Home Eventi Beni culturali: le nuove riaperture per il weekend

Beni culturali: le nuove riaperture per il weekend

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:20
CONDIVIDI
beni culturali riaperture
Chiesa di Orsanmichele a Firenze (Miguel Hermoso Cuesta, CC BY-SA 4.0, Wikimedia Commons)

Proseguono le riaperture dei beni del patrimonio storico e artistico italiano che nei mesi scorsi erano stati chiusi per il lockdown. Sul sito web del MiBACT sono segnalate le riaperture di musei, chiese, monumenti e aree archeologiche previste per sabato 4 luglio. Scopriamo insieme quali sono, con un suggerimento per le visite da fare durante il weekend.

Leggi anche –> Parchi, aree archeologiche, ville e palazzi in riapertura dal weekend di metà giugno

Beni culturali: le nuove riaperture per il weekend

Lo scorso 18 maggio hanno riaperto molti musei e monumenti in Italia, come previsto dal DPCM del 17 maggio 2020, con l’avvio della fase 2 dell’emergenza sanitaria per il Coronavirus. Non tutti i luoghi di cultura hanno aperto subito al pubblico. Nella necessità di introdurre le nuove misure di sicurezza sanitaria e nuove modalità di organizzazione e gestione delle visite, con nuove regole di accesso e percorsi prestabiliti, le riaperture sono state graduali e molte sono avvenute nel corso del mese di giugno.

Ora, con l’avvio del mese di luglio sono altri i musei, monumenti, i parchi archeologici, biblioteche e i beni culturali che riaprono le proprie porte alle visite del pubblico. Luoghi della bellezza e della storia, che raccontano una tradizione artistica antica e tratto fondante della cultura italiana.

Le nuove riaperture sono segnalate dal MiBACT – Ministero per i Beni e le Attività Culturali sul sito sito web ufficiale.

I beni culturali che riaprono alle visite sabato 4 luglio:

  • Complesso di Orsanmichele a Firenze,
  • Museo e Parco archeologico nazionale di Sibari (Cosenza),
  • Museo archeologico nazionale “Vito Capialbi” di Vibo Valentia,
  • Abbazia di Vezzolano (AT),
  • Complesso monumentale del Castello e Parco di Racconigi (CN),
  • Castello di Serralunga d’Alba (CN).

Leggi anche –> Mosaici di Ravenna di notte, visite guidate per l’estate

Parco archeologico nazionale di Sibari, scavi del Teatro (Mboesch, CC BY-SA 4.0, Wikimedia Commons)

Le altre riaperture

Nella giornata di venerdì 3 luglio hanno riaperto al pubblico: il Complesso monumentale del Castello ducale, del giardino e parco di Aglié (TO), il Palazzo Carignano a Torino, il Castello di Moncalieri (TO), la Villa della Regina a Torino, il Forte di Gavi (AL), la Villa Rosa – Museo dell’arte vetraria altarese (SV), il Museo nazionale di Ravenna, il Museo Diego Aragona Pignatelli Cortes a Napoli, il Parco della Villa Floridiana a Napoli, il Museo archeologico nazionale del Sannio Caudino a Montesarchio (BN), il Museo archeologico nazionale di Tuscania (VT) e il Museo Giacomo Manzù ad Ardea (RM).

Invece, è prevista per lunedì 6 luglio la riapertura del Polo Bibliotecario di Potenza, in cui sono confluite la Biblioteca Nazionale e la Biblioteca Provinciale di Potenza.

Gli orari e le modalità di apertura dei luoghi della cultura sono verificabili sui siti internet dei singoli istituti culturali, mentre al link http://www.beniculturali.it/luoghiaperti è possibile ricercare i luoghi della cultura finora tornati accessibili al pubblico.

Leggi anche –> Il Duomo di Siena riapre alle visite, con un’offerta speciale

beni culturali riaperture
Castello di Racconigi (CC BY-SA 2.5, https://commons.wikimedia.org)