Home Idee di viaggio Viaggi estate 2020: cosa vedere e cosa fare a Sorrento

Viaggi estate 2020: cosa vedere e cosa fare a Sorrento

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:17
CONDIVIDI

Cosa vedere e cosa fare a Sorrento, la città costiera campana a pizzo sul mare circondata da alberi di limoni, dal mare, e dalle montagne dell’entroterra. 

Cosa vedere a Sorrento
Cosa vedere a Sorrento (Adobe Image)

La bella città di Sorrento, situata nella regione Campania a pochi chilometri da Napoli, è un’ottima destinazione estiva.

Questo caratteristico borgo offre il meglio della Campania: una buona cucina, un centro storico pittoresco, un caratteristico porto e fantastiche spiagge.

Potrebbe interessarti anche -> Cosa vedere a Napoli in un giorno camminando a piedi

Cosa vedere a Sorrento in un giorno

Sorrento è una città per lo più visitata da turisti internazionali soprattutto durante i mesi estivi. Ma, nonostante durante l’estate la città sia sicuramente più colorata, merita assolutamente una visita anche in inverno.

Visitare Sorrento significa perdersi nei suoi vicoli pieni di botteghe artigiane, caffè, vetrine e bancarelle colorate.

La città in questione può essere perfettamente visitata in un giorno e offre al turista innumerevoli bellezze naturali e storiche. Da qui, inoltre, è molto semplice raggiungere la Costiera Amalfitana.

  • Marina Grande
  • Piazza Tasso 
  • La Villa Comunale
  • Il Duomo di Sorrento
  • Il Chiostro di San Francesco
  • La Basilica di San Antonino
  • Il museo Correale di Terranova

Marina Grande tra le principali attrazioni di Sorrento

Marina Grande di Sorrento
Marina Grande di Sorrento (Adobe Image)

Marina Grande è il tradizionale porto peschereccio di Sorrento, dove, dopo le vostre escursioni, potrete concludere la giornata rilassandovi e godendovi i ristoranti e i negozi con vista sul Golfo di Napoli e sul Vesuvio.

Inoltre, Marina Grande è anche un buon posto per nuotare in estate e rilassarsi osservando il tramonto.

Si può arrivare alla Marina Grande di Sorrento prendendo un autobus, per un euro a persona, da Piazza Tasso.

È possibile arrivarci anche a piedi, percorrendo un sentiero pedonale molto caratteristico. Esso parte da via San Nicola  all’altezza della Chiesa SS Annunziata.

Marina Grande conserva ancora un po’ del suo fascino antico, con case colorate, barchette e reti sulla riva.

Infine, la piccola spiaggia di Marina Grande è un luogo molto frequentato, soprattutto da turisti, grazie alla presenza di numerosi ristoranti e bar dove potrete gustare le specialità locali.

Piazza Tasso: il cuore di Sorrento

Cosa vedere a Sorrento: Piazza Tasso
Cosa vedere a Sorrento: Piazza Tasso (Adobe Image)

La piazza prende il nome dal famoso scrittore Torquato Tasso, strettamente legato a questa bella città campana.

Conosciuta per essere il cuore della città, è anche il punto di partenza obbligatorio per visitare Sorrento.

Sempre molto affollato, qui troverete molti bar, ristoranti e negozi. La piazza è adornata dalla statua di San Antonino Abate, patrono della città. Accanto ad essa c’è una terrazza con ottima vista, dove una stretta strada, con il mare sullo sfondo, conduce a Marina Piccola. Attraversata dal sempre vivace e trafficato Corso Italia, è la piazza principale da vedere a Sorrento.

Marina Piccola, il porto turistico di Sorrento

Marina Piccola è il porto turistico di Sorrento. Da qui partono e arrivano i battelli e i traghetti che collegano Sorrento alla Costiera Amalfitana, a Napoli o all’isola di Capri, tra le altre località.

Questo piccolo porto si trova in una bellissima cala ed è molto vicino a Piazza Tasso e al centro della città. E’ raggiungibile con un comodo ascensore accessibile dalla Villa Comunale.

Marina Piccola è inoltre caratterizzata da piccola spiaggia ed è una delle immagini e dei luoghi più emblematici se ciò che cercate è cosa vedere a Sorrento di caratteristico.

La Villa Comunale

Cosa vedere a Sorrento: la Villa Comunale
Cosa vedere a Sorrento: la Villa Comunale (Adobe Image)

Accanto a Piazza Tasso, con una vista mozzafiato sul mare e sul Vesuvio, si trova la Villa Comunale. Tra tutti i luoghi da visitare a Sorrento, questo è sicuramente uno dei più interessanti.

La villa Comunale è infatti il posto migliore della città per godersi il tramonto. Da qui, poi, è possibile raggiungere Marina Piccola prendendo l’ascensore e anche il famoso centro storico cittadino.

Il Duomo di Sorrento

il Duomo di Sorrento
il Duomo di Sorrento (Adobe Image)

Il Duomo di Sorrento, situato nel centro storico, ha subito numerosi restauri nel corso dei secoli.

Sebbene sia stata quasi completamente ricostruita nel XV secolo in stile romanico, conserva ancora importanti pezzi originali come il portale in marmo.

All’interno, in stile barocco, si trovano pregevoli dipinti, oltre al battistero dove fu battezzato Torquato Tasso. Di stile barocco e neogotico, il principale edificio religioso da vedere a Sorrento è stato costruito sui resti di un antico tempio greco. Il suo campanile con un grande orologio in ceramica si erge imponente su Corso Italia e sul centro storico di Sorrento.

Cosa vedere a Sorrento: il Chiostro di San Francesco

Costruito dai frati francescani nel XIV secolo, il Chiostro di San Francesco si trova a pochi metri dalla Villa Comunale.

Esso è un esempio della fusione di diversi stili architettonici, dovuta al restauro in periodi diversi. Coperti di fiori e vegetazione, camminando sotto gli archi del chiostro si avverte un senso di pace assoluta.

Il chiostro di San Francesco tra i luoghi da vedere a Sorrento
Il Chiostro di San Francesco tra i luoghi da vedere a Sorrento (Adobe Image)

In estate il Chiostro di San Francesco diventa uno dei principali luoghi da visitare a Sorrento, dove si tengono mostre d’arte, conferenze e concerti.

La Basilica di San Antonino

La Basilica di San Antonino, costruita nell’XI secolo, si trova molto vicino al Chiostro di S. Francesco.

In questo edificio religioso, con elementi architettonici barocchi e romanici, si trovano i resti di Sant’Antonino, patrono di Sorrento. Infine, all’ingresso della basilica sono conservate le ossa di una balena.

Il Museo Correale di Terranova: uno dei luoghi emblematici di Sorrento

Questo luogo era la residenza della nobile famiglia Correale, signori di Terranova, donato alla città di Sorrento insieme alle collezioni di famiglia.

Per oltre un secolo, questa villa ha ospitato opere d’arte uniche del XVII e XVIII secolo. Qui vi si trovano anche reperti archeologici di epoca greca, romana e medievale, oltre a diverse opere di Torquato Tasso (nato a Sorrento nel 1544), vetri veneziani e vari documenti sulla storia del Regno di Napoli.

Il Museo Correale di Terranova è il principale museo da vedere a Sorrento. Esso è caratterizzato da tre diversi piani suddivisi in 24 camere, una biblioteca, un bellissimo giardino e una terrazza con una suggestiva vista sul Golfo di Napoli.

Cosa mangiare a Sorrento

Prodotti locali e naturali come olio, vino, frutta, verdura e formaggi sono alla base delle specialità da gustare a Sorrento.

La cucina sorrentina è caratterizzata da piatti semplici, dal sapore particolare in cui dominano l’aroma e il colore giallo dei suoi agrumi.

Naturalmente, la grande specialità da mangiare a Sorrento, come nel resto della Campania, è la pizza.

Sorrento è inoltre famosa per la produzione del famoso Limoncello, un liquore a base di scorza di limone, alcool, acqua e zucchero.

il limoncello di Sorrento
Il limoncello di Sorrento (Adobe Image)

Cosa vedere nei pressi di Sorrento

I luoghi da vedere vicino a Sorrento sono innumerevoli.
Questa cittadina è, insieme a Salerno, una delle zone più vicine alla Costiera Amalfitana.

Da Sorrento, infatti, è sufficiente prendere un autobus o una barca per raggiungere la famosa Costiera.

Qui, inoltre, ogni giorno centinaia di turisti noleggiano degli scooter per godersi al massimo il tour per i paesini più caratteristici della Costiera Amalfitana.

Se osserviamo attentamente il mare, soprattutto quando non è nuvoloso, da Sorrento si vede in lontananza l’isola di Capri. Da Sorrento, infatti, ogni giorno partono escursioni per la bellissima Capri e anche per l’isola di Ischia.

Da Sorrento partono anche i treni della Circumvesuviana diretti ad alcuni dei Siti Patrimonio dell’Unesco della Campania, come i parchi archeologici di Pompei ed Ercolano e il centro di Napoli, situato a 50 km di distanza da Sorrento.

Come arrivare a Sorrento

L’aeroporto più vicino a Sorrento è quello di Napoli Capodichino.
Dall’aeroporto, poi, è possibile raggiungere Sorrento con gli autobus della compagnia Curreri.

Si può arrivare a Sorrento anche dalla Stazione Centrale di Napoli con i treni della Circumvesuviana. In questo modo, per circa 4,00 Euro a persona, si raggiunge Sorrento in meno di un’ora.

Infine, per chi viaggia in auto, Sorrento è facilmente raggiungibile percorrendo la SS145 partendo da Napoli.

In alta stagione è possibile raggiungere Sorrento anche in barca da altre località turistiche della Campania, come Procida o le altre isole vicine.

 

 

 

Lucia Schettino