CONDIVIDI
capodanno 2018 a torino
Capodanno a Torino, fuochi di artificio sul fiume Po (rattodisabina/ iStock)

Capodanno 2018 a Torino. Manca poco ad una delle feste più attese dell’anno: il passaggio dal vecchio al nuovo anno, con le celebrazioni in piazza e i cenoni nei locali. Tante sono le iniziative proposte nelle principali città italiane per Capodanno 2018, che vi stiamo segnalando man mano che vengono ufficializzati i programmi definitivi. Qui vi proponiamo il programma di Capodanno 2018 a Torino, con l’avvertimento che ci saranno grosse novità che forse non piaceranno a tutti. Scopriamole insieme.

Capodanno 2018 a Torino: niente concerto in piazza

La prima novità del Capodanno 2018 a Torino che salta subito agli occhi, e che sicuramente deluderà molti, è la cancellazione della festa all’aperto con il tradizionale concerto gratuito in Piazza San Carlo. Una scelta dettata da esigenze di sicurezza, dopo quello che è accaduto lo scorso giugno durante la finale di Champions League della Juventus, trasmessa con i maxi schermi in piazza San Carlo, quando per un motivo non ancora chiaro si è scatenato il panico e nel fuggi fuggi generale purtroppo diverse persone sono rimaste gravemente ferite e una ragazza è morta dopo giorni di ricovero in ospedale. Evidentemente la gravità di questo episodio ha convinto l’amministrazione comunale di Torino di cancellare il tradizionale appuntamento con il concertone gratuito in piazza, nonostante le proteste degli albergatori.

I festeggiamenti non mancheranno, ma saranno distribuiti per la città e si terranno in luoghi più sicuri di una grande piazza affollata.

L’evento principale sarà il concerto al Pala Alpitour di Simone Cristicchi, protagonista della serata, che salirà sul palco alle 23, dopo le esibizioni, a partire dalle 21, di Luca Morino, Giorgio Conte e Daniele Lucca, che interpreteranno i brani più famosi di Gipo Farassino, e poi i Perturbazione, Federico Sirianni, Chiara Civello e la banda di Collegno sulle note di Fred Buscaglione. L’ingresso al Pala Alpitour avrà un piccolo costo, il cui ricavato andrà in beneficenza.

L’altro concerto per festeggiare l’ultimo dell’anno e l’arrivo del nuovo è allo Spazio 211, in via Cigna, dove si esibiranno dalle 20 la Torino Jazz City banda e poi Andrea Mingardi. Dopo la mezzanotte ci sarà la musica per ballare. La notte di San Silvestro a Montecarlo sarà trasmessa in diretta da Radio Montecarlo, media partner dell’iniziativa.

In centro, oltre al concerto in piazza non ci saranno nemmeno i fuochi di artificio. La festa sarà limitata ad un brindisi nei locali.

La mattina del 1° gennaio si terrà un concerto di musica classica in Galleria Umberto I con due giovani pianisti, una italiano e uno russo.

Per il resto, i festeggiamenti si svolgeranno principalmente in ristoranti, alberghi, club e discoteche, con i soliti programmi di cenoni e veglioni, musica dal vivo, intrattenimento e spettacoli.

Decisamente più allettante il programma del Capodanno di Asti che festeggerà in piazza con il concerto di Elisa e il brindisi offerto dal Consorzio locale dei produttori di spumante. C’è da scommettere che molti torinesi si sposteranno la sera del 31 dicembre.

L’altra l’alternativa valida per festeggiare a Torino è trascorrere il 31 dicembre a teatro. Segnaliamo in particolare lo spettacolo di danza Roberto Bolle and Friends al Teatro Regio, nel pomeriggio. Mentre alla sera al Teatro Nuovo si terrà lo spettacolo Steam Experience degli acrobati Sonics.

Capodanno 2018: idee e suggerimenti

Se queste idee per Capodanno 2018 in piazza non vi convincono, abbiamo tante altre alternative per voi! Basta scegliere! Ecco qualche articolo che potrebbe aiutarvi.