Malta non chiederà più il Green pass europeo ai turisti, ecco quando

Nuove regole di viaggio: Malta non chiederà più il Green pass europeo ai turisti, ecco quando. Tutte le informazioni utili.

Anche Malta elimina le restrizioni all’ingresso per i viaggiatori in arrivo dall’estero. Tra gli ultimi Paesi europei a farlo.

malta green pass europeo
Malta non chiederà più il Green pass europeo ai turisti, ecco quando (Herbert Ganado Gardens, Adobe Stock)

Lo Stato insulare, infatti, non richiederà più ai viaggiatori e turisti il certificato vaccinale o di guarigione oppure il risultato negativo di un test Covid1-19. Il che significa che non chiederà più il Green pass europeo, EU Digital Covid Certificate (Certificato Digitale Covid UE).

Il documento, come sappiamo, era stato introdotto nell’estate del 2021 per garantire la sicurezza sanitaria nei viaggi all’interno dell’Unione Europea e dell’Area Schengen. Ai viaggiatori provenienti dai Paesi terzi era stato chiesto un certificato analogo.

In seguito, era stato esteso da Paesi come Francia e Italia anche per accedere a luoghi pubblici, come ristoranti, bar, cinema e musei. Tra la fine dell’inverno e la primavera, il Green pass era stato progressivamente eliminato all’interno dei singoli Stati. Poi era iniziata anche la su progressiva eliminazione anche per i viaggiatori dall’estero. L’Italia ha smesso di chiederlo alle frontiere dal 1° giugno scorso.

Anche altri Paesi, come Spagna e Germania, lo avevano eliminato a giugno. La Spagna lo ha mantenuto per gli arrivi da fuori l’Unione Europea e l’Area Schengen, mentre la Germania lo ha solo sospeso per i mesi estivi.

Ora tocca a Malta eliminare l’obbligo di Green pass per gli arrivi dall’estero. Ecco tutto quello che bisogna sapere.

Malta non chiederà più il Green pass europeo ai turisti

Per visitare Malta e il suo bellissimo arcipelago non sarà più necessario esibire il Green pass europeo alla frontiera, ovvero il certificato che provi il completamento della vaccinazione anti-Covid oppure la guarigione dalla malattia o il risultato negativo di un test al Coronavirus. Non sarà più obbligatorio Certificato Digitale Covid UE (EU Digital Covid Certificate), ancora richiesto da pochissimi Paesi in Europa.

Dopo il Portogallo, che ha abolito il Green pass europeo dal 1° luglio scorso, ora è la volta di Malta. L’unico Paese UE a chiedere ancora il certificato ai viaggiatori in arrivo dall’estero è la Francia. Mentre la Spagna, come abbiamo detto, lo chiede solo ai viaggiatori provenienti dai Paesi terzi.

A Malta l’obbligo sarà eliminato dal 25 luglio 2022. Come riporta il portale SchengenVisaInfo.com. Per il Paese si tratta di una decisione importante per il rilancio del turismo, alla vigilia delle grandi partenze per le vacanze estive.

Fino alla data del 25 luglio, tutti i viaggiatori sopra i 12 anni di età, in arrivo sia da Paesi UE e Schengen sia da Paesi terzi, dovranno presentare il Green pass europeo o certificato analogo.

Le regole di viaggio per Malta le trovate sul portale Viaggiare Sicuri: www.viaggiaresicuri.it/find-country/country/MLT

Fine delle restrizioni di viaggio

Come abbiamo visto, nelle ultime settimane diversi Paesi in tutto il mondo hanno ridotto o eliminato le restrizioni di viaggio per i viaggiatori dall’estero.

Anche su alcune navi da crociera non è più o non sarà più richiesto il tampone negativo prima dell’imbarco.

La domanda ora è se la fine delle restrizioni sarà mantenuta o avrà durata breve e si tornerà a certificati e tamponi, vista la nuova, forte impennata della curva epidemica, con vero e proprio boom di contagi, a causa della variante Omicron 5.

malta green pass europeo
Green pass europeo (Adobe Stock)