ViaggiNews

Firenze a piedi: itinerario facile per il centro storico

sabato, 22 ottobre 2016

Ponte Vecchio a Firenze (iStock)

Ponte Vecchio a Firenze (iStock)

Firenze a piedi. Visitare la bella città di Firenze è un’esperienza davvero affascinante. Tra gli imponenti palazzi medievali e rinascimentali, le chiese storiche e le piazze ricche di monumenti, vi sembrerà di tornare indietro nel tempo, in un’epoca lontana di cui ancora riecheggiano gloria e potere.

Una città come Firenze, tuttavia, offre talmente tanto ai visitatori che il rischio è quello di perdersi tra le tante, troppe cose da vedere. Ecco allora che un itinerario guidato, con tutti i suggerimenti sul percorso da seguire e dove andare diventa indispensabile.

Il centro storico di Firenze non è troppo vasto, pertanto si può visitare tranquillamente a piedi. Del resto la maggior parte del centro è chiusa ai veicoli, quindi camminare per alcuni tratti è inevitabile. Partendo con una buona motivazione e con lo spirito dell’esploratore, e soprattutto un bel paio di scarpe comode, si possono scoprire o riscoprire le meraviglie della città toscana, soprattutto quegli angoli nascosti che spesso sfuggono ai visitatori distratti.

Firenze a piedi: itinerario per le vie del centro storico

Nella visita di Firenze a piedi, il consiglio è quello di iniziare da Piazza San Lorenzo, dove sorge l’omonima basilica. La piazza si trova ad appena 10 minuti a piedi dalla stazione ferroviaria, se arrivate in treno e da lì potete poi proseguire per il resto del centro storico.

L’itinerario che vi suggeriamo, nel quale sono comprese tutti principali monumenti di Firenze, va da Piazza San Lorenzo a Ponte Vecchio. Un percorso di 1 km, che passa per via de’ Calzaiuoli. Lungo questo tragitto abbastanza lineare, ci si ferma a guardare le piazze e i monumenti che si incontrano sul percorso e si possono fare delle piccole deviazioni alla scoperta degli angoli nascosti e delle vie secondarie.

In Piazza San Lorenzo sono da visitare l’omonima basilica dedicata al santo, antica chiesa paleocristiana risalente al IV secolo d. C. oggetto di diversi rifacimenti nei secoli, fino al Rinascimento. Dietro alla chiesa si trova la sontuosa Cappella dei Principi con le tombe medicee e la Sagrestia Nuova, con i capolavori di Michelangelo. E’ preferibile visitare Basilica e tombe medicee alla mattina, perché il complesso chiude alle 17. La basilica è chiusa le domeniche da Novembre a Febbraio. Sulla Piazza San Lorenzo si trova anche la Biblioteca Mediceo Laurenziana, che può essere visitata con un biglietto cumulativo insieme a quello per la basilica. Informazioni: www.operamedicealaurenziana.org

Uscendo da Piazza San Lorenzo si prende via Gori, verso est, per poi svoltare subito dopo a destra su Via de’ Martelli, in direzione Duomo. Prima di prendere questa via, potete deviare a sinistra su via Cavour per vedere Palazzo Medici-Riccardi, che fa angolo con via Gori. Il palazzo, tipico esempio di architettura rinascimentale fiorentina, fu una storica residenza della famiglia Medici fino alla metà del Seicento quando fu venduto alla ricca famiglia di banchieri dei Riccardi.

Tornando su via De’ Martelli, alla vostra destra trovate la chiesa di San Giovannino degli Scolopi, realizzata tra la fine del ‘500 e la metà del ‘600, in stile barocco. Proseguendo arrivate fino alla splendida Piazza del Duomo, dove si trovano la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, con l’imponente cupola del Brunelleschi, il Battistero di San Giovanni e il Campanile di Giotto. Dietro la piazza del Duomo si trova il Museo dell’Opera di Santa Maria del Fiore, dove è custodita l’originale Porta del Paradiso in oro del Ghiberti. Qui c’è davvero tanto da vedere e se volete visitare il Battistero e il Duomo, salire in cima alla cupola e anche sul campanile di Giotto, trascorrerete qui delle ore. Tutto dipende da quanto tempo avete a disposizione. Per informazioni su orari e biglietti sul complesso del Duomo: operaduomo.firenze.it

Uscendo da Piazza Duomo, in direzione fiume Arno, trovate alla vostra destra la Loggia del Bigallo e alla vostra sinistra il Museo della Misericordia. Proseguite dunque su via de’ Calzaiuoli, storica strada del centro di Firenze, è una delle più eleganti, piena di negozi alla moda e molto trafficata. La via è tagliata da via del Corso e via degli Speziali che conduce a Piazza della Repubblica, altra importante piazza di Firenze. Proseguendo per via de’ Calzaiuoli, poco prima di arrivare a Piazza della Signoria, fermatevi a visitare sulla destra la splendida chiesa di Orsanmichele, una elegante loggia trecentesca che in origine ospitava un mercato del grano. La facciata del pianterreno è caratterizzata dalla presenza di trifore e di sculture dei santi inserite in tabernacoli esterni.

Uscendo da via de’ Calzaiuoli vi trovate sulla grande Piazza della Signoria, dove rimarrete colpiti dall’eccezionale impatto scenografico di Palazzo Vecchio, il trecentesco Palazzo dei Priori, poi chiamato della Signoria e infine Vecchio. Davanti all’ingresso principale c’è una copia del celebre David di Michelangelo. L’accesso al cortile di Palazzo Vecchio è libero, per visitare la restante parte e il museo si paga il biglietto. Informazioni: museicivicifiorentini.comune.fi.it/palazzovecchio
Davanti al palazzo si trovano importanti sculture di Donatello, il Marzocco e una copia di Giuditta e Oloferne, e l’Ercole e Caco di Baccio Bandinelli. A fianco sorge la fontana del Nettuno e più al centro della piazza sorge la Statua equestre di Cosimo I de’ Medici. Alla sinistra di Palazzo Vecchio si trova la trecentesca Loggia dei Lanzi , che ospita sculture cinquecentesche di personaggi mitologici, e la via che dà accesso al Piazzale degli Uffizi. A questo punto potete decidere di visitare la Galleria degli Uffizi o proseguire per Ponte Vecchio.

Per dirigersi verso lo storico ponte di Firenze dovete prendere via Vacchereccia, di fronte a Palazzo Vecchio, e svoltare a sinistra per via Por Santa Maria, in fondo troverete Ponte Vecchio.

Firenze a piedi: Mappa Google

Firenze dall’alto – VIDEO

Tags:

Altri Articoli Interessanti: