Capodanno 2022 blindato, tra restrizioni e controlli

Capodanno 2022 blindato, tra restrizioni e controlli. Tutte le informazioni utili da conoscere.

capodanno 2022 blindato
Capodanno 2022 blindato, tra restrizioni e controlli (Roma, Adobe Stock)

Siamo arrivati alla fine di quest’anno 2021, ancora segnato dalla pandemia di Covdi19 e tutte le sue conseguenze. Quando, finalmente, sembrava che stessimo per tirare un sospiro di sollievo, grazie all’avanzamento della campagna vaccinale e alla riapertura ai viaggi internazionali di molti Paesi.

Poi ci si è messa la nuova massiccia diffusione di contagi, prima dovuta all’arrivo della stagione fredda, con il maggiore tempo trascorso nei luoghi al chiuso, quindi l’arrivo della nuova variante Omicron, molto più contagiosa.

Per le feste di fine anno di Natale e Capodanno sono così ritornate le restrizioni, anche se niente di paragonabile alle chiusure, zone rosse e coprifuoco dello scorso anno. Anche quest’anno, però, dovremo rinunciare alle feste di piazza e in discoteca a Capodanno, tutte annullate dal decreto festività.

Nel frattempo, il Viminale ha pubblicato una circolare sul rafforzamento dei controlli nelle piazze e nei locali per Capodanno. Ecco cosa bisogna sapere.

Leggi anche –> Arriva il Super Green pass sui mezzi di trasporto

Capodanno 2022 blindato, tra restrizioni e controlli

Niente concertoni né feste in piazza, né serate danzanti in discoteca o in sale da ballo per il passaggio dall’anno vecchio al nuovo. Tutte le tradizionali manifestazioni all’aperto sono state cancellate dal decreto festività, per evitare assembramenti pericolosi, così come è stata ordinata la chiusura delle discoteche fino al 31 gennaio 2022.

La notte tra l’ultimo dell’anno e Capodanno 2022 la passeremo in casa, preferibilmente con pochi amici o parenti, oppure al ristorante o a teatro. In tutti i locali pubblici, comunque, sono vietate le feste con ballo e a teatro non ci sarà il brindisi di mezzanotte, perché il decreto festività vieta la somministrazione di bevande e cibo nei luoghi pubblici come cinema, teatri, sale concerto, luoghi di manifestazioni sportive.

Nel frattempo, dal Ministero dell’Interno arriva la stretta sui controlli nelle città per la notte di San Silvestro. Il Viminale in una circolare raccomanda ai prefetti di rafforzare i controlli nelle piazze principali, nelle zone della movida e nei locali. Obiettivo: far rispettare le regole, dal divieto di concerti in piazza e feste con ballo nei locali all’osservanza dell’obbligo del Green pass rafforzato, per soli vaccinati o guariti, in bar e ristoranti, dal 25 dicembre anche per la consumazione al banco, nei cinema e teatri, eventi culturali e sportivi.

In albergo e nelle strutture ricettive, al museo, per visitare una mostra, sciare, andare in un parco divertimento, frequentare terme e centri benessere, centri culturali, sociali e ricreativi, sale da gioco, bingo e casinò per Capodanno basterà ancora il Green pass base con tampone. Perché le nuove regole sull’estensione del Green pass rafforzato saranno in vigore solo dal 10 gennaio. Lo stesso accadrà per i mezzi di trasporto pubblico, dove dal 6 dicembre è richiesto il Green pass con tampone.

Ricordiamo anche che in tutta Italia è obbligatorio l’uso della mascherina protettiva anche all’aperto, mentre la mascherina Ffp2 è obbligatoria sui mezzi pubblici e nei locali pubblici al chiuso, come cinema, teatri, sale da concerto, locali di intrattenimento e musica dal vivo, e alle manifestazioni sportive anche all’aperto, come negli stadi.

I controlli delle forze dell’ordine saranno anche sull’uso della mascherina e sul rispetto del divieto di assembramenti nelle piazze.

regole capodanno decreto festività
Tutte le regole di Capodanno (Adobe Stock)