Via il Green pass all’aperto: ecco quando, le ultime notizie

Dopo la mascherine, via il Green pass all’aperto: ecco quando, le ultime notizie da conoscere.

via green pass aperto
Via il Green pass all’aperto: ecco quando, le ultime notizie (Adobe Stock)

Presto potremo dire addio all’obbligo di Green pass all’aperto, dopo le mascherine tolte lo scorso 11 febbraio. Sono le indiscrezioni, sempre più insistenti, che circolano da qualche giorno e che vengono ora confermate da ambienti del Governo.

Con il continuo calo dei contagi e la diminuzione dei ricoveri, il desiderio di tornare a una piena normalità è forte. La pandemia non è ancora finita e dovremo continuare ad osservare le regole di prudenza, ma altre restrizioni possono essere eliminate. Dopo l’eliminazione dell’obbligo di mascherine all’aperto e la riapertura delle discoteche, potrebbe toccare al Green pass essere eliminato o almeno ridotti i casi in cui è richiesto.

C’è addirittura chi parla di una sua completa eliminazione già dopo il 31 marzo prossimo, quando dovrebbe terminare lo stato di emergenza. Una misura che, tuttavia, sembra eccessiva e prematura. Il Green pass molto probabilmente non sarà più richiesto per alcune attività e in alcuni luoghi. Ecco cosa bisogna sapere.

Leggi anche –> Green pass sui traghetti per le isole: cambia tutto

Via il Green pass all’aperto: ecco quando

In questo momento stiamo assistendo a un deciso miglioramento della pandemia di Covid-19 in Italia. I contagi giornalieri sono nettamente in calo rispetto alle scorse settimane e anche i ricoveri diminuiscono, mentre il numero dei morti giornalieri è ancora intorno ai 300 decessi. Sebbene la situazione sia da tenere ancora sotto controllo e debbano essere osservate tutte le regole di prevenzione dei contagi, è possibile cominciare a togliere qualche restrizione.

Si è cominciato venerdì 11 febbraio, con l’eliminazione dell’obbligo di mascherine protettive all’aperto e la riapertura delle discoteche e sale da ballo.

Il prossimo 31 marzo terminerà lo stato di emergenza – il Governo non è intenzionato a prorogarlo – e allo stesso tempo dovrebbe terminare anche l’obbligo di Green pass base negli uffici pubblici, postali, in banca e nei negozi (escluse dall’obbligo le attività essenziali), in vigore dal 1° febbraio, e anche quello di Super Green pass su tutti i mezzi di trasporto, in vigore dal 10 gennaio scorso. Salvo ulteriori proroghe.

Inoltre, con la cessazione dello stato di emergenza, potrebbe essere eliminato il Green pass per tutte le attività all’aperto, come bar e ristoranti, dove in un primo momento non era previsto alcun obbligo di esibire il certificato verde, poi è stato introdotto quello base e infine quello rafforzato (per vaccinati e guariti).

Graduale allentamento delle restrizioni

Il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, intervistato da Radio24, ha dichiarato che con la fine dello stato di emergenza inizierà una nuova fase, con il graduale allentamento delle restrizioni. Tra le misure da modificare, è probabile eliminazione del Green pass per bar e ristoranti all’aperto e per tutte le attività all’esterno. Il sottosegretario ha comunque ribadito la necessità di “portare a termine le terze dosi per chi ancora non l’ha ricevuta. Dobbiamo somministrarne ancora dieci milioni”.

Invece, rimarrà fermo l’obbligo di vaccinazione per gli over 50, con il Super Green pass nei luoghi di lavoro.

Tra le possibili restrizioni da eliminare c’è il limite di capienza negli stadi, che ora è al 50% all’aperto e al 35% al chiuso. La capienza potrebbe tornare al 100% prima della fine dello stato di emergenza, già il 24 marzo, per la partita della Nazionale di calcio a Palermo.

Nel frattempo, dal 10 marzo si potrà tornare a consumare cibi e bevande nei cinema, nei teatri e allo stadio, come prevede un emendamento approvato all’unanimità al decreto legge del 7 gennaio, in fase di discussione nella Commissione Affari Sociali della Camera. Il divieto di cibi e bevande al cinema era stato introdotto dal decreto festività dello scorso Natale.

Leggi anche –> Arriva il Green pass a durata illimitata in Italia: ecco chi ne avrà diritto

super green pass casi
Green pass all’aperto (Adobe Stock)