ViaggiNews

Pasquetta in Calabria: dove andare e cosa fare

venerdì, 14 aprile 2017

Castello di Scilla, Calabria (Anna Majkowska, CC BY 2.0, Wikicommons)

Continua la nostra rassegna di proposte per una gita o un viaggio di Pasquetta. Qui vi segnaliamo dove andare e cosa fare a Pasquetta in Calabria, affascinante regione tra mare e montagne. Tra le proposte già segnalate ricordiamo quelle per Pasquetta in Sicilia, Sardegna, Puglia, Basilicata, Molise e Toscana.

La Calabria offre una natura spettacolare e città e paesi ricchi di arte e storia. Centri arrampicati sulla costa rocciosa a picco sul mare, coste meravigliose, montagne imponenti e tante aree naturali paradiso degli escursionisti. A Pasqua e Pasquetta c’è veramente tanto da fare e da scoprire, Vediamo insieme dove andare.

Pasquetta in Calabria: dove andare e cosa fare

Ecco i luoghi più belli da visitare e le cose da fare in Calabria per un viaggio o una gita di Pasquetta. Alla scoperta di una regione antica e bellissima, con panorami da togliere il fiato.

Visita alle città

Reggio Calabria, Arena dello Stretto (iStock)

Le città della Calabria hanno una storia antichissima che nel corso dei secoli ha visto diverse civiltà sovrapporsi, creando una stratificazione artistica e culturale di grande interesse e fascino. Così possiamo ammirare monumenti di epoche e stili molto differenti, dai reperti dell’antica Magna Grecia e dell’antica Roma, ai lasciti delle invasioni barbariche, della dominazione bizantina, normanna e del Regno di Napoli e delle Due Sicilie. I centri storici della città hanno dunque un patrimonio ricchissimo. Da non perdere la visita a Reggio Calabria, capoluogo di regione affacciato sullo Stretto di Messina, con il bellissimo lungomare, le chiese e i palazzi signorili, il Castello Aragonese e una vista magnifica dalle sue alture. Ricordiamo anche le città di Cosenza, e il suo castello normanno Svevo, e Catanzaro, con il centro storico dominato dal Duomo e le possenti mura antiche. Da visitare la greca Crotone, tra i centri principali della Magna Grecia, e Vibo Valentia, anche qui troviamo un imponente Castello Normanno-Svevo e importanti aree archeologiche.

Visita ai borghi storici

Scilla, Castello Ruffo (Cirimbillo, CC BY 3.0, Wikipedia)

Il ricco patrimonio urbanistico, storico e monumentale della Calabria non riguarda solo le città, ma anche tanti piccoli centri e borghi storici. Molti di questi sono arrampicati su costoni rocciosi a picco sul mare. Suggestivi agglomerati di case, chiese, castelli e mura storiche che offrono panorami stupendi. Tra i borghi storici da vedere assolutamente in Calabria c’è su tutti quello di Scilla, con il bel Castello Ruffo che sporge da un promontorio roccioso sullo Stretto di Messina nel quartiere storico di Chianalea. Da vedere anche i borghi di Gerace, Civita, Altomonte, Morano Calabro e Roccella Ionica. Ideali da visitare a Pasquetta quando ancora il caldo non è soffocante.

Giro delle coste

Isola di Dino, Praia a Mare (DonGatley – Own work, CC BY-SA 4.0, Wikicommons)

La Calabria ha bellissime coste rocciose e frastagliate dove si aprono baie e calette si sabbia o sassolini. Pasquetta può essere l’occasione per visitarle in una gita on the road e magari fermarsi per prendere il primo sole, se non addirittura fare i primi bagni, se le temperature lo consentono. Tra le principali località di mare ricordiamo la bellissima Tropea, sul versante tirrenico, più a nord le località di Diamante e Praia a Mare con la bellissima Isola di Dino. A Paola c’è un lungo litorale sabbioso. Sulla costa ionica troviamo la spiaggia di Soverato, il lido di Catanzaro e la suggestiva costa rocciosa di Capo Rizzuto, risalendo la costa per Crotone e Cirò Marina. Più a sud sulla costa troviamo la bella spiaggia di Roccella Ionica. Ricordiamo le 5 spiagge della Calabria da non perdere.

Escursioni nelle aree e parchi naturali

Parco della Sila, Calabria (ThinkStock)

La Calabria ha un territorio selvaggio, di aspre montagne, spesso difficilmente accessibili, attraversate da torrenti e ricoperte di boschi. Sui monti della Calabria in inverno nevica ed è affascinante scoprire come il territorio tipico di montagna sia così vicino al mare. Paesaggi dove la natura è incontaminata, paradiso degli escursionisti. Luoghi dove tra rocce, prati, boschi e laghi spuntano chiese e abbazie e si nascondono insediamenti preistorici. Come la suggestiva Grotta del Romito, nel Parco Nazionale del Pollino, al confine con la Basilicata. Tra le altre aree naturali della regione da vedere ricordiamo ovviamente il bellissimo Parco Nazionale della Sila, al centro della regione, con i suoi spettacolari paesaggi e l’eccezionale varietà di flora e fauna, e il Parco Nazionale dell’Aspromonte, nella punta meridionale della Calabria, luogo impervio ed estremamente selvaggio, con numerosi affascinanti sentieri.

Visita ai siti archeologici

Capo Colonna, Tempio di Hera Lacinia (Wikipedia)

Infine, il punto di forza della Calabria, le sue numerose e spettacolari aree archeologiche. L’intera regione ne è piena. Tra le più importanti ci sono quelle dell’antica Magna Grecia. Ricordiamo il parco archeologico di Capo Colonna, vicino Crotone, con vista mozzafiato sul mare. Tantissime le aree archeologiche nella città e in provincia di Reggio Calabria. Da vedere le mura dell’antica città greca di Hipponion, oggi Vibo Valentia. Numerosi anche i musei: il Museo nazionale della Magna Grecia a Reggio Calabria, dove sono custoditi i celeberrimi Bronzi di Riace, il Museo archeologico nazionale di Crotone e il Museo e parco archeologico di Locri. Musei e aree archeologiche che saranno aperti anche a Pasquetta.

VIDEO: Calabria

Tags:

Altri Articoli Interessanti: