CONDIVIDI
terza repubblica conte
Conte ricevuto da Mattarella (foto Quirinale)

Terza Repubblica: Giuseppe Conte nuovo presidente del Consiglio incaricato per formare il nuovo governo da Sergio Mattarella, diretta dal Quirinale.

Alle 17.30 di oggi pomeriggio, il professor Giuseppe Conte, nome su cui hanno trovato la convergenza Lega e Movimento 5 Stelle nei giorni scorsi, è arrivato al Quirinale per incontrare il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Si tratta di un colloquio importante, perché il Capo dello Stato scioglie le proprie riserve. Sul nostro sito, stiamo seguendo in diretta streaming le consultazioni, direttamente dalla pagina Youtube del Quirinale. Giuseppe Conte è arrivato al Quirinale in taxi. “Oggi comincia la terza Repubblica, ve l’avevo detto, l’avevo promesso”, ha detto stamattina Luigi Di Maio, capo politico del Movimento 5 Stelle. Ora si attende solo l’uscita di Giuseppe Conte dal colloquio col presidente della Repubblica.

Vuoi saperne di più? Leggi anche –>

Il discorso di Giuseppe Conte al Quirinale

Nei giorni scorsi, Mattarella ha ricevuto le delegazioni di Lega e Movimento 5 Stelle. L’altro ieri, le consultazioni decisive. La prima delegazione ricevuta dal Capo dello Stato è stata quella pentastellata. Dopo Luigi Di Maio, è toccato alla delegazione della Lega, guidata da Matteo Salvini. A 48 ore di distanza, il Presidente della Repubblica ha convocato quindi il professor Giuseppe Conte. Il docente di diritto privato è stato a lungo a consulto con Mattarella.

Al termine, si è riservato di accettare l’incarico, come spiegato dal portavoce del Quirinale. Questo il discorso di Giuseppe Conte: “Il Presidente della Repubblica mi ha conferito l’incarico che ho accettato con riserva. Se riuscirò a portare a compimento l’incarico esporrò alle Camere un programma basato sulle intese intercorse fra le forze politiche di maggioranza. Sono disponibile a fare il presidente del Consiglio senza risparmiarmi, con il massimo impegno e la massima responsabilità”.

“Sono professore e avvocato, ho perorato cause di varie persone e ora difendo l’interesse degli italiani in tutte le sedi Ue e internazionali dialogando con le istituzioni Ue e con gli altri Paesi mi propongo di essere l’ avvocato difensore del popolo italiano”, dice il professor Giuseppe Conte. Poi: “Il contratto su cui si fonda questa esperienza rappresenta in pieno le aspettative di cambiamento degli italiani. Lo porrò a fondamento dell’esperienza di governo nel pieno rispetto delle prerogative del presidente della Repubblica e della Costituzione. Voglio dar vita a un governo dalla parte dei cittadini”.

Ha aggiunto Conte: “Con il presidente della Repubblica abbiamo parlato della fase impegnativa e delicata e delle sfide che ci attendono e di cui sono consapevole così come sono consapevole di confermare la collocazione internazionale ed europea dell’Italia”. Quindi ha concluso: “Non vedo l’ora di iniziare a lavorare sul serio, grazie a tutti”.

A cura di Gabriele Mastroleo