Home Idee di viaggio Weekend a Capri, isola bellissima e senza coronavirus

Weekend a Capri, isola bellissima e senza coronavirus

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:36
CONDIVIDI

Ecco qualche consiglio utile per chi volesse passare un weekend dell’estate 2020 a Capri. 

L’isola di Capri è una delle isole più visitate d’Italia dove, per fortuna, il coronavirus non è mai arrivato.  Famosa grazie alle sue bellezze naturali, ogni anno personaggi importanti provenienti da tutto il mondo visitano l’isola.
Capri dista 1 ora di traghetto da Napoli, ma è raggiungibile anche da Sorrento, in circa 40 minuti di traghetto.

weekend a Capri: visita ai faraglioni
I Faraglioni di Capri (Adobe Image)

A differenza di Ischia, Capri è una delle isole più care d’Italia, ed è famosa per essere frequentata soprattutto da persone ricche e famose.

Scopriamo insieme quali sono le principali attrazioni dell’isola, quali sono le sue spiagge, e come arrivarci. 

Cosa fare in un weekend a Capri

Piazza Umberto I, il cuore alla moda di Capri, è conosciuta in tutto il mondo come la “Piazzetta”.
Qui ci si può fermare a bere un buon caffè mentre si gode della vista dalla terrazza, e magari anche incontrare qualche VIP.

Fino al secolo scorso la piazza di Capri ospitava le bancarelle del mercato, mentre oggi è il simbolo della dolce vita caprese e i tavoli dei suoi bar si mescolano al jet set mondiale e ai turisti di tutto il mondo.

Le vie principali di Capri partono dalla Piazzetta e dalla famosa Via Camerelle – la via commerciale di Capri – dimora delle migliori boutique di marchi internazionali.

Inoltre, in piazza si può anche approfittare di una sosta per un aperitivo e magari visitare il Centro Caprense Ignazio Cerio, un piccolo museo che conserva 20.000 reperti archeologici e naturalistici che testimoniano la storia dell’isola.

Seguendo le indicazioni, dal centro si arriva alla Certosa di San Giacomo, il più antico monastero di Capri, costruito nel 1371 dal conte Giacomo Arcucci. Oggi il monastero ospita il museo dedicato al pittore tedesco Karl Diefenbach.

E ancora, la chiesa di Santo Stefano, è anch’essa una delle attrazioni principali di Capri che vale la pena visitare.

Villa Jovis: un grande esempio di architettura romana

weekend a Capri: visita a Villa Jovis
Villa Jovis dall’alto

Tra le meraviglie da visitare a Capri troviamo Villa Jovis, la Villa dedicata a Giove dall’imperatore romano Tiberio.
La villa in questione, è uno degli esempi di architettura romana meglio conservati del Mediterraneo nonché l’unica residenza che l’Imperatore fece costruire a Capri. Essa è considerata anche una delle più grandiose opere architettoniche dell’epoca: si tratta di un edificio che si estende per 7 chilometri quadrati sul promontorio dell’estremo oriente di Capri.

Se siete degli amanti della storia e dell’architettura, allora vi consigliamo una visita a Villa Jovis.
Al centro dell’edificio ci sono grandi cisterne per la raccolta dell’acqua piovana e intorno ad esse una serie di stanze che sono state divise tra quelle riservate all’imperatore e quelle per i suoi collaboratori, gli schiavi e la sala del trono.

Dal 1° Giugno al 30 Settembre è possibile visitare la villa tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00 (ultimo ingresso 18:15).
Ad Ottobre dalle 10:00 alle 17:00 (chiuso il martedì). A Novembre e Dicembre dalle 10:00 alle 16:00 (chiuso il martedì).
Villa Jovis è chiusa a gennaio, febbraio e il 25 dicembre.
Da ottobre a marzo, in ogni caso, è consigliabile informarsi sugli orari di apertura presso gli info point dell’Azienda del turismo di Capri presenti a Marina Grande e in Piazzetta.

Le principali attrazioni di Capri:
  • Piazza Umberto I
  • Chiesa di santo Stefano
  • Villa Jovis
  • Certosa di San Giacomo

Anacapri, il comune più grande dell’isola

Marina Grande, Anacapri
Marina Grande, Anacapri (Adobe Image)

Alle pendici del Monte Solaro, a soli 15 minuti di autobus da Capri, si trova il comune di Anacapri, il più grande comune dell’isola di Capri.

Anacapri è una piccolo comune con molte piazze, chiese, spiagge e siti storici tutti da scoprire.

Da Anacapri, inoltre, si può prendere la seggiovia per la cima del Monte Solaro, oppure, lungo Via Pagliaro, si può raggiungere via terra la famosa Grotta Azzurra. Oppure, se siete amanti della natura selvaggia, potrete anche raggiungere Punta Carena e il suo imponente Faro, il più grande d’Italia dopo quello di Genova.

Anacapri ospita anche una delle chiese più belle e rappresentative del barocco napoletano: la chiesa di San Michele Arcangelo, famosa per il suo magnifico pavimento maiolicato che rappresenta la cacciata di Adamo ed Eva dal Paradiso.
Si può accedere alla Chiesa pagando 3 euro. Sarà una visita breve ma molto interessante.

Le principali attrazioni di Anacapri:
  • Castello Barbarossa
  • Piazza Vittoria
  • Chiesa di San Michele
  • Seggiovia Monte Solaro
  • Chiesa di Santa Sofia
  • Museo Casa Rossa di Anacapri

Le spiagge da visitare durante un weekend a Capri

Durante il vostro weekend a Capri, dovreste assolutamente dirigervi alla spiaggia più grande dell’isola. Marina Grande, è una baia rocciosa con acque incredibilmente blu. Essa è raggiungibile in pochi minuti dal porto.

Sul lato opposto dell’isola, invece, troviamo la Marina Piccola, una delle zone più visitate dell’isola. La si può raggiungere a piedi, attraversando il centro, o in autobus.
In zona troviamo due spiagge libere e diverse strutture attrezzate. Inoltre, per gli amanti dei tramonti, non può mancare una nuotata nella zona del Faro: qui, all’ora del tramonto, il sole sprofonda nel mare e il panorama è da mozzare il fiato.

Dal centro di Anacapri, è possibile raggiungere le spiagge della zona in autobus o con una passeggiata di circa un’ora.

La grotta azzurra e i faraglioni: le attrazioni più famose dell’isola

I faraglioni sono uno dei principali simboli di Capri. Si tratta di tre grandi masse rocciose che si trovano vicino alla costa di Capri, immerse nel blu, e raggiungibili solo in barca.
Il nome Faraglioni deriva dal greco Pharos, ed è dovuto al fatto che venivano usati come fari, poiché anticamente qui venivano accesi grandi falò per indicare la rotta ai marinai.
Ogni Faraglione di Capri ha un nome: quello più vicino alla costa si chiama Saetta, quello al centro Stella e quello più esterno Scopolo.

Per quanto riguarda la Grotta Azzurra, invece, essa dovrebbe essere un’altra tappa obbligatoria durante il vostro weekend a Capri.
La Grotta Azzurra, famosa grazie all’incredibile blu delle sue acque, è raggiungibile a piedi o in bus da Anacapri, o in barca dal porto di Marina Grande. Il biglietto d’ingresso alla grotta è di 14 € a persona.

weekend a Capri: visita alla grotta azzurra
Grotta Azzurra (Adobe Image)

Quando c’è bel tempo, qui il mare sembra illuminato da una luce subacquea e si possono vedere miriadi di pesci argentei che nuotano sott’acqua. L’ingresso alla Grotta Azzurra viene effettuato con piccole imbarcazioni con una capacità massima di quattro persone.

Per entrare nella grotta, il barcaiolo usa la catena ancorata alla parete rocciosa che gli permette di scivolarci dentro con il motore spento.
L’attesa per entrare nella grotta, soprattutto in alta stagione, può richiedere fino a un’ora. Il tour dura circa 5 minuti e sono vietati il nuoto e le immersioni.

L’isola di Capri è Codiv-Free

Sull’isola di Capri il coronavirus non è mai arrivato. Qui, infatti, sono stati registrati solo due casi di contagio da Covid-19, entrambi completamente guariti.
Sull’isola, dal 18 maggio, sono già cominciate le riaperture della maggior parte di negozi, bar e musei.

Tuttavia, per evitare agglomerazioni, i biglietti del traghetto da e verso Capri sono acquistabili solo online. È consigliabile acquistare il biglietto almeno 24 ore prima della partenza.

 

 

 

Lucia Schettino