Violenza carnale su minori, una 47enne droga ed abusa degli amici del figlio – FOTO

violenza carnale minori
Gravi accuse di violenza carnale su minori ai danni di una donna di 47 anni FOTO viagginews

Una donna è stata accusata di violenza carnale su minori, le vittime sono dei ragazzini compagni di scuola di suo figlio. Le violenze risalgono allo scorso mese di settembre.

Una donna è stata accusata di violenza carnale compiuta su minori, entrambi amici del figlio. Inoltre avrebbe consumato con i due adolescenti alcolici e marijuana mentre approfittava di loro in casa sua. Lei si chiama Amalia Utz, ha 47 anni e la vicenda è avvenuta in California. Per la donna sono scattate le manette mercoledì scorso, mentre gli incontri illegali risalirebbero allo scorso mese di settembre. Lei nel frattempo è subito uscita dopo aver pagato una cauzione di 25mila dollari.

Al cambio si tratta di circa 22500 euro. La polizia è intervenuta in seguito a giorni e giorni di approfondite indagini, ascoltando i ragazzini ed anche altre persone. Inizialmente l’inchiesta per gli abusi e la violenza carnale considerava la presenza di una sola vittima. Poi ascoltando le versioni di alcuni degli interrogati, si è scoperto che c’era anche un altro ragazzino che sarebbe finito preda di Amala Utz e delle sue insane voglie.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Violenza carnale su minori, donna di 47 anni accusata di fatti gravissimi

Ora lei attende il processo a suo carico che inizierà con una prima udienza il 25 ottobre prossimo. A giustificare la custodia cautelare è la denuncia giunta in modo anonimo ai danni della 47enne su quanto avrebbe compiuto. La polizia ha acclarato che la Utz avrebbe tenuto dei festini con droghe ed alcolici per gli amici del figlio ed anche per quest’ultimo. La casa dell’imputata si trova anche a poche centinaia di metri dalla scuola frequentata dagli adolescenti. Più volte gli agenti di polizia si erano recati in quella abitazione per schiamazzi e disturbo della quiete pubblica. Secondo le forze dell’ordine ed i vicini di casa, i minorenni accorrevano a frotte lì. Appena 9 giorni di indagini hanno poi condotto all’arresto della Utz.