CONDIVIDI
viaggio in australia
Sydney, Australia (iStock)

Viaggio in Australia: come ottenere il visto turistico online per visitare il Paese.

Per viaggiare all’estero fuori dall’Europa ci sono Paesi che richiedono il passaporto altri anche il visto, con formalità che possono variare, ad esempio sulla durata della validità del passaporto richiesta. Ogni Stato ha le sue procedure, anche se la tendenza è a uniformarle per agevolare i viaggi per turismo. Molti Paesi, infatti, non richiedono il visto proprio per agevolare le visite per turismo, che portano importanti guadagni.

In particolare abbiamo segnalato:

In alcuni Paesi la richiesta del visto per i turisti è stata sostituita con un’autorizzazione elettronica di viaggio da richiedere online prima della partenza, come l’Esta per gli Usa e l’eTA per il Canada.

Una procedura analoga è richiesta anche per viaggiare per turismo in Australia, anche se in questo caso di parla di vero e proprio visto elettronico denominato “e-visitor visa“.

Viaggio in Australia: come ottenere il visto turistico elettronico

Per viaggiare come turisti in Australia oltre al passaporto in corso di validità (per il quale si consiglia una validità residua di lunga durata, in ogni caso informatevi presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio), occorre anche il visto. Alternativamente, l’Australia viene inserita tra i Paesi che richiedono o non richiedono il visto agli italiani, perché la procedura per ottenere il visto elettronico è molto simile a quella dell’Esta statunitense e dell’eTA canadese, anche se in questi due casi si tratta più propriamente di una autorizzazione elettronica di viaggio e non di un visto.

Comunque, prima di recarvi in Australia dovete ottenere il visto turistico via internet “e-visitor visa“, che ha una durata di 90 giorni. Il visto elettronico va richiesto online sul sito web ufficiale del Department of Home Affairs del governo australiano al seguente indirizzo: https://www.homeaffairs.gov.au/trav/visa-1/visa-listing#Visitor%20Visas

Anche in questo caso, come per Esta ed eTA, fate attenzione ai siti non ufficiali in rete, trappole per spillarvi i soldi.

Per entrare in Australia esistono diversi tipi di visto, tra cui il visto vacanze-lavoro della durata di 1 anno, rinnovabile per un altro anno, destinato ai ragazzi di età inferiore ai 31 anni.

Per visitare l’Australia per turismo o affari esistono diversi visti, gratuiti e a pagamento, a seconda della possibilità di estensione e della frequenza dei viaggi.

eVisitor (subclass 651)

Si tratta del visto visto base gratuito che possono chiedere i cittadini italiani, di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano, insieme a quelli dei principali Paesi europei, per viaggi per turismo e affari in Australia. Questo visto permette di visitare il Paese più volte in un anno, per un massimo di 3 mesi per ogni visita. Questo visto non può essere esteso.

Per richiedere l’eVisitor dovete creare un account sul sito web del Department of Home Affairs alla pagina eVisitor (subclass 651) e seguire la procedura indicata. Normalmente la risposta dovrebbe arrivarvi in 1 o 2 giorni lavorativi.

Electronic Travel Authority (subclass 601)

Questo visito è simile all’eVisitor ma con qualche possibilità in più. Si tratta anche in questo caso di un visto per viaggiare in Australia turismo e affari più volte in un anno, per un massimo di 3 mesi per ogni visita.Questo visto può essere richiesto dai cittadini italiani, di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

L’Electronic Travel Authority non consente di lavorare in Australia e per ottenerlo si devono pagare 20 dollari australiani. Per ottenere questo visto, tuttavia, occorre recarsi presso un’agenzia di viaggio, perché la procedura online è riservata solo ai cittadini di alcuni Paesi non europei (Usa, Canada, Giappone, Corea…). La risposta arriva in meno di un giorno. Con il visto ETA si può chiedere l’estensione, se siete in Australia, richiedendo un altro visto, come il Visitor visa (subclass 600).

Per informazioni: Electronic Travel Authority (subclass 601)

Comunque ai viaggiatori italiani ed europei è dedicata la più semplice e gratuita procedura dell’eVisitor (subclass 651).

Visitor visa (subclass 600)

Questo visto va richiesto per motivi turistici quando non è possibile ottenere l’eVisitor e l’Electronic Travel Authority. Per esempio chi ha avuto una condanna o più condanne penali, in qualsiasi Paese, con pena di o superiore ai 12 mesi.

Con il Visitor visa si può entrare in Australia per 3, 6 o 12 mesi. Con questo visto si può lavorare ad alcune condizioni, come alcune attività imprenditoriali o una sponsorizzazione.

Per ottenere questo visto si paga una somma che va dai 140 ai 1020 dollari australiani, a seconda delle condizioni e della durata della visita.

La risposta si ottiene dopo diversi giorni, a seconda del motivo per cui il visto è richiesto.

Per informazioni: Visitor visa (subclass 600)