Inter Roma | condanna al CorSport per il titolo Black Friday

Inter Roma Black Friday
Inter Roma Black Friday grandi polemiche sul titolo scelto dal Corriere dello Sport FOTO viagginews

Inter Roma Black Friday il titolo scelto dal Corriere dello Sport per presentare la sfida, con Lukaku e Smalling. Ma loro per primi e tanti altri protestano.

Non è piaciuto a nessuno il titolo ‘Black Friday’ utilizzato dal Corriere dello Sport nella giornata di ieri per presentare Inter-Roma. Il big match della 15/a giornata di campionato si gioca come anticipo del venerdì, per via degli impegni di coppa delle due squadre e soprattutto dell’Inter. I nerazzurri sono attesi dalla decisiva sfida contro il Barcellona in Champions League, che dirà se gli uomini di Antonio Conte riusciranno o meno a passare il turno. Tra i maggiori protagonisti della partita figurano Romelu Lukaku, centravanti nerazzurro, e Chris Smalling, perno difensivo dei giallorossi. Entrambi campioni, entrambi scuri di pelle. Da qui l’idea di utilizzare il gioco di parole ‘Black Friday’ in riferimento al recente giorno di spese pazze annuali avuto nei giorni scorsi. Poi si gioca di venerdì, ed i due giocatori sono tra i migliori delle rispettive compagini. Ma questa scelta editoriale ha scatenato risentimento e proteste.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Inter-Roma, quel ‘Black Friday’ non è piaciuto nemmeno al Milan

Anche il Milan ha manifestato il proprio sdegno, vietando l’accesso ai giornalisti del Corriere dello Sport nel proprio centro di allenamento. Nessun rappresentante del quotidiano sportivo romano è stato autorizzato a presenziare alla conferenza stampa di Stefano Pioli e sarà così per tutto il mese di dicembre. Lo stesso ha fatto anche la Roma. E questo episodio sta facendo parlare anche all’estero, portando ancora una volta le odiose accuse di razzismo al calcio italiano. In questo senso purtroppo i precedenti sono tanti. Dai tifosi del Verona a quelli del Cagliari, fino ad episodi per certi versi più inattesi, come quello del giornalista che afferma: “Per fermare Lukaku devi solo buttargli delle banane”. Altra battuta poco felice che ha portato alla rimozione del professionista che l’aveva esclamata in diretta televisiva.

Lukaku e Smalling condannano la scelta di queste parole

I diretti interessati Lukaku e Smalling hanno commentato in questo modo. Il primo ha detto: “Questo è uno dei titoli più stupidi mai visti nella mia carriera. In questo modo non si fa altro che alimentare la negatività, e temi come il razzismo finiscono con l’essere sminuiti. Bisognerebbe comportarsi in un altro modo”. Per Smalling “queste parole sono del tutto sbagliate e fortemente indelicate. Mi auguro che chi abbia pensato a questo titolo si assuma le proprie responsabilità. E che capisca che le parole hanno un grande potere e determinano un preciso impatto. In questo caso negativissimo”.

Il Corriere dello Sport si difende: “Noi da sempre contro il razzismo”

Paul Rogers, chief strategy officer della Roma, dichiara all’emittente del suo Paese d’origine, l’inglese BBC: “Il titolo e l’articolo del Corriere dello Sport avevano intenzioni certamente positive. Però questa scelta ha del tutto oscurato il messaggio antirazzista contenuto al suo interno. Purtroppo la gente vedrà nella quasi totalità dei casi solo il titolo, specialmente sui social. E non leggerà quanto proposto nel pezzo. Questo rappresenta un problema e non poteva esserci tempistica più sbagliata. Stiamo cercando di debellare il fenomeno del razzismo che da molto tempo infetta il calcio italiano”. Il Corriere dello Sport, per bocca del suo direttore Ivan Zazzaroni, si difende. “Questo titolo scelto per Inter-Roma rappresentava l’elogio della differenza, l’orgoglio di essere differenti. Siamo da sempre in prima linea contro il razzismo. Il resto del mondo non capisce proprio questo concetto di «differenza». Così come non capisce che in Italia, uscendo dal calcio, il politically correct sia spesso visto come un passo indietro e non in avanti”.

during the Serie A match between FC Internazionale and SPAL at Stadio Giuseppe Meazza on December 1, 2019 in Milan, Italy.