Home Idee di viaggio Spiagge della Sardegna: le 10 più belle per le vacanze estive

Spiagge della Sardegna: le 10 più belle per le vacanze estive

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:10
CONDIVIDI
spiagge della sardegna
Spiaggia di Porto Istana, Olbia (iStock)

Spiagge della Sardegna: le 10 più belle per le vacanze estive. Dove andare.

Si avvicinano le vacanze estive, nonostante il tempo inclemente, e se dovete ancora scegliere la vostra destinazione di vacanza è bene che vi affrettiate. Qui vogliamo proporvi le spiagge più belle della Sardegna per la prossima estate. Un elenco non esaustivo, certo, ma indicativo di alcune meraviglie che abbiamo nel nostro Paese, facilmente raggiungibili in traghetto o con un volo low cost. Ecco le spiagge della Sardegna da cui lasciarsi affascinare e da segnare in agenda per le vostre vacanze.

Spiagge della Sardegna: le 10 più belle per l’estate

Per le prossime vacanze estive, se la vostra destinazione è una località di mare, la Sardegna è una scelta al top. Spiagge bellissime, quasi caraibiche, con acque turchesi e smeraldo, sabbia bianca e fine, dune, rocce di granito e tutto intorno lo spettacolo della vegetazione mediterranea. Un ambiente pressoché unico, che unisce alla bellezza del paesaggio naturale, una cultura antichissima, di cui sono testimonianza preziosa le numerose aree archeologiche, e tradizioni che risalgono alla notte dei tempi, tra riti, feste, costume e gastronomia. Da visitare le città e i borghi storici, ma anche il selvaggio entroterra.

Insomma, la Sardegna ha davvero tantissimo da offrire, non solo il mare. Qui, nel frattempo, vi proponiamo le 10 spiagge più belle della regione. Sicuramente un elenco solo parziale, ma emblematico delle meraviglie di questa fantastica regione. Ecco alcuni suggerimenti per le destinazioni delle vostre prossime vacanze: le spiagge dove andare questa estate.

Porto Istana, Olbia

spiagge della sardegna
Spiaggia di Porto Istana e isola di Tavolara (iStock)

La spiaggia di Porto Istana si trova sulla costa nord-orientale della Sardegna, vicino a Olbia e si affaccia sull’isola di Tavolara. Offre una meraviglia di sabbia soffice e colori mozzafiato, che vanno dal turchese allo smeraldo e azzurro del mare, il rosa delle rocce di granito e il verde della macchia mediterranea. La spiaggia si trova sul limite settentrionale dell’area marina protetta di Capo Coda Cavallo, ai piedi di Capo Ceraso, un promontorio granitico nella frazione di Murta Maria. La baia di Porto Istana è un insieme di quattro spiagge separate da piccole fasce rocciose, tutte denominate con numeri ordinali partendo da nord e con un fondo di sabbia bianca finissima, che degrada dolcemente verso il mare, quindi adatta ai bambini. Battuta dal vento, la spiaggia è ideale per gli appassionati di windsurf. Porto Istana è dotata di servizi e strutture ricettive e facilmente accessibile ai diversamente abili.

Spiaggia di Porto Giunco, Villasimius

spiagge della sardegna
Porto Giunco, Villasimius (iStock)

Un’altra bellissima e imperdibile spiaggia della Sardegna è quella di Porto Giunco a Villasimius. Siamo nel Sud della Sardegna, verso est, a circa 45 km da Cagliari. La spiaggia è un lembo di sabbia finissima e bianchissima che si affaccia sul versante orientale del promontorio di Capo Carbonara e che, come molte spiagge sarde, ha alle spalle uno stagno, quello di Notteri. Il mare ha colori che si confondono con quelli del cielo, in uno spettacolo davvero unico ritratto in numerosi spot pubblicitari. La lunghezza dell’arenile permette di fare passeggiare lungo la battigia e il fondale basso è ideale per famiglie con bambini. Promontori rocciosi proteggono la spiaggia dai venti.

Cala Coticcio, Caprera, La Maddalena

spiagge della sardegna
Cala Coticcio, Tahiti, Caprera (zumstein71 iStock)

La spiaggia di Cala Coticcio si trova sull’isola di Caprera, nell’arcipelago del La Maddalena, nel nord est della Sardegna. È considerata, a ragione, una delle spiagge più belle del mondo e non a caso è soprannominata la Tahiti italiana. Come dice il nome, è una caletta di sabbia bianca finissima, chiusa da alte rocce di granito rosa e bagnata da un mare di color turchese così intenso da sembrare irreale, una sorta di piscina naturale. Sulle rocce spuntano gli arbusti della macchia mediterranea. La spiaggia è sottoposta a tutela ambientale, è raggiungibile via mare con imbarcazioni che organizzano escursioni nell’arcipelago e via terra, attraverso un sentiero-trekking lungo 1,6 km, parzialmente sterrato, con pendenza variabile, che passa attraverso le rocce.

Cala Luna, Golfo di Orosei, Baunei e Dorgali

spiagge della sardegna
Cala Luna, Golfo di Orosei (Roberto Mura, CC BY-SA 4.0, Wikipedia)

Un’altra meraviglia imperdibile è la spiaggia di Cala Luna, affacciata sul Golfo di Orosei, lungo la costa orientale della Sardegna. Si trova a metà tra Cala Luna si trova a metà tra i territori dei comuni di Baunei e di Dorgali e prende il nome dal torrente Codula di Luna, che sfocia qui, scendendo dalle montagne dell’entroterra e formando uno stagno dietro l’arenile. La spiaggia è lunga e formata da sabbia dorata, protetta da promotori e pareti rocciose sulle quali si aprono suggestive grotte che offrono un riparo dal sole quando fa molto caldo, offrendo uno scenario sul mare molto suggestivo. Cala Luna è raggiungibile via mare in barca e con battelli in partenza dai porti turistici più vicini (Cala Gonone, Santa Maria Navarrese e Arbatax). Via terra si raggiunge percorrendo un sentiero di trekking molto impegnativo, solo per esperti, che parte da Cala Fuili o da Baunei.

La Pelosa, Stintino

spiagge della sardegna
Spiaggia della Pelosa, Stintino (Istock by Getty Images)

La Pelosa, a Stintino, è una celeberrima spiaggia sarda, che si affaccia sul Golfo dell’Asinara, nell’estrema punta nord-occidentale dell’isola. Assomiglia in tutto e per tutto a una spiaggia tropicale, con il suo fondale bassissimo di mare trasparente e turchese e la spiaggia di sabbia bianca finissima, quasi impalpabile. Un vero e proprio paradiso naturale. I colori del mare si confondono con quelli del cielo se non fosse per le isole che segnano l’orizzone, a cominciare dall’isola della Torre della Pelosa, che caratterizza il paesaggio, e l’Isola Piana più al largo. Il mare è sempre calmo, grazie alla protezione naturale dell’Asinara e dell’Isola Piana. Accanto alla Pelosa si trovano le spiagge La Pelosetta e della Torre. Stintino si trova a 5 km ed è collegato alla spiaggia con bus-navetta.

Is Arutas, Cabras

spiagge della sardegna
Spiaggia di Is Arutas (iStock)

Una spiaggia incredibile per la bellezza del luogo e soprattutto per la composizione dell’arenile. È la spiaggia di Is Arutas, situata sulla costa occidentale della Sardegna lungo la Penisola del Sinis, nel comune di Cabras, vicino Oristano. La particolarità di questa spiaggia è quella di essere composta da sabbia chiara e piccoli sassolini di quarzo, di colore bianco, rosa e verde chiaro, che le conferiscono il uno straordinario aspetto brillante. È chiamata anche la spiaggia di riso, per la sua particolare composizione. Is Arutas è bagnata da un mare limpido di colore azzurro, blu e smeraldo, subito profondo, ideale per le immersioni. La spiaggia è ampia e lunga diverse centinaia di metri, libera e con servizi appena fuori, nei pressi dei parcheggi.

Rena Bianca, Santa Teresa di Gallura

spiagge della sardegna
Spiaggia di Rena Bianca. Santa Teresa di Gallura (artq55, CC-BY_SA 2.0)

Tornando nel nord della Sardegna, un’altra spiaggia da non perdere è quella di Rena Bianca, a Santa Teresa di Gallura. La spiaggia prende il nome dalla sua sabbia candida, affacciata su una baia protetta, nei pressi di Punta Falcone, sulla quale svetta la Torre di Longosardo. Rena Bianca si trova a ridosso del centro abitato di Santa Teresa, quindi è una spiaggia cittadina, lunga circa 700 metri. Il fondale marino è basso, l’acqua limpida e cristallina, di colore turchese e azzurro. La spiaggia è accessibile, ha numerosi servizi, tra cui stabilimenti balneari e punti ristoro.

Spiaggia del Principe, Costa Smeralda, Arzachena

spiagge della sardegna
Costa Smeralda, Spiaggia del Principe (Thinkstock)

La Costa Smeralda è la zona che raccoglie i vip in vacanza in Sardegna. Qui su una costa frastagliata di rocce si aprono baie e calette spettacolari, tra sabbia bianca, scogli di granito e mare cristallino. Una di queste è la Spiaggia del Principe, ad Arzachena, nella località di Romazzino. La spiaggia è chiamata così in omaggio al principe Aga Khan, colui che ribattezzò questa zona Costa Smeralda, portando il turismo di lusso. La spiaggia del Principe si affaccia su una baia ad arco, circondata da suggestive formazioni di roccia di granito rosa, ricoperte dalla vegetazione mediterranea. Il suo arenile è formato da sabbia bianca fine ed è bagnato da un mare color turchese e smeraldo.

Su Giudeu, Chia

spiagge della sardegna
Spiaggia di Su Giudeu, Domus de Maria (iStock)

Sulla costa meridionale della Sardegna, troviamo un’altra imperdibile e pluripremiata località costiera, Chia, frazione del comune di Domus de Maria. Qui troviamo una serie di baie racchiuse da promontori, dove la sabbia bianca è bagnata da un mare turchese. Una delle spiagge più belle di Chia è Su Giudeu, che prende il nome dall’isolotto roccioso che spunta dal mare a pochi metri dalla riva. La spiaggia è una lunga e soffice distesa sabbiosa con dune, circondata dalla vegetazione mediterranea e da promontori rocciosi e con due stagni alle spalle, uno grande e uno piccolo. Il fondale è molto basso, perfetto per i bambini. Adiacente si trova la spiaggia s’Aqua Durci, (spiaggia dell’acqua dolce), dalla quale è separata da una piccola scogliera. La zona ha grande pregio naturalistico ed è stata recentemente riqualificata.

Piscinas, Arbus

spiagge della sardegna
Spiaggia di Piscinas, Sardegna (iStock)

Concludiamo la rassegna delle spiagge della Sardegna per le vacanze estive 2019 con Piscinas, spiaggia della Costa Verde, situata sulla costa sud-occidentale dell’isola, nel comune di Arbus. Qui in un territorio selvaggio si apre una grande distesa di sabbia dorata dove si alzano dune maestose, modellate dal Maestrale, alte fino a 60 metri e ricoperte dagli arbusti della macchia mediterranea. Le dune dietro alla spiaggia formano un vero e proprio deserto, uno dei pochi in Europa e sono Patrimonio Unesco. Un luogo di eccezionale bellezza, secondo il National Geographic è una delle spiagge più belle del mondo. Lunga ben 7 km, la spiaggia di Piscinas si raggiunge percorrendo sentieri sterrati e sabbiosi. Qui si trova anche la più grande spiaggia d’Europa per naturisti, lunga 800 metri.

Leggi anche –> Bandiere Blu 2019: le spiagge premiate in Sicilia e Sardegna