Grecia quando si può andare: apertura ai turisti dal 15 maggio

La Grecia apre i confini ai turisti dal 15 maggio, con nuove regole e disposizioni. Ecco tutto quello che c’è da sapere per programmare il proprio viaggio.

Quando si può tornare in Grecia
Quando si può andare in Grecia, ecco le regole. Credits: Pixabay

La Grecia apre le porte ai turisti, che già si chiedevano ansiosi quando sarebbe stato possibile andare sulle spiagge dell’amata meta del Mediterraneo. La Grecia sta aprendo i suoi confini però gradualmente, per permettere di contenere la pandemia di Covid-19, ma è già pronta per i mesi estivi.

Ecco quando si può andare in Grecia, le regole e i voli disponibili per poter raggiungere le città e le isole della nazione.

Quando si può andare in Grecia

Dal prossimo 15 maggio la Grecia riapre i confini ai turisti provenienti dall’estero (Unione Europea, Regno Unito, Israele, Serbia, Stati Uniti ed Emirati Arabi); una mossa che segue la riapertura generale delle attività nel Paese dopo il lungo lockdown invernale.

La Grecia non soltanto riapre – in realtà si poteva già entrare nel Paese – ma ha eliminato l’obbligo della quarantena di 7 giorni che di fatto impediva il turismo.

  • Dal 15 maggio apertura dei confini senza obbligo di quarantena per i turisti
  • Da inizio giugno voli diretti internazionali per le isole greche
  • Da inizio giugno traghetti dall’Italia alle isole della Grecia

In un Paese dove il settore turistico vale circa 1/5 del PIL economico, la Grecia ha puntato moltissimo sull’estate 2021, ma in sicurezza. La vaccinazione di massa nelle isole a partire dallo scorso marzo, che sono diventate così isole-covid free, ha contribuito infatti enormemente a dare un’immagine di sicurezza. La conseguenza attesa e sperata sono state le migliaia di prenotazioni per le prossime vacanze.

Cosa ha riaperto in Grecia

L’apertura ai turisti stranieri è il passo successivo alle riaperture progressive che stanno avvenendo in Grecia. Dopo il ungo lockdown invernale da inizio maggio a fronte di una situazione epidemiologica sotto controllo e a una campagna vaccinale che prosegue hanno riaperto molte attività.

Al momento è possibile sedersi nei tavoli esterni di bar, ristoranti e café, sono aperti i negozi, i parrucchieri solo su appuntamento. I maggiori siti archeologici come l’Acropoli di Atene sono nuovamente visitabili, così come i musei. Al momento c’è ancora il coprifuoco dalle 23 alle 5 del mattino, ma è una misura che sarà progressivamente revocata nelle prossime settimane.

Leggi anche -> Le isole della Grecia meno turistiche e meno affollate <<

Le regole per viaggiare in Grecia

Chi vuole andare in vacanza in Grecia dovrà seguire delle regole per poter entrare nel Paese. Sebbene infatti dal 15 maggio si possa entrare e sono state revocate le misure più stringenti, per contenere la diffusione del Covid-19 ci sono delle precauzioni da rispettare.

Per entrare in Grecia è necessario:

  • certificato vaccinale o tampone negativo
  • compilare il modulo PLF

E’ importante sapere che non è obbligatorio essere vaccinati per poter entrare in Grecia, ma se non lo si è occorre fare un tampone prima della partenza, almeno 72 ore prima dell’arrivo e presentare allo sbarco la ricevuta di negatività. Questa deve essere in inglese e recare il numero di carta d’identità o del passaporto. Se invece si ha completato la vaccinazione occorre esibire il relativo certificato.

Anche chi arriva in traghetto ora, a differenza di quanto succedeva fino al 26 aprile, deve eseguire il tampone ed esibire il certificato di negatività. E’ possibile anche essere sottoposti a campione a tampone una volta sbarcati.

È necessario, poi, compilare il modulo PLF, un documento che va compilato un giorno prima dell’arrivo in Grecia, dove saranno specificati i dati del turista che servono al governo a monitorare la situazione. Si deve compilare un solo documento per famiglia o per gruppo di viaggiatori. Lo trovate sul sito del governo.

Leggi anche -> Vacanze in Grecia: cos’è il PLF necessario prima di partire e dove trovarlo

Come arrivare in Grecia

Abbiamo appurato che dal 15 maggio si può andare in Grecia, si potrà organizzare un viaggio nelle tanto amate isole greche e godersi un po’ di relax. Ma come?

Si può andare in Grecia
Grecia quando si può andare, Mykonos. Credits: Pixabay

Se volete arrivare nelle isole della Grecia con l’aereo, al momento l’unico modo disponibile è quello di passare per Atene. I voli dall’Italia, infatti, sono disponibili solo per la Capitale da Roma, Milano, Napoli, Venezia e Bologna. Non ci sono ancora voli diretti internazionali per le isole greche.

Per raggiungere le isole dal 15 maggio, quindi, bisognerà per forza fare scalo e prenotare dei voli interni, al momento attivi, per poter trascorrere l’ultimo periodo primaverile a Santorini, Mykonos o Rodi.

Leggi anche -> Le isole della Grecia con aeroporto con voli diretti dall’Italia <<

I voli internazionali diretti per le isole partiranno ufficialmente a giugno. Le compagnie aeree si stanno organizzando e ognuna avrà una data di ripartenza diversa: ad esempio, Ryanair tornerà a volare per le isole il 3 giugno mentre Alitalia tornerà in attività il 1 luglio.

Se si vuole optare per la tratta via mare, i traghetti diretti alle isole greche ripartiranno dal 3 giugno.