ViaggiNews

Autunno, perchè le foglie cambiano colore e diventano rosse, gialle e arancioni?

sabato, 14 ottobre 2017

Foliage, Ontario, Canada (iStock)

Vi abbiamo parlato spesso del fenomeno del Foliage. Si tratta di ammirare con stupore e un po’ di emozione i cambiamenti di colore delle foglie degli alberi che, in autunno, si trasformano. Dal verde scintillante dell’estate le foglie degli alberi cominciano a diventare rosse, arancioni, color oro, marroni… regalando all’ambiente una sorta di nuovo volto. Ma perché in autunno le foglie cambiano colore e diventano appunto o rosse o arancioni o gialle o marroni?

La spiegazione scientifica del cambiamento di colore delle foglie

Ovviamente la risposta risiede nella scienza. Come riporta Focus, lo scienziato David Lee che ha studiato dal 1973 i mutamenti delle foglie presso l’Università Internazionale della Florida, spiega che il colore di una foglia sia sottrattivo. Cosa significa? Nelle cellule delle foglie si trovano dei pigmenti che sono i responsabili del colore arancione delle carote o del giallo del mais. Questi pigmenti generalmente sono invisibili nelle foglie, perchè rimangono sotto al verde della clorofilla (quel pigmento chimico che serve per la fotosintesi clorofilliana e quindi per catturare l’energia del sole). Quando però in autunno le foglie si avvicinano alla fine del loro ciclo vitale, ovviamente la clorofilla, che è un po’ la linfa vitale della foglia, viene meno e quindi il colore giallo-arancione di questi pigmenti chimici chiamati carotenoidi riesci a farsi largo e a “venire in superficie”.

Le piante però, lo sappiamo, non producono soltanto foglie gialle o arancioni. Spesso troviamo sugli alberi anche delle foglie di colore rosso, blu o marrone. Il motivo è che alcune foglie contengono sia la clorofilla che gli antociani, che sono degli altri pigmenti prodotti solo da determinate piante. Il colore delle foglie in autunno può diventare molto più simile al bronzo e al marrone se le foglie contengono un po’ di questo pigmento. Se invece questi pigmenti antociani sono in dosi molto più elevate rispetto a quelle della clorofilla, la foglia può sembrare quasi viola; esattamente come succede con gli aceri giapponesi.

Quando poi vediamo una foglia invece completamente grigia in autunno è perché la pianta ha deciso di abbandonare quella foglia, che è diventato ormai secca e vi è una degradazione di tutti quei corpuscoli che contengono la clorofilla. Insomma La scienza è nascosta in ogni cosa che ci circonda, persino nell’affascinante ed emozionante fenomeno del foliage. Ovvio queste informazioni non devono però toglierci la gioia e lo spettacolo naturale che è il cambiamento della natura che ci circonda durante l’autunno.

Foliage in Italia e all’estero: dove ammirare questo fenomeno

Se avete deciso di lasciarvi coinvolgere dal sorprendente fenomeno del foliage, degli alberi che cambiano colore e della natura che si trasforma ecco alcuni luoghi perfetti dove ammirare il fenomeno dell’autunno.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: