Marco Triches, pompiere morto ad Alessandria: “Voglio salvare la gente”

Emerge un video inedito di Marco Triches, il pompiere morto ad Alessandria insieme ad altri due suoi colleghi: “Voglio salvare la gente”.

(screenshot video/Vigili del fuoco)

Proseguono le indagini sulla tragedia di Quargnento, provincia di Alessandria, avvenuta nella notte e che ha causato la morte di tre vigili del fuoco. Mentre tre famiglie – insieme ai colleghi pompieri – piangono la morte di Antonino Candido, Marco Triches e Matteo Gastaldo, vittime di un gesto barbaro e insensato, si prova a far luce sull’accaduto.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Le parole di Marco Triches in un video inedito

Intanto emerge un breve video di circa un minuto di Marco Triches, uno dei tre pompieri coinvolti nella tragedia. Il giovane vigile del fuoco confidava: “Se un bambino mi chiede qual è il mio lavoro, gli dico che faccio il pompiere. Il desiderio di fare il vigile del fuoco nasce da un desiderio che si è scatenato dopo aver fatto il militare. Oggi che sono volontario, la sensazione è diversa. Vedere un camion dei vigili del fuoco passare con la sirena ha un sapore un po’ più dolce”.

Il vigile del fuoco spiegava ancora in quell’intervista che raccoglieva le sue impressioni: “Io non mi sento un eroe, mi sento una persona che spera di avere l’opportunità di salvare della gente”. Il video, che è stato rilanciato dai Vigili del Fuoco, si conclude con la frase: “Se domani non dovessi più tornare, racconta a tutti del mio amore esagerato per questa divisa. Racconta a tutti che ero diventato ciò che sognavo da bambino”.