Ultima Superluna dell’anno: la Luna piena dei Fiori

Ultima Superluna dell’anno: arriva la Luna piena dei Fiori. Ecco quando.

ultima superluna anno
Luna (Adobe Stock)

C’è grande attesa per la quarta e ultima Superluna dell’anno. L’appuntamento è per la sera di giovedì 7 maggio, intorno alle 20.00, sperando che il tempo sia favorevole all’osservazione.

La Superluna è il fenomeno, dal nome non scientifico ma popolare, che si verifica quando la Luna piena si trova nel punto dell’orbita più vicino alla Terra, il perigeo. Appare così più grande e luminosa del solito e per questo motivo è chiamata “super luna”.

Il fenomeno, in realtà, non sempre è così evidente a occhio nudo. Occorre una buona capacità di osservazione. Inoltre la differenza nella luminosità e nell’apparente grandezza non è sempre la stessa, varia a seconda della distanza del nostro satellite dalla Terra. Il perigeo, infatti, non è tanto un punto fisso ma un intervallo di diversi chilometri sull’orbita all’interno del quale si parla di plenilunio al perigeo e dunque di “Superluna”. Secondo alcuni, questo fenomeno si verifica entro il 90% della distanza minima dalla Terra in una data orbita, altri adottano il limite di 358.884 km (223.000 miglia), oppure di 360.000 km (223.694 miglia). Ecco perché le “Superlune” non sono tutte uguali.

Quella dello scorso 7 aprile è stata a 356.908 km dalla Terra ed è stata la Superluna più grande dell’anno. Quella del prossimo 7 maggio, invece, sarà un po’ più lontana da noi, a 361.184 km. Sarà dunque una Superluna un po’ più piccola o una “quasi” Superluna. Ecco cosa bisogna sapere.

Leggi anche –> Cielo del mese di maggio 2020: i pianeti e le stelle cadenti

Ultima Superluna dell’anno il 7 maggio

La Luna piena dei Fiori è la prossima e ultima Superluna dell’anno che apparirà nel cielo notturno di giovedì 7 maggio. Il nome di “Luna dei Fiori” viene dai nativi americani del Nordest, che hanno chiamato così la Luna piena che vedevano splendere sulle loro terre in fioritura durante li mese di maggio. Non è la prima volta che la Luna viene legata alla stagionalità della terra e al ciclo agricolo, un altro esempio è la “Luna di fragola”, chiamata così non per il suo colore ma perché splende durante il periodo della raccolta delle fragole, sempre in Nord America.

Appellativi che danno un tocco di romanticismo al nostro satellite, insieme a quello di Superluna, che non ha niente di scientifico ma serve a descrivere il fenomeno del plenilunio al perigeo, ovvero della Luna piena quando si trova nel punto della sua orbita più vicino alla Terra. Dopo i precedenti appuntamenti dell’8 febbraio, 9 marzo e 7 aprile, quando abbiamo avuto la Superluna più grande, il quarto e ultimo appuntamento dell’anno è per giovedì 7 maggio.

Intorno alle 20.00 di giovedì sera, tempo permettendo, potremo ammirare il nostro satellite a distanza ravvicinata da noi, più luminoso e più grande del solito. La Luna si troverà a 361.184 km dalla Terra, rispetto alla distanza normale che è di poco superiore ai 384 mila km.

Uno spettacolo da non perdere. Sebbene per mercoledì 6 maggio sia previsto un peggioramento del tempo, giovedì 7 maggio la situazione dovrebbe migliorare, con schiarite e cieli sereni su quasi tutta Italia. Tutti con lo sguardo al cielo giovedì sera.

Superluna (iStock)