Home Eventi Il Cenacolo Vinciano riapre al pubblico: visite contingentate

Il Cenacolo Vinciano riapre al pubblico: visite contingentate

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:52
CONDIVIDI

Il Cenacolo Vinciano riapre alle visite del pubblico: ingressi contingentati. Le nuove modalità di accesso.

cenacolo vinciano riapre
L’Ultima Cena di Leonardo Da Vinci

Finalmente anche il celeberrimo dipinto dell’Ultima Cena di Leonardo Da Vinci torna ad essere nuovamente visibile al pubblico. Dal 9 giugno il Museo del Cenacolo Vinciano ha riaperto alle visite, con ulteriori limitazioni rispetto a quelle già stringenti in vigore in precedenza. Se le vecchie regole, infatti, servivano per preservare la fragilità del dipinto leonardesco, le nuove servono anche per tutelare la salute dei visitatori in un luogo chiuso e che richiede una particolare climatizzazione. Ecco tutto quello che bisogna sapere per vedere nuovamente dal vivo il capolavoro di Leonardo.

Leggi anche –> Musei e mostre: le riaperture della fase 2

Il Cenacolo vinciano riapre alle visite

La quarantena, imposta dall’emergenza del nuovo coronavirus, ha costretto alla chiusura anche il Museo del Cenacolo Vinciano, che insieme a molti altri musei e monumenti ha riaperto al pubblico in questi giorni. Dal 9 giugno si può tornare a visitare il celeberrimo dipinto dell’Ultima Cena, realizzato, tra il 1494 e il 1498, dal genio di Leonardo Da Vinci sulla parete delle stanza che ospitava il refettorio del convento di Santa Maria delle Grazie.

A causa delle tecnica pittorica sperimentale usata da Leonardo il dipinto è fragilissimo e ha rischiato più volte di andare perduto per sempre, anche durante i bombardamenti della Seconda guerra mondale che colpirono duramente Santa Maria delle Grazie e il tetto del refettorio, risparmiando miracolosamente la parete con il dipinto di Leonardo. Nel tempo il dipinto ha perso consistenza e colore, riportati in vita da un restauro complicatissimo ma raffinato. A causa della sua estrema fragilità e del rischio di esposizione all’umidità, l’Ultima Cena può essere visitata solo da poche persone alla volta che vengono ammesse per una breve durata di tempo nella stanza dell’ex refettorio, dove temperatura e umidità vengono mantenuti costanti grazie a un raffinato impianto di climatizzazione.

Leggi anche –> La Reggia di Caserta lancia un abbonamento low cost

Oggi, con le misure di sicurezza sanitaria e la necessità di mantenere il distanziamento fisico tra le persone, le visite al Cenacolo vinciano sono state ulteriormente contingentate. Solo 5 persone alla volta possono entrare nella stanza dell’ex refettorio dove si trova il dipinto, rispetto alle 25 ammesse prima dell’emergenza sanitaria. La durata, invece, è sempre la stessa: 15 minuti a visita per ciascun gruppo.

“Si è voluto in ogni caso preservare la qualità dell’esperienza, mantenendone inalterati i tempi, offrendo così al visitatore, in cambio delle maggiori attenzioni richieste, il privilegio straordinario di una visita concentrata e silenziosa, nel corso della quale apprezzare la stratificazione storica del luogo e la potenza comunicativa del dipinto di Leonardo”, ha dichiarato Emanuela Daffra, a capo della Direzione regionale Musei Lombardia.

L’Ultima Cena di Leonardo Da Vinci (Santa Maria delle Grazie, Milano)

Le modalità della visita

Per accedere al Museo del Cenacolo Vinciano si devono osservare le stesse norme di sicurezza sanitaria previste per gli altri musei e monumenti Italia: mantenere il distanziamento fisico, indossare obbligatoriamente la mascherina e igienizzarsi le mani con il gel all’ingresso. La prenotazione della visita era già obbligatoria da prima. Essendo il Cenacolo Vinciano molto ambito è necessario prenotarsi con largo anticipo.

Leggi anche –> Il Colosseo riapre alle visite il 1° giugno

In questa prima fase sperimentale gli accessi al Cenacolo sono stati ulteriormente contingentati: potranno entrare nel Refettorio solo 5 persone ogni 15 minuti.

Anche gli orari di apertura del Museo hanno subito delle modifiche:

  • martedì – venerdì ore 14.00–19.00 (ultimo ingresso 18.45)
  • sabato e domenica ore 9.00–13.45 (ultimo ingresso 13.30)

Modalità, numero di visitatori ed orari potranno essere modificati dopo la prima settimana di sperimentazione sulla base di una valutazione.

BIGLIETTI

Per accedere al museo la prenotazione è obbligatoria e sarà attiva con tre possibili canali (non sarà possibile acquistare i biglietti direttamente in biglietteria):

1. Online sul sito di VIVATICKET;
2. Tramite call center al numero Verde gratuito, da rete fissa: 800 990 084; numerazione a pagamento, da rete fissa o mobile: +39 02 92800360
3. Scrivendo all’indirizzo [email protected]

Per tutelare la salute di tutti, visitatori e personale, le modalità di visita e acquisto dei biglietti hanno subito alcune variazioni. L’indicazione dei percorsi di visita sono sul sito web del museo.

Per preparare ed arricchire la tua visita, si può scaricare gratuitamente la app ufficiale del Museo del Cenacolo Vinciano dagli store iOS e Android o vai alla sezione del sito “Dentro al Cenacolo” per scoprire nuovi modi per conoscere l’opera di Leonardo.

Per ulteriori informazioni: cenacolovinciano.org

Lo scorso aprile, in pieno lockdown, il Museo del Cenacolo Vinciano insieme alla Cineteca di Milano aveva messo a disposizione gratuitamente sul proprio sito web alcuni film e documentari dedicati e ispirati all’Ultima Cena di Leonardo. Alcuni di questi contenuti sono ancora disponibili online. Conviene dunque approfittarne se ve li siete persi.

Leggi anche –> Pompei, il parco archeologico riapre alle visite

cenacolo vinciano riapre
Il Cenacolo di Leonardo Da Vinci