CONDIVIDI
Giuseppe Conte
(screenshot Youtube)

Governo Lega-5 Stelle: ufficiale, Giuseppe Conte è il nome fatto da Di Maio e Salvini a Mattarella come premier incaricato, già domani la svolta?

C’è ufficialmente il nome di quello che sarà il presidente del Consiglio incaricato e non ci sono colpi di scena rispetto a quanto preventivato. Alle 17.30 di oggi pomeriggio è iniziato un giro di consultazioni al Quirinale decisivo per la formazione del nuovo governo Lega-5 Stelle. La prima delegazione ricevuta dal Capo dello Stato, Sergio Mattarella, è stata quella pentastellata. Dopo Luigi di Maio, è toccato alla delegazione della Lega, guidata da Matteo Salvini.

Leggi anche –> Governo Lega-5 Stelle, ecco i ministri: oggi le consultazioni

Luigi Di Maio conferma: Giuseppe Conte premier incaricato

All’uscita, sia Di Maio che Salvini hanno rilasciato delle brevi dichiarazioni, non entrando però nel merito riguardo a chi sarebbe stato il presidente del Consiglio incaricato. Poi il capo politico del Movimento 5 Stelle, con un post sul Blog delle Stelle, ha sciolto le riserve, confermando il nome di Giuseppe Conte, peraltro quello maggiormente indicato nelle ultime ore. “Oggi possiamo dire che siamo di fronte a un momento storico. Abbiamo indicato il nome di Giuseppe Conte al presidente della Repubblica. Un nome che può portare avanti il contratto di governo. E sono particolarmente orgoglioso di questa scelta”, sono state le parole di Luigi Di Maio.

Il capo politico del Movimento 5 Stelle ha sottolineato: “Giuseppe Conte sarà un premier politico di un governo politico, indicato da due forze politiche, con figure politiche al proprio interno. E soprattutto con il sostegno di due forze politiche votate. Senza cambi di casacca, senza persone che vengono dal gruppo misto e che entrano in altri gruppi”. Ha evidenziato ancora Luigi Di Maio: “Sono molto orgoglioso di questo nome perché è la sintesi del MoVimento 5 Stelle: non vesserà il popolo italiano. A chi dice che non è stato eletto, rispondo che Giuseppe Conte era nella mia squadra, lo hanno votato 11 milioni di italiani”.

Perché è stato scelto Giuseppe Conte?

Quello di Giuseppe Conte è un nome che forse a molti dice ben poco: nato a Volturara Appulla (Foggia), 54 anni, sposato e separato, un figlio di dieci anni, il premier in pectore vive a Roma, dove è titolare di un grande studio legale. Insegna a Firenze diritto privato. Si tratta di un nome che piace molto al Movimento 5 Stelle: “Oltre a essere una persona di grandissimo profilo, viene dalla periferia di questo Paese, da San Giovanni Rotondo, è uno tosto, si è fatto da solo. Si è battuto non solo per un rigore legale ma anche morale”, ha detto oggi Luigi Di Maio.

Giuseppe Conte, come ha precisato anche il capo politico del Movimento 5 Stelle, non è sicuramente un nome casuale: infatti, era stato indicato come probabile ministro della Giustizia già prima delle elezioni e dunque per questo Di Maio ha precisato che non si tratta di un “non eletto”, anche se nella pratica comunque è così. Quando era stato ‘investito’ della carica di ministro ombra della giustizia, Giuseppe Conte aveva spiegato che combattere “l’ipertrofia normativa” che “penalizza gli onesti” e chi rispetta “le regole” erano le sue prerogative.

Politicamente, Giuseppe Conte viene considerato con valori di sinistra e ha sostenuto anche di aver in passato votato per quella parte politica. Durante la presentazione della squadra di governo cinque stelle, indicò i tre punti cardine per i quali si sarebbe battuto: “Primo: bisogna drasticamente abolire le leggi inutili, che sono molte più delle 400 indicate da Luigi Di Maio. Secondo: bisogna rafforzare la normativa anti-corruzione prevedendo quelle iniziative che si muovono nello spazio oscuro che precede la corruzione. Terzo: bisogna rivedere, pressoché integralmente, la riforma della cattiva scuola”. La sua investitura, ovviamente, manca dell’ufficialità e deve passare per il presidente Mattarella, che ha la prerogativa di nominare il presidente del Consiglio incaricato, il quale poi chiede la fiducia ai due rami del Parlamento.

Leggi anche –> Sì al Governo M5S Lega, CONTE sarà il Presidente del Consiglio?

 

L’intervento integrale di Luigi Di Maio al Quirinale

A cura di Gabriele Mastroleo