Home Dove, come e quando Coronavirus, chiude l’aeroporto di Milano Linate

Coronavirus, chiude l’aeroporto di Milano Linate

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:59
CONDIVIDI

Coronavirus, chiude l’aeroporto di Milano Linate a causa dell’epidemia e della cancellazione dei voli delle compagnie aree. Cosa bisogna sapere.

coronavirus chiude milano linate

L’aeroporto di Milano Linate chiude per Coronavirus. La decisione è stata presa dalla Società per azioni esercizi aeroportuali, a seguito della forte riduzione delle attività con la cancellazione di quasi tutti i voli nazionali e internazionali delle compagnie aree che operano nello scalo. Come EasyJet, che ha base proprio nello scalo di Linate.

Le attività residue saranno spostate all’aeroporto di Milano Malpensa.

Leggi anche –> Emergenza Coronavirus, gli Stati Uniti bloccano i viaggi dall’Europa, escluso il Regno Unito

Coronavirus, chiude l’aeroporto di Linate

In una nota diffusa giovedì 12 marzo, la Società per azioni esercizi aeroportuali (Sea) ha comunicato che “secondo le disposizioni del decreto emanato dal ministero dei Trasporti, il traffico passeggeri di aviazione commerciale e generale sarà concentrato sull’aeroporto di Milano Malpensa, con la chiusura temporanea dell’intero aeroporto di Milano Linate che garantirà i soli voli di emergenza sanitaria e/o per trasporto organi“.

Il traffico passeggeri di Linate è spostato al terminal 2 di Malpensa. In un primo momento,ha spiegato la Sea: “Il traffico passeggeri sarà concentrato sul terminal 2 di Milano Malpensa al fine di contenere al minimo il numero di persone e mezzi nelle attività operative a tutela della salute di tutti. Infatti, grazie a una significativa riduzione del personale impiegato, si limiteranno al massimo il numero di contatti e del rischio di contagio ad esso associato”.

Leggi anche –> Coronavirus in Italia: i Paesi europei che ci hanno chiuso i confini

Tra le ragioni della chiusura dell’aeroporto: “Linate dispone di un’unica pista di volo di lunghezza insufficiente a garantire l’operatività di aeromobili wide-body, tipicamente utilizzati per le rotte di lungo raggio; l’attuale regolamentazione di accesso allo scalo esclude la possibilità di servire destinazioni extra-UE e di operare con aeromobili a doppio corridoio; Malpensa è l’unico scalo in grado di garantire l’operatività del Cargo grazie alle sue infrastrutture (piste, piazzali aeromobili e magazzini). Tale comparto rimane strategico anche in questa fase di gestione dell’emergenza”.

Nella fase di ripresa, ha aggiunto Sea: “Si prevede la progressiva e flessibile riattivazione del Terminal 1 di Milano Malpensa e di Milano Linate in funzione della riprogrammazione dei voli”.

Ulteriori informazioni sul sito web ufficiale dell’aeroporto: www.milanolinate-airport.com/it

Leggi anche –> Voli cancellati per coronavirus: le informazioni sui rimborsi da Enac

L’aeroporto di Milano Linate, come ricorderete, era stato chiuso per tre mesi da luglio a ottobre 2019 per il rifacimento della pista e altri lavori di ristrutturazione. In quella circostanza, i voli furono spostati sugli scali di Malpensa e Bergamo Orio al Serio.

Aeroporto di Milano Linate (iStock)