Home Eventi Carnevale di Putignano 2019: date e programma

Carnevale di Putignano 2019: date e programma

CONDIVIDI
carnevale di putignano 2019
Carnevale di Putignano (iStock)

Stiamo per entrare nel periodo di Carnevale 2019, sebbene manchi ancora più di un mese al weekend di Carnevale, che quest’anno sarà tra la fine di febbraio (Giovedì Grasso è il 28 febbraio) e i primi di marzo (Martedì Grasso è il 5 marzo). Le sfilate dei corsi mascherati, tuttavia, iniziano molto prima perché si svolgono il sabato o la domenica e solitamente sono quattro o cinque eventi, per la durata di un mese. Pertanto, i primi festeggiamenti del Carnevale inizieranno già verso la metà di febbraio o anche prima. Chi vuole partecipare alle prime sfilate dei carri allegorici è bene che si informi in anticipo sul programma.

Qui vi segnaliamo gli eventi del Carnevale di Putignano 2019, uno dei più antichi in Italia.

Carnevale di Putignano 2019: il programma

Putignano è una cittadina dell’entroterra di Monopoli, in provincia di Bari, vicina a Castellana Grotte e Alberobello. Qui si svolge ogni anno un carnevale che ha origini molto antiche e che unisce celebrazioni religiose a riti pagani.

Ogni anno, la data di inizio del Carnevale è il 26 dicembre, giorno di Santo Stefano, con la Festa delle Propaggini, la celebrazione della traslazione della salma del santo martire nella chiesa di Putignano. Seguono, poi, le celebrazioni per la festa di Sant’Antonio Abate e poi i festeggiamenti del Carnevale vero e proprio. Le origini della festa risalgono al 1394, quando nel giorno di Santo Stefano le spoglie del primo martire cristiano furono traslate da Monopoli, dove erano custodite, alla chiesa di Santa Maria la Greca di Putignano, dove sono tutt’ora conservate. L’obiettivo era quello di proteggerle dalle incursioni saracene che imperversavano sulla costa pugliese. Il 26 dicembre a Putignano hanno inizio le celebrazioni ufficiali del Carnevale con la Festa delle Propaggini, nome che viene dalla tecnica dell’innesto delle viti, detta della propaggine, a cui stavano lavorando i contadini nelle campagne di Putignano, mentre la salma di Santo Stefano veniva portata nella chiesa del loro paese. Al passaggio del corteo, i contadini lasciarono il lavoro per festeggiare il santo con balli, canti e versi satirici in vernacolo. Una celebrazione a metà tra la festa pagana e quella religiosa, che tuttora segna l’inizio del Carnevale. Secondo alcuni studiosi le primissime origini del Carnevale di Putignano risalirebbero addirittura agli ultimi secoli a.C., al tempo in cui la città era  una colonia della Magna Grecia ed erano frequenti i riti propiziatori verso il dio Dioniso. Poi il Medioevo avrebbe segnato il passaggio alla cristianizzazione della festa.

Nei giorni veri e propri del Carnevale sfilano per le vie del centro storico di Putignano i carri allegorici con enormi sculture di cartapesta, una tradizione introdotta a metà del ‘900, ma che è diventata subito molto importante, con la realizzazione di vere e proprie opere d’arte. Alle sfilate dei carri si accompagna un calendario ricchissimo di eventi, con spettacoli, concerti, balli, eventi gastronomici e culturali, presentazioni di libri e visite guidate, anche al Museo Diffuso del Carnevale di Putignano. Insomma, una manifestazione ricca di iniziative, per soddisfare tutti i gusti.

Come sempre, lo slogan del Carnevale di Putignano è “chi ride vive di più“. Torna, poi, la seconda edizione di “Basta la Vista”, con cui tutti i cittadini sono invitati a mettere colori ai loro balconi. Quest’anno si celebra la 625^ edizione di questo storico carnevale.

Il programma del Carnevale di Putignano 2019.

Dopo le prime celebrazioni del 26 dicembre con la Festa delle Propaggini e del 17 gennaio della benedizione degli animali nel giorno di Sant’Antonio Abate, il programma delle iniziative si apre a Putignano il 2 febbraio, giorno della Candelora, con la presentazione di Gesù al tempio, la benedizione delle candele e il tradizionale appuntamento con la Festa dell’Orso, si tratta di uno degli appuntamenti tipici della tradizione carnascialesca putignanese. Gli ultimi minuti di festa sono scanditi dai 365 rintocchi della Campana dei Maccheroni, tra balli, un bicchiere di vino e un piatto di pasta.

Le sfilate dei carri allegorici si terranno dal 17 febbraio al 5 marzo 2019. In questo periodo, inoltre, sono in programma in città tanti eventi collaterali. Il tema del Carnevale di Putignano 2019 è “Satira e libertà”.

Come da tradizione ad aprire ciascuna sfilata ci sarà Farinella, la maschera simbolo del Carnevale di Putignano. Ideata negli anni Cinquanta dal grafico Domenico Castellano, Farinella prende il nome da uno sfarinato di orzo e ceci abbrustoliti pestati in un mortaio di pietra, un prodotto tipico della gastronomia locale. La farinella, in dialetto “a povl” (la polvere), insieme ai fichi secchi era il pasto consumato dai contadini impegnati nel lavoro della terra.

Le sfilate dei carri con le sculture di cartapesta, accompagnati dalle animazioni e dai balli dei gruppi mascherati si terranno lungo Corso Umberto I, nelle domeniche del 17 e 24 febbraio e 3 marzo, con inizio alle ore 15.30; infine nel giorno di Martedì Grasso, 5 marzo, alle ore 19.00

I carri allegorici che sfileranno a Putignano sono: “La Révolution Italienne”, “Verso la libertà”, “Chi è senza peccato scagli la prima mela”, “La gabbia dei Matti”, “Italian Dream Libertà di… cambiare”, “Libertà in burrasca” e “The Wall – Incubi del passato”. Tutti ispirati a due domande: “Cos’è la libertà? Esiste davvero?”.

Per ulteriori informazioni sul programma: www.carnevalediputignano.it

Le altre manifestazioni del Carnevale 2019 in Italia:

A cura di Valeria Bellagamba