Home Idee di viaggio Presepi artistici delle Marche: dove andare e cosa vedere

Presepi artistici delle Marche: dove andare e cosa vedere

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:16
CONDIVIDI

Presepi artistici delle Marche: dove andare e cosa vedere a Natale. Le natività più belle

Presepe di Campocavallo di Osimo (www.santuariocampocavallo.com)

Durante le vacanze di Natale una delle attività molto amate dagli italiani è quella di fare visita ai presepi. Andare per chiese, borghi, centri storici, città d’arte, ma anche luoghi nascosti e poco conosciuti in campagna, montagna e perfino al mare ci porta a scoprire bellezze artistiche inaspettate e a scoprire grandi e piccole meraviglie del nostro territorio. Una scoperta nella scoperta e un’esperienza indimenticabile. Che siate in famiglia, in coppia o con gli amici, visitare i presepi sparsi per l’Italia è l’attività da fare durante queste vacanze di Natale.

Dopo avervi segnalato i presepi viventi più belli delle Marche, vi proponiamo i presepi artistici da vedere, nella stessa regione. Creazioni di artigiani e artisti locali che vi faranno vivere la spiritualità del Natale. Uno spettacolo da non perdere assolutamente.

Leggi anche –> Best in Travel 2020: le Marche meta top secondo Lonely Planet

Presepi artistici delle Marche: dove andare

Andare per presepi a Natale è una delle attività più emozionanti che si possano fare. Lasciare le comodità e il caldo di casa per mettersi in viaggio o anche in cammino per scoprire autentici capolavori, spesso ospitati in luoghi inaspettati e in ambienti carichi di fascino. Che sia la spiritualità di una vecchia chiesa o la magia di una grotta naturale, di un sentiero di montagna, una spiaggia, il porticato di una città storica o la piazzetta di un borgo, non esiste luogo dove non si possa allestire un presepe. Anzi, più insolito e trascurato e meglio è.

Tanti sono i luoghi, bellissimi e sorprendenti, dove vengono allestiti presepi meravigliosi. Qui vi portiamo alla scoperta dei presepi artistici da visitare nelle Marche. Piccoli e grandi capolavori che vi lasceranno pieni di stupore e meraviglia. Ecco dove andare e cosa vedere in ciascuna provincia.

Leggi anche –> Mercatini di Natale nelle Marche 2019: dove andare e cosa vedere

Presepi della Provincia di Ancona

Presepe artistico meccanico Benedetto XVI a Loreto (tutti i giorni 9.30-12.30 / 14.00-19.00): è un presepe artistico meccanico permanente a due passi dal Santuario, situato accanto all’imponente monumento al Santo Giovanni XXIII. L’allestimento si caratterizza per la presenza di numerose scene, con oltre 100 personaggi in movimento, a partire dall’Annunciazione di Maria, fino alla Natività. Aperto al pubblico nel 2006 e gestito dall’Associazione Lauretana Presepi, il ricavato delle offerte è devoluto in beneficenza. La bellezza e la maestria nella realizzazione delle scene, con dei capolavori decorati a regola d’arte, lo fanno rientrare tra i presepi più belli d’Italia.

Presepe artistico di Campocavallo di Osimo (tutti i giorni durante le festività natalizie, orari di visita del Santuario: 7:00 – 12:30 / 15:30 – 20:00): vicino Loreto e a due passi dal maestoso Santuario dell’Addolorata, assolutamente da non perdere una visita al suggestivo presepe tradizionale, un vero e proprio capolavoro artistico realizzato dal Maestro Giampaolo Bottegoni e dai maestri presepai del luogo. Paesaggi, scene, personaggi presentati con accurate ricerche storiche e nel rispetto della nobile antica tradizione del Presepio marchigiano.

Presepe Artistico della Parrocchia S. Francesco alle Scale ad Ancona (dal 20/12/2019 al 31/01/2020 e aperto al pubblico dalle 8.30 alle 18.30): si tratta di un Presepe Artistico in movimento, allestito nella trecentesca chiesa situata lungo la storica via Pizzecolli, in una delle zone più belle della città.

Presepe meccanizzato della Parrocchia del Divino Amore di Jesi (dal 25 dicembre 2019 al 19 gennaio 2020. Apertura 10-12.30 / 15-20. Dopo il 6 gennaio aperto solo sabato e domenica): è un grande presepio curato nei minimi dettagli che colloca la Natività nell’ambiente marchigiano degli inizi del ‘900. Nel presepe vengono evocati e riprodotti alcuni luoghi tipici come il Monte San Vicino con il suo inconfondibile profilo, le splendide Grotte di Frasassi e anche la Basilica di Loreto. Per questo motivo è stato battezzato come “il presepe delle Marche”.

Presepi della Provincia di Pesaro-Urbino

“Le Vie dei Presepi” a Urbino (7-8-14-15 dicembre e dal 21 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020; orario 10-13 / 15-19 ): è un itinerario suggestivo alla scoperta delle Natività nella splendida città Unesco delle Marche, sparse lungo vie e vicoli del centro storico in chiese, vetrine e palazzi, per un totale di circa duecento opere. Una speciale convenzione permetterà ai possessori del biglietto delle Vie dei Presepi di visitare lo splendido Oratorio di San Giuseppe (dov’è conservato il presepe del Brandani, la natività in stucco a grandezza naturale più antica del mondo), pagando il biglietto ridotto. Questa edizione vedrà tra le novità un’ampia sezione dedicata a presepi ambientati ai piedi di modellini di insigni monumenti architettonici (chiese orientali, castelli), per la maggior parte opera di un appassionato costruttore di Todi. Come ogni anno, un intero ambiente sarà dedicato a un grande presepe meccanizzato riproducente un quartiere della Roma ottocentesca.

Presepe di San Marco a Fano (da Natale all’Epifania dalle 9.30 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00): il presepe è un vero capolavoro d’arte tra i più belli del centro Italia. Costruito nelle cantine settecentesche di Palazzo Fabbri, in via Mura Sangallo, copre una superficie di 350 metri quadrati ed è composto da oltre 50 Diorami (scene), riproducenti episodi biblici del Vecchio e Nuovo Testamento con più di 500 statue a movimenti meccanizzati create appositamente da maestri d’arte e da 200 dipinti decorativi che adornano fondali e sfondi.

“Magic Sand, il Natale tra le sculture di sabbia” a Fano (tutti i giorni 10-12.30/15.30-20, sabato e domenica anche 21-23): nella tensostruttura ai Giardini Amiani è allestita la mostra di sculture di sabbia che riproducono paesaggi e personaggi del Presepe.

Presepi della Provincia di Macerata

Presepe meccanizzato a Recanati (dall’8 dicembre 2019 visitabile tutti i sabato e domenica pomeriggio fino al 31 gennaio; dal 21 dicembre aperto al pubblico tutti i giorni dalle 16.00 alle 20.00): il Presepio Meccatronico – Olfattivo 2019 del Maestro Leandro Messi, con gli speciali effetti sensoriali e olfattivi del Maestro Màlleus, è visitabile in Via Passero Solitario. Sono più di cento i personaggi della Natività, tutti meccanizzati e realizzati a mano; le statuette, che vanno da una altezza di 10 a 30 centimetri, sono tutte in legno.

A MACERATA è da visitare la Mostra di presepi artigianali artistici dal 21 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020 presso la Galleria Antichi Forni; poi l’Esposizione del presepe meccanizzato nei Locali Ex Upim dall’8 dicembre 2019 al 12 gennaio 2020 e l’Esposizione del presepe artistico con le statue siciliane dall’8 dicembre presso la Chiesa di Consalvi (prefestivi ore 16.00-20.00, festivi ore 10.00-20.00).

Provincia di Fermo

Il Grande Presepe di Porto San Giorgio (dall’8 Dicembre 2019 al 12 Gennaio 2020 feriali 17.00-20.00; giovedì, sabato, domenica e festivi 11.00-13.00 e 17.00-20.00): ad opera della Sig.ra Renata Ficiarà, è il presepe smontabile più grande delle Marche con quasi 150 metri quadrati di superficie, 1000 statuine e 242 meccanismi. È una rappresentazione di tutta la storia di Gesù, dalla nascita alla resurrezione descritta nei minimi dettagli. L’allestimento è visitabile presso la chiesa del Crocifisso, appositamente riaperta e restaurata per dare spazio a questa vera e propria opera d’arte. Inoltre, questo presepe fa da culmine ad un percorso: “la via dei presepi” che si estende lungo la via adiacente (C.so Castel San Giorgio) in cui è presente l’esposizione di presepi artistici (presso la Sala Castellani) e varie istallazioni lungo il percorso.

Provincia di Ascoli Piceno

Il presepe di Monsampolo del Tronto: all’interno dei suggestivi Percorsi Ipogei dell’antico Castello di Monsampolo del Tronto è possibile stupirsi con la mostra permanente di Presepi artistici del Maestro Luigi Girolami. Tutte le opere presentano spaccati immaginari di società orientali e occidentali. In particolare segnaliamo il “Presepio dei nonni” ottenuto con le statuine in cartapesta e celluloide degli anni ‘40-’60, il presepe a doppia faccia “Oriente e Occidente“, il “Presepio Medievale“, riproposto con ampliamenti scenografici, il “Presepio Palestinese” con numerose scenette sulla vita del piccolo Gesù attestate dalla narrazione evangelica e il “Presepio delle Caciare“, l’omaggio presepistico al celebre papa ascolano del Duecento, che ambienta la Natività nei ricoveri pastorali in pietra della pittoresca montagna ascolana (tholos, volgarmente detti “caciare” e “casciali”).

Per ulteriori informazioni sui presepi viventi nelle Marche 2019: www.destinazionemarche.it/andar-per-presepi-nelle-marche

Altri presepi da vedere in Italia: