CONDIVIDI
mare pulito 2018
Cala Mariolu, Golfo di Orosei, Sardegna (iStock)

Mare pulito 2018: le spiagge balneabili secondo l’Arpa. Le informazioni utili sulla balneabilità delle acque dei mari e dei laghi italiani.

In vista delle imminenti vacanze estive è importante conoscere quali sono le spiagge balneabili in Italia, per evitare brutte sorprese. Le nostre coste sono piene di bellissime spiagge, ma occorre fare attenzione a quelle che abbiano le acque veramente pulite e sicure dal punto di vista sanitario. A rischio sono soprattutto le spiagge vicine alle foci dei fiumi o a insediamenti industriali. Le spiagge delle località balneari più famose sono normalmente un esempio di garanzia, tuttavia è sempre bene e prudente controllare con i nostri occhi dove si può fare il bagno.

Mare pulito 2018: le spiagge dove si può fare il bagno

Per conoscere quali spiagge abbiano le acque pulite e balneabili, non solo quelle del mare ma anche quelle dei laghi, possiamo consultare i siti web delle agenzie ambientali regionali (Arpa), con dati sempre aggiornati sulla qualità delle acque, che vengono sottoposte a continui controlli durante la stagione balneare, da maggio a settembre. Grazie ai dati delle Arpa regionali dovremmo quindi essere abbastanza sicuri sulla pulizia e la sicurezza delle acque della località balneare che abbiamo scelto per le nostre vacanze estive.

mare pulito 2018
Castiglione della Pescaia, Le Rocchette (Alfonso Cacciola, iStock)

La normativa sulla balneabilità delle acque è stata introdotta nel 2010 ed è regolata da una direttiva europea, che fissa i parametri limite. Qualora questi limiti siano superati, l’Arpa regionale ne dà immediata comunicazione al sindaco della località interessata. Ricevuta la comunicazione di superamento dei limiti di legge sulla balneabilità, secondo i controlli dell’Arpa, il sindaco dovrà obbligatoriamente emanare un’ordinanza id divieto di balneazione nel tratto interessato, senza alcuna facoltà di decisione discrezionale. I limiti sono gli stessi per tutte le regioni italiane.

Il Sistema nazionale per la protezione dell’Ambiente (Snpa), organismo formato dall’Ispra (il centro studi del Ministero dell’Ambiente) e dalle agenzie ambientali delle Regioni e delle Province autonome, ha comunicato che sui siti web delle Arpa regionali sono disponibili gli ultimi dati aggiornati dei controlli di balneabilità sulle spiagge marine e sui laghi delle varie regioni italiane. Le agenzie regionali, tranne in Sicilia, dove la competenza è delle Asl, pubblicano i risultati delle rilevazioni in tempo reale sui propri siti web. In questo modo i cittadini e i turisti possono informarsi in ogni momento sullo stato di balneabilità della spiaggia dove vogliono andare.

Inoltre, alcune Agenzie mettono a disposizione dei cittadini anche delle app, scaricabili gratuitamente su smartphone, che segnalano la balneabilità delle spiagge. Grazie al Gps, queste app segnalano la situazione relativa alla zona in cui uno si trova. Un sistema immediato e intuitivo di dare informazioni utili.

mare pulito 2018
Torre Sant’Andrea, Salento adriatico (iStock)

Mare pulito 2018: i dati regione per regione

Per conoscere lo stato della balneabilità delle acque delle spiagge italiane è sufficiente consultare il sito web dell’agenzia Arpa della regione dove abbiamo scelto di andare in vacanza. Ogni sito riporta i parametri sulla balneabilità delle acque di ciascuna località. Ci sono anche le regioni che pur non essendo affacciate sul mare hanno laghi balneabili.

Le regioni italiane affacciate sul mare:

Lago di Molveno, Trentino (iStock)

Le regioni italiane con laghi balneabili:

Per ulteriori informazione su mare pulito e servizi per i bagnanti, vi segnaliamo anche le spiagge italiane premiate con le Bandiere Blu 2018. Per chi invece andrà in vacanza con la famiglia e i bambini, ecco le spiagge su misura di bambino segnalate dai pediatri nella lista delle Bandiere Verdi 2018.

Altri suggerimenti sulle spiagge per l’estate 2018:

A cura di Valeria Bellagamba