I migliori viaggi in bicicletta: dove andare

Viaggi in bicicletta: gli itinerari più belli nel mondo dove andare con la bici

Se amate andare in bici potreste decidere di caricare la vostra due ruote in treno o in aereo e andare a fare un viaggio a pedali. E in alcuni casi, se siete molto allenati, avete tempo e le strade lo consentono potreste partire direttamente da casa vostra con la bicicletta. I viaggi in bicicletta stanno prendendo sempre più piede perché consentono di visitare un luogo vivendolo sulla propria pelle, fa stare a stretto contatto con la natura e – elemento molto importante specie di questi tempi – non inquina.

I migliori itinerari in bicicletta nel mondo

Passeggiare su una pista ciclabile in giro per il mondo. Un’esperienza bellissima e intensa, che richiede un po’ di adattamento e allenamento, ma che ripaga per le intense emozioni che sa dare. I viaggi in bicicletta sono un modo per conoscere luoghi altrimenti difficilmente raggiungibili e per dare alla propria vacanza un ritmo naturale. Ci sono diversi itinerari bellissimi da fare in bici in giro per il mondo. Alcuni si trovano in Europa, altri dall’altra parte del mondo, ma se vi piacciono le due ruote ne vale la pena.

I viaggi in bicicletta in Italia sono un po’ un azzardo. L’Italia non ha ancora una rete ciclopedonale all’altezza dell’Europa, spesso all’interno stesso delle città le ciclovie sono spezzettate, malmesse o frequentate da pedoni, per non parlare poi delle auto che non rispettano il ciclista. A parte le piccole città di pianura, altrove andare in bici è complesso e spesso molto pericoloso.  A meno che non si scelga la montagna: in Trentino ad esempio potrete trovare molte ciclovie. Qualcosa però sta cambiando per i viaggi in bicicletta e la splendida pista ciclabile sul Lago di Garda è una splendido segnale in questo senso.

  • Parenzana: Trieste-Parenzo
  • Annecy: giro del lago
  • Danubio: Passau-Vienna
  • Ring of Kerry: Irlanda
  • Londra-Castello di Hever
  • Norvegia: nello Jotunheimen Park
  • Salar de Uyuni in Bolivia
  • Malesia, isola di Langkawi

Parenzana: dall’Italia alla Croazia in bici

La Parenzana è la pista ciclabile più famosa d’Europa e corre lungo tutta l’Istria passando fra vigneti e piccoli borghi di mare e di montagna. Un itinerario che parte da Trieste e arriva a Parenzo, attraversando Italia, Slovenia e Croazia: un viaggio molto affascinante fra storia e natura. Questo tracciato era infatti l’antica ferrovia che collegava trieste e Pola mentre oggi è una ciclovia molto amata. Il percorso è lungo circa 130 km e non è particolarmente impegnativo.

Annecy, giro del lago con la bicicletta

Il lago di Annecy si trova sulle Alpi Francesi, al confine con la Svizzera. Nonostante la zona sia prevalentemente montuosa, il lungolago offre oltre 50 km di piste ciclabili in piano; per i più avventurosi, non mancano invece itinerari tra i passi in alta quota. Durante i tour è possibile fare una sosta per un bagno nelle acque turchesi oppure assaggiare i formaggi locali nei numerosi ristoranti all’aperto. Per una gita di qualche giorno sulle due ruote, è possibile visitare Aix Le Bain, che si trova sull’omonimo lago e offre panorami mozzafiato sulle vicine montagne.

Lungo il Danubio con la bici

Un viaggio facile, ma bellissimo lungo il Danubio. Si parte da Passau in Baviera in Germania, vicinissima al confine con l’Austria, dove confluiscono tre fiumi: l’Inn, il Danubio e l’Ilz. Seguendo il corso del Danubio si arriva fino a Vienna passando per Linz, il castello di Marsbach e numerose ed incantevoli cittadine austriache. Lungo il percorso si incontrano numerose infrastrutture, alberghi e ristoranti dove potersi fermare. Il percorso è lungo 320 km ed è piuttosto facile.

Nel verde dell’Irlanda in bicicletta

Un percorso in bicicletta che vi permetterà di vedere tutto il verde dell’Irlanda e i suoi paesaggi spettacolari. Si tratta del Ring of Kerry un itinerario circolare che parte e finisce nella città di Killarney dove si trova il National Park e dove si trovano la catena montuosa più importante d’Irlanda la Macgillycuddy’s Reeks. Il percorso si snoda per 170 km e passa dal mare alla montagna, dai borghi dei pescatori a paesaggi incontaminati.

Viaggio in Malesia in bici

L’isola di Langkawi rappresenta un paradiso per quanti amano i brividi della natura selvaggia. I percorsi si snodano tra fitti boschi tropicali, dove si trovano diverse cascate dove rinfrescarsi durante la pedalata. Le spiagge dell’isola hanno spiaggia bianca e mare cristallino, ma per arrivarci è necessario scalare in bicicletta il monte Gunung Raya, che con i suoi 881 metri è il punto più alto (e panoramico) dell’isola.

Da Londra a Hever in bicicletta

Considerata un classico delle gite domenicali, la strada che collega Londra al Castello di Hever attraversa i giardini più colorati (e pianeggianti) del Kent. Sebbene l’intero itinerario richieda poche ore, si tratta di un piacevole diversivo per chi non possa più sopportare il caos metropolitano di Londra e si voglia avventurare negli splendidi dintorni di Londra.

Intorno a Londra si trovano numerosi Castelli da visitare e quello di Hever oltre ad essere uno dei più facilmente raggiungibili dalla capitale è anche uno dei più belli.

Il Castello di Hever, che è costituito in realtà da un borgo in stile Tudor fortificato, conserva splendidi interni ed è circondato da un profondo fossato collegato alla terra da un ponte levatoio. Per una sosta culinaria, è possibile fermarsi a West Peckham, dove si trovano diversi pub conosciuti per la loro birra artigianale e per i pie al pesce e carne.

Immersi nella natura in bici in Norvegia

Jotunheimen è un parco nazionale dove si trovano le montagne più alte della Norvegia. Nel parco si trovano valli incontaminate coperte da boschi di conifere le cui strade sono percorribili solo in bicicletta. Se si sale sulle montagne, si può godere di una splendida vista sulle montagne e sul mare; chi ama pedalare in modo più dolce, in alternativa, può percorrere la via ciclabile tra Borluag e Turtago che si snoda tra profondi fiordi dove è possibile osservare diversi uccelli marini. Di sera, gli abitanti locali solitamente si incontrano per guardare le stelle dopo aver gustato in compagnia specialità tipiche come il Falukorv (salsiccia) e le Kottbullar (le famose polpette).

In bicicletta nell’incredibile deserto di sale della Bolivia

Il Salar de Uyuni è il deserto di sale più grande del mondo; profondo diverse decine di metri, deriva da un enorme lago salato preistorico, che, una volta asciugatosi, ha lasciato una distesa di sale di circa 12 chilometri quadrati. Esplorare il deserto di giorno (di notte la temperatura raggiunge i 20 grazi sotto zero) in bicicletta rappresenta un’esperienza unica per osservare le specie che qui si riproducono (come i fenicotteri) o per visitare l’Isla del Pescato, una formazione rocciosa a forma di pesce dove sono stati trovati reperti Inca e Tiahuanaco.