Home News Nadia Toffa, Filippo Facci non cambia idea: “Il cancro è una cosa...

Nadia Toffa, Filippo Facci non cambia idea: “Il cancro è una cosa seria”

CONDIVIDI

Nadia Toffa, Filippo Facci non cambia ideaInterrogato su Nadia Toffa giorni dopo la morte della popolare conduttrice de ‘Le Iene’, Filippo Facci sostiene di non aver cambiato idea su di lei.

Una settimana dopo la sua morte, Nadia Toffa continua a far discutere. L’amatissima conduttrice de ‘Le Iene‘ è stata salutata con affetto dai suoi colleghi in toto, da Giulio Golia e da Nicola Savino singolarmente, nonché da altri personaggi dello spettacolo come Silvia Toffanin o Jovanotti, senza contare la miriade di messaggi di fan. Che la iena fosse amata dagli italiani lo si è capito anche durante il funerale tenuto a Brescia, quando una folla di centinaia di persone le ha tributato un applauso interminabile.

Tutte queste persone ritengono che Nadia Toffa abbia svolto un grande lavoro per la comunità, ponendosi sempre dalla parte dei più deboli e cercando di smascherare i torti da loro subiti. Inoltre ritengono che abbia affrontato il decorso della malattia con grande coraggio, cercando di mostrare una forza invidiabile e di condividere un messaggio positivo. Non tutti però sono convinti che il modo in cui ha trattato la malattia sia stato corretto, tra questi c’è anche il giornalista Filippo Facci, il quale tempo addietro aveva criticato la spettacolarizzazione del cancro fatta da lei e dalle Iene.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Filippo Facci: “Il cancro è una cosa seria, non cambio idea”

Dopo aver letto molti messaggi che gli chiedevano se avesse cambiato idea su Nadia, il giornalista ha scritto su Facebook: “L​a mia opinione sul personaggio Nadia Toffa non è cambiata, ma non mi sembra il caso di tornare a esibirla proprio oggi. Lo preciso per quanti mi chiedono stupidamente conto di un’opinione che la prevista morte della Toffa (che nel febbraio 2018 andò in tv a dire «sono guarita») non fa che confermare”.

Quello che critica non sono i messaggi che la Iena scambiava con i fan, ma la spettacolarizzazione della malattia fatta dalle Iene: “Il cancro è faccenda troppo seria per lasciarla gestire alle Iene: sia spettacolarizzandolo personalmente, sia trasmettendo servizi giornalistici su stregoni secondo i quali i tumori si possono curare con l’aloe, con estratti di veleno di scorpione e altre scemenze propinate a milioni di telespettatori”.