltre mille voli e disagi per diversi giorni, anche fuori dalla Germania.

Ora, si temono le conseguenze sui voli di tutta Europa del nuovo sciopero dei piloti di Lufthansa. Ecco tutto quello che bisogna sapere.

Il nuovo sciopero di Lufthansa ad agosto rischia di bloccare i voli in Europa

Nei giorni scorsi, i piloti di Lufthansa iscritti al sindacato Vereinigung Cockpit hanno votato quasi all’unanimità per una nuova azione sindacale, insoddisfatti delle proposte della compagnia aerea nelle contrattazioni per un aumento di stipendio. Questo significa che un nuovo sciopero dei voli della compagnia aerea è in atteso per agosto, anche se non è detta l’ultima parola. Lufthansa potrebbe fare una nuova offerta ai piloti e scongiurare lo sciopero.

Nel frattempo, comunque, il settore si prepara alle conseguenze di un nuovo sciopero che potrebbe scatenare il caos nei voli di tutta Europa. Un altro dei tanti di questa estate. Come peraltro era già successo con l’ultimo sciopero del 27 luglio.

Lo stop dei voli Lufthansa, infatti, rischia di coinvolgere non solo i passeggeri tedeschi e coloro che viaggiano da o verso la Germania. La conseguenza è quella di un effetto a cascata anche sugli altri passeggeri, per il ritardo e la cancellazione di voli e coincidenze.

Citando i dati di Airline Data Inc, Il Corriere della Sera scrive che la Lufthansa da sola, la compagnia aerea e non il gruppo (che comprende altre compagnie aeree), ha una programmazione di 40.500 voli per il mese di agosto, con una media giornaliera di 1.300 voli e circa 6,3 milioni di posti in vendita. Inoltre, secondo l’agenzia Eurcocontrol il 31 luglio Lufthansa ha effettuato 1.149 decolli, subito dopo il gruppo Ryanair, EasyJet e Turkish Airlines.

Insomma, data la portata del traffico aereo anche un solo giorno di sciopero dei voli di Lufthansa rischia di coinvolgere più di 200mila persone nel mese di agosto.

Caos nei cieli d’Europa

Lufthansa non sarà l’unica a scioperare ad agosto (se lo sciopero dei piloti sarà confermato), ricordiamo anche gli altri scioperi in programma, come quello dei piloti di EasyJet in Spagna, annunciato per i giorni nei giorni 12, 13, 14, 19, 20, 21, 27, 28 e 29 agosto.

Ricordiamo le difficoltà all’aeroporto di Londra Heathrow, con le limitazioni dei voli fino a tutto ottobre, e la conseguente sospensione della vendita dei biglietti da British Airways per le partenze dallo scalo londinese.

Anche l’aeroporto di Amsterdam Schiphol ha dovuto limitare il numero di passeggeri giornalieri in partenza dallo scalo.

Dunque anche nel mese di agosto sarà molto complicato prendere un aereo in Europa.

E l’Italia? Da noi, i viaggiatori sono salvi grazie alla franchigia estiva che nel periodo dal 27 luglio al 5 settembre non consente gli scioperi nel trasporto aereo. Molto probabilmente, tuttavia, gli scioperi nel resto d’Europa avranno conseguenze anche in Italia.

sciopero lufthansa agosto europa
Aerei Lufthansa (Foto: Tupungato – stock.adobe.com)