ViaggiNews

Isole della Grecia: la guida di Syros

martedì, 11 luglio 2017

Baia di Ermopoli, Syros, Cicladi (iStock)

Vi abbiamo raccontato e illustrato le bellezze della Grecia, portandovi alla scoperta di luoghi unici. Tra meraviglie naturali, siti archeologici, città e cittadine, la Grecia è un Paese che non si finisce mai di conoscere. Dall’antichità ai monasteri e chiesette ortodosse, passando per un territorio ricco di fascino e suggestione, con montagne spettacolari e soprattutto spiagge bellissime. Le isole sono una parte importantissima, se non la più importante, del patrimonio storico, culturale e naturale della Grecia.

Vi abbiamo portato alla scoperta delle isole più belle, quelle poco turistiche, e in particolare di uno degli arcipelaghi più conosciuti e amati, quello delle Isole Cicladi. Qui vogliamo portarvi su una delle Cicladi meno battute dal turismo di massa ma che ha tanto da offrire. Parliamo di Syros o Siros, in italiano Siro. L’isola si trova proprio al centro dell’arcipelago e il suo capoluogo, Ermopili, è anche il capoluogo delle Cicladi.

Isole della Grecia: la guida di Syros

Syros è un’isola situata nel cuore de Mar Egeo, intorno alla quale sono disposte a cerchio le altre isole dell’arcipelago delle Cicladi (chiamato così proprio perché circolare). Dista 78 miglia nautiche dal porto del Pireo e la sua superficie misura poco meno di 84 km², circa 102 km² se si considerano anche le isolette davanti alle sue coste, la più grande delle quali è Didimi, davanti alla costa sud-orientale. Le isole delle Cicladi più vicine a Syros sono Mykonos e Delos a est e Tinos a nord-est. Ci sono poi l’isoletta di Giaros e nord, Kythnos a ovest, Serifos a sud-ovest, Sifnos e Paros a sud. La città di Ermopili (Ermoupolis) è capoluogo di Syros e di tutte le Cicladi.

L’isola ha un territorio prevalentemente montuoso, con coste frastagliate dove si aprono baie e insenature. Nella regione montuosa di Ano Meria, nell’estremità nord, sorge il Monte Pyrgos che con i suoi 431 metri sul mare è il punto più alto dell’isola.

Syros, Isole Cicladi (iStock)

Ermopoli è una città di origine bizantina, passata nel XIII secolo sotto il dominio della Repubblica di Venezia, come le altre Cicladi.Nonostante il lungo dominio turco, dopo la conquista del 1537, Ermopoli ha conservato l’aspetto che aveva all’epoca veneziana e anche una nutrita minoranza cattolica, grazie alla protezione accordatale dalla Francia sotto il dominio ottomano. Dopo la guerra di indipendenza dalla Turchia del 1821, Syros è entrata a far parte della Grecia. Prima dello sviluppo del porto del Pireo, quello di Ermopoli è stato un porto commerciale molto importante del Mediterraneo. A differenza delle altre Cicladi sull’isola di Syros non ci sono i classici villaggi di casette bianche. Gli edifici sono più vari e colorati, anche in pietra e in stile neoclassico, soprattutto i palazzi istituzionali a Ermopoli, come la sede del municipio. Non mancano comunque le casette bianche anche se si confondono nel paesaggio urbano.

La città di Ermopoli è una delle più grandi e importanti delle Cicladi, sorge su due colline e domina le due baie sottostanti, quella più grande del porto naturale e quella di Agios Nikolaos. Proprio sulla baia di Agios Nikolaos svetta l’omonima chiesa ortodossa di San Nicola, patrono della città, con la caratteristica cupola azzurra, due torri campanarie ed elementi neoclassici all’esterno. Da vedere anche la chiesa bizantina di Anastasis o della Resurrezione di Cristo, sulla collina di Vrodado, dalla quale si ammira una vista spettacolare sull’isola e sulle vicine Tinos, Delos e Mykonos. Da vistare il Museo Archeologico, la Biblioteca Comunale e infine il Teatro Apollo, costruito nel 1864 riprendendo lo stile della Scala di Milano, opera dell’architetto italiano Pietro Sampo.

Chiesa di San Nicola a Ermopoli, Syros (Hans Peter Schaefer, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

Passeggiate per le strade e stradine lastricate del centro di Ermopoli e poi salite al borgo di Ano Syros, sulla parte più alta della città, che ha conservato l’aspetto più tradizionale e numerose case bianche, con edifici che hanno anche 700 anni. Qui sorge la Cattedrale cattolica di San Giorgio, in stile barocco, e il Monastero dei frati Cappuccini e l’annessa chiesa di San Giovanni. Diverse sono le chiese e chiesette di questa parte di Syros.

Gli altri centri abitati di Syros sono Poseidonia, su una baia della costa sud-occidentale, Finikas, affacciata sulla stessa baia, Galissas, poco più a nord sulla costa occidentale, Kini, sempre sulla costa ovest, Megas Gialos, sulla costa meridionale, Pagos nell’entroterra di Galiassas, Manna, a sud di Ermopoli, Azolimnos, sulla costa sud-orientale. Il nord dell’isola, invece, è praticamente disabitato

Tra le spiagge più belle di Syros segnaliamo quella di Delfini, sulla costa occidentale nei pressi di Kini, una graziosa baia con arenile di sabbia e sassi, la spiaggia della baia di Galissas, Kokkina, vicino Finikas, le spiagge di Vari e Gialos sulla costa meridionale, e quella della baia di Azolimnos. Infine, sulla costa nord occidentale da non perdere le cale di Varvarousa, Aetos, Gria e Grammata.

Spiaggia di Delfini, Syros, Cicladi (G Da, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

Sull’isola di Syros si trova la necropoli più antica delle Cicladi. La vita notturna si concentra a Ermopoli, meno frenetica di quella delle altre isole greche più famose. La città comunque è piena di bar, taverne e ristorantini dove gustare tipici piatti greci e anche italiani.

Isole della Grecia: come arrivare a Syros

In aereo. L’isola di Syros è dotata di un aeroporto, che tuttavia è solo nazionale. Quindi si arriva qui con i voli interni della Olympic Airlines. Da Atene parte un volo tutte le mattine che impiega appena 35 minuti per arrivare a Syros. L’aeroporto dell’isola si trova a sud di Ermopoli, a Manna.

In nave. Il traghetto o l’aliscafo è il mezzo più comune ed economico per raggiungere Syros. Le imbarcazioni partono tutti i giorni dai porti del Pireo, di Rafina e Lavrio per Syros. Così come numerosi sono i collegamenti con le altre isole delle Cicladi e anche l’isola di Creta. Dal Pireo i traghetti impiegano circa 4 ore per arrivare a Syros, i catamarani veloci meno di 2 ore e 45 minuti.

VIDEO: Isole della Grecia, Syros

Tags:

Altri Articoli Interessanti: