CONDIVIDI
Gigio Donnarumma
(Claudio Villa/Getty Images)

Maturità 2018: tra i banchi c’è anche il portiere del Milan e della Nazionale di Calcio, Gigio Donnarumma, dopo le polemiche dello scorso anno.

Sono partiti ufficialmente oggi, con la prima prova di italiano, comune a tutti gli istituti, gli esami di maturità 2018. Tra coloro che siedono tra i banchi c’è anche il portiere del Milan e della Nazionale italiana di calcio, Gigio Donnarumma.

Leggi anche –> Maturità 2018: quando finiscono gli esami e si può andare in vacanza?

Gigio Donnarumma a Castellanza per la maturità 2018

Il giovane estremo difensore è impegnato da questa mattina all’istituto Fermi di Castellanza, in provincia di Varese: l’attenzione dei fotografi, stamattina, era tutta per lui, ma Donnarumma si è limitato a un breve cenno con la mano. Nella mattinata, l’inviato di Mediaset Carlo Pellegatti aveva informato che il portiere stava “ricopiando in bella il tema”.

Lo scorso anno, Gigio Donnarumma scatenò diverse polemiche: in pieno calcio mercato, mentre si rincorrevano le voci sulla sua possibile cessione, scelse di non dare gli esami di maturità da privatista, ma di andarsene in vacanza a Ibiza. Quella scelta venne a lungo contestata.

Leggi anche –> Viaggio Maturità 2018: le mete low cost per le vacanze

Le polemiche dello scorso anno e l’impegno per la maturità 2018

In particolare, la presidente della commissione d’esame aveva parlato di mancanza di rispetto nei confronti degli altri studenti. Negli stessi giorni, il ministro dell’Istruzione del precedente governo, Valeria Fedeli, aveva indirizzato una lettera a Gigio Donnarumma, invitandolo a non mollare. Un invito importante anche perché sicuramente molti vedono nel portiere del Milan un modello.

Fatto sta che quest’anno Donnarumma si sarebbe presentato molto più determinato agli esami di maturità e chi frequenta Milanello lo avrebbe visto concentrato nella preparazione. Il portiere del Milan aveva fatto anche una promessa a mamma Maria e papà Alfonso, dicendosi intenzionato a terminare il percorso di studi. La mancata qualificazione al Mondiale dell’Italia ha solo agevolato le cose.

Leggi anche –> Maturità, i trucchi per arrivare al top agli esami

A cura di Gabriele Mastroleo